adattamento impedenza mini altoparlante

Ciao a tutti. Partendo da qui http://arduino.cc/en/Tutorial/Tone per degli esperimenti banali volevo poi costruire un mini amplificatore con un LM386 con uno dei tanti schemi che si trovano in giro. Pero' ho notato che tutti usano altoparlanti da 8 o da 4 ohm. Io pero' mi ritrovo con diversi altoparlantini da 16 ohm che vorrei utilizzare. Esiste un qualche modo per adattare l'impedenza dell'altoparlante, che non sia mettere una resistenza da 8 ohm in serie, o usare due altoparlanti in parallelo, o mediante l'uso di trasformatori audio? In pratica e' una scusa per studiare come si puo' adattare l'impedenza, in effetti mi interesserebbe pure la teoria, come calcolare i vari valori, oltre lo schemetto gia' fatto. Grazie a chi mi rispondera'.

Qui da me se chiedi i trasformatori audio di piccola potenza ti guardano male ed in rete è difficile trovarli... se non vuoi crearti tanti problemi o colleghi diretta la cassa all'ampli, l'unica cosa diversa dei 4 o 8 Ohm sarebbe che senti molto meno.... l'alternaiva son due casse in parallelo, mettendo una cassa in parallelo ad una resistenza non comini nulla perchè la corrente che passa per la casa è sempre la stessa, quindi ti da lo stesso risultato...

Johnny779: Pero' ho notato che tutti usano altoparlanti da 8 o da 4 ohm.

Al LM386 puoi collegare direttamente un altoparlante da 16 ohm. La potenza audio finale dipende anche dalla tensione, se alimenti l'IC a 5 V con 16 ohm ottieni 1/4 della potenza sviluppabile su 4 ohm, puoi compensare aumentando la tensione di alimentazione del LM386, ovviamente entro i limiti massimi di tensione e di potenza dissipabile in funzione del case.

Vi ringrazio per le risposte. Quindi, tralasciando per un momento il caso pratico (che potrei risolvere alla fine comprando un altoparlante a 4 o 8 ohm) a livello teorico, o ho un trasformatore audio, o l'adattamento non si puo' fare? P.S.: Anche a me, quando chiedevo un tasformatore audio, dicevano "Eeeehhhhh??????" :astonished: quindi volevo vedere se si poteva riadattare.

Johnny779:
o ho un trasformatore audio, o l’adattamento non si puo’ fare?

Che cosa non ti è chiaro in questa frase ?
Al LM386 puoi collegare direttamente un altoparlante da 16 ohm.

Credo voglia semplicemente spere se a livello teorico è possibile aver la stessa potenza applicabile su una cassa da 4Ohm in una da 16Ohm passando per un trasformatore (adattatore d’impedenza) la risposta è si…
Negli amplificatori a valvole per esempio è norma normale usarli… :wink:

Dal tronde il trasformatore-Adattatore d’impedenza non fa altro che aumentare la tensione se dal tuo amp hai solo 4V d’uscita su un carico di 4Ohm la cassa consuma 1A quindi 4W… sempre con 4V d’uscita ma con una cassa da 16Ohm la cassa consuma 0.25A quindi 4V*0.25A=1W Qui ho detto tutto :stuck_out_tongue:

ratto93: Credo voglia semplicemente spere se a livello teorico è possibile aver la stessa potenza applicabile su una cassa da 4Ohm in una da 16Ohm passando per un trasformatore (adattatore d'impedenza) la risposta è si... Negli amplificatori a valvole per esempio è norma normale usarli... ;)

Esatto. L'applicazione pratica era costruire un campanello per la porta con suoneria personalizzata per una signora anziana un po' dura d'orecchi. Ho trovato su una rivista un progettino per farlo con un ATMega328. Che figura ci faccio se vado li', tutto pimpante "Ha visto signora, che con la tecnologia risolviamo il problema" e poi mentre lo installo, quella mi fa "Alza un po' che non si sente niente?" :blush:

…alla fine è sempre l’esempio pratico quello che rende il progetto comprensibile!!! sai alla vecchina che gli importa degli ohm!!!

ratto93: Credo voglia semplicemente spere se a livello teorico è possibile aver la stessa potenza applicabile su una cassa da 4Ohm in una da 16Ohm passando per un trasformatore (adattatore d'impedenza) la risposta è si... Negli amplificatori a valvole per esempio è norma normale usarli... ;)

Dal tronde il trasformatore-Adattatore d'impedenza non fa altro che aumentare la tensione se dal tuo amp hai solo 4V d'uscita su un carico di 4Ohm la cassa consuma 1A quindi 4W... sempre con 4V d'uscita ma con una cassa da 16Ohm la cassa consuma 0.25A quindi 4V*0.25A=1W Qui ho detto tutto :P

Non mi trovo con quello che dici...

