Alimentare circuito da auto

Salve a tutti,
ho un piccolo sistema con arduino che complessivamente assorbe circa 550mA e che vorrei alimentare con i 12v disponibili in auto.
In varie discussioni ho letto che quando si parla di alimentare un qualsiasi circuito in auto bisogna applicare alcuni accorgimenti per evitare che gli spike della batteria danneggino il circuito.
Avevo pensato di usare un 7809 con relativi condensatori (come consigliato nel datasheet), in modo da avere un basso drop-out e quindi speravo di non avere surriscaldamenti ma al contrario il regolatore di tensione sembra un termosifone…
Considerando che nel pcb non ho spazio per un dissipatore quale potrebbe essere la scelta migliore in modo da non avere alcun surriscaldamento?

Grazie a tutti in anticipo… :slight_smile:

EDIT: Dimenticavo di dire che a vuoto il regolatore non surriscalda minimamente…

Io non ho capito se hai già fatto la scheda elettronica con su il 7809, poi perchè proprio 9 Volts, cioè l'intero circuito non può lavorare con 12V?

Comunque potresti pensare di fare un altro circuito con su il regolatore 78xx il dissipatore, fusibile ecc, che lo chiamiamo ALI9. Poi ti resta di fare i clablagi, Batt verso ALI9 e da questo verso il circuito utilizzatore che dici assorbire una corrente di 550mA