Go Down

Topic: gestione luci con relè (Read 24628 times) previous topic - next topic

zuzzurro

La vedo molto complicata... questo mi scoraggia un po'.
Si potrebbe gestire tutto con Arduino, ma io preferisco una gestione mista parallela che in caso di guasti permetta il classico intervento manuale.
Come dici tu stesso ogni sistema fatto bene dovrebbe funzionare così, sarebbe impensabile poter pilotare la gestione della caldaia solo via Arduino, così come l'apertura di un cancello, del basculante del garage o delle tapparelle. Peraltro un sistema basato su hardware e software open source e programmini fatti da noi (o peggio ancora fatti dame!)... anche se costa 1/10 di uno commerciale BTicino o Vimar o Gewiss, non può garantire una altissima affidabilità.

D'altra parte non potendomi permettere di spendere 10.000 euro in più per avere un impianto commerciale, mi devo accontentare di una domotica "fai da te" che, se fatta bene e con un certo criterio e soluzioni di sicurezza, non è detto che poi sia peggiore di quella commerciale, anzi senz'altro più flessibile, adattabile e migliorabile con il tempo.

Il sistema di adottare comandi a muro a impulsi e relè passo passo mi sembra buona, la realizzazione però mi sembra al di fuori della mia portata... senza un aiuto sostanziale :)
Sarebbe qualcosa di simile? http://www.gioblu.com/tutorials/azionamenti/156-rele-passo-passo-con-arduino   

P.S.: Molto bellina questa demo di casa domotica... http://www.vividomotica.it/demo.html

pablos71

Quote
anche se costa 1/10 di uno commerciale BTicino o Vimar o Gewiss

Non è vero un sistema domotico bticino o vimar a parte i prezzi che sono come dici tu 10 volte più costosi, usa interruttori a sfioramento e a bus, una centralina con 8 in e 8 out costa una fucilata e se si paralizza il core il tuo interruttore a sfioramento bus cessa di esistere. Resti al buoi comunque.
Quel sistema potrebbe anche essere più affidabile (non so dirtelo, non ne ho mai installati e non li propongo nemmeno fino a quando non scendono di prezzo) ma il costo complessivo di tutti i componenti sono davvero enormi, come dicevo qualche tempo fa a conti verificati sui listini "il prezzo complessivo per un impianto elettrico-domotico di media grandezza 80-100 mtq di appartamento + giardino ti ci compri una bella auto"  manod'opera inclusa ovviamente ....... e se si schianta resti al buoi più che mai.

ciao
L'esperienza è il tipo di insegnante più difficile ....
Prima ti fa l'esame e poi ti spiega la lezione.

zuzzurro

Non ho detto che sia meno affidabile.. ho solo detto che nessuno ti "garantisce" l'affidabilità... per quelli commerciali si.. ma poi se realmente lo siano ... è tutta un'altra cosa infatti subito dopo ribadisco che:

Quote
una domotica "fai da te", se fatta bene e con un certo criterio e soluzioni di sicurezza, non è detto che poi sia peggiore di quella commerciale, anzi senz'altro più flessibile, adattabile e migliorabile con il tempo.


Sono d'accordissimo con te!
Quindi ho tre soluzioni?
a) accensione/spegnimento automatico con PIR in certe stanze (ma a questo punto a cosa servono i pulsanti a muro???)
b) soluzione semiautomatica con i deviatori a muro che mandano il segnale a Arduino
c) soluzione doppia Arduino + Classica con interruttori con relè passo passo che funzionano in parallelo con Arduino


Go Up