Se vuoi avere la stessa potenza che puoi dissipare su una cassa da 4 ohm su una cassa da 16 ohm allora devi necessariamente usare un componente attivo. Un trasformatore di impedenza mantiene la potenza costante, anzi la riduce in uscita perchè, non essendo ideale, dissipa esso stesso potenza.

Il trasformatore di impedenza non è altro che un trasformatore normalissimo che nel caso dei 4-16Ohm non fa altro che Vout=Vin*4 per poter avere la stessa potenza sonora…
per di più si è vero che nei trasformatori si ha una piccola perdita ma non per nulla è una delle macchine costruite dall’uomo ad avere il maggior rendimento intorno al 98% se non sbaglio …

ratto93:
Il trasformatore di impedenza non è altro che un trasformatore normalissimo che nel caso dei 4-16Ohm non fa altro che Vout=Vin*4 per poter avere la stessa potenza sonora…
per di più si è vero che nei trasformatori si ha una piccola perdita ma non per nulla è una delle macchine costruite dall’uomo ad avere il maggior rendimento intorno al 98% se non sbaglio …

Si ma il trasformatore di potenza oltre a moltiplicare la tensione d’ingresso per 4 divide la corrente di uscita per 4. Quindi la potenza rimane costante

Mi sa che hai le idee un po’ confuse… Quello che dici tu è un amplificatore operazionale, realizzabile, nella sua forma più stupida, con due mosfet/bjt in cascata.

Certo che la potenza disponibile resta costante.. il mio esempio spiegava come cambia la potenza sonora di una cassa da 4 o 16Ohm collegata ad un amp d'esempio.... forse mi son spiegato male ma son bene quello che dico .... l'amplificatore operazionale in genere viene usato proprio come amplificatore audio in alcuni IC monolitici oppure viene usato per pilotare i finali che possono essere transistor darlington oppure mos...

An un altra cosa... si la potenza resta costante ma applica 4V ad un carico di 4Ohm ed ottieni 4W sonori IDEALI, applicane sempre 4V su di un carico di 16Ohm cosa ottieni ? 1W ideale.... se nel secondo caso però interponi il un trasformatore d'impedenza tra Amp e cassa i tuoi 4V (ad 1A max) diventano 16V ed hai ora un carico che assorbe 1A , come giustamente dicevi te la tensione quadruplica e la corrente si divide per quattro avrai 16V*(1A/4)=>16V*0.25=>4W e siamo allo stesso punto di partenza...

se poi mi dici alimento il mio amp op ad una tensione maggiore è un altro discorso.. noi dovevamo lavorare con i 5V per avere tutte le cose più semplici....

Non ho idea di cosa tu intendi per "potenza sonora" ma la potenza rimane costante. Quello che cambia con l'adattamento di impedenza sono i range di tensione e di corrente: a seconda di come colleghi il quadripolo puoi ottenere un range di corrente superiore ed un range di corrente inferiore, oppure viceversa..

ratto93: Certo che la potenza disponibile resta costante.. il mio esempio spiegava come cambia la potenza sonora di una cassa da 4 o 16Ohm collegata ad un amp d'esempio....

No, la potenza in uscita da un trasformatore non può essere maggiore di quella in ingresso, anzi è minore perché ci sono pure le perdite. Come ti hanno fatto notare se la tensione in uscita è 4 volte maggiore la corrente sarà 4 volte minore e il prodotto rimane una costante al netto delle perdite.

xelendilx: Non ho idea di cosa tu intendi per "potenza sonora" ma la potenza rimane costante. Quello che cambia con l'adattamento di impedenza sono i range di tensione e di corrente: a seconda di come colleghi il quadripolo puoi ottenere un range di corrente superiore ed un range di corrente inferiore, oppure viceversa..

Non saprei come definirla ma comunque la potenza in uscita dalla cassa ecco...

@astrobeed è logico che si hanno delle piccole perdite ma a mio avviso sono "trscurabili quando sono del 1.5-2% " e comunque parlavo di macchina ideale non reale con le suddette perdite...

ratto93: Non saprei come definirla ma comunque la potenza in uscita dalla cassa ecco...

La potenza in uscita dalla cassa si chiama potenza Audio ed è decisamente minore di quella elettrica in ingresso, in tutti i casi non potrà mai essere superiore a quella fornita dall'amplificatore. Si chiama principio della conservazione dell'energia ed è uno dei motivi per cui non possono esistere macchine col moto eterno oppure generatori "miracolosi" che forniscono più energia di quella che consumano.

Ripeto.. lo so che non si può avere più energia di quella consumata da un qualche carico... e nemmeno mi par di averlo detto .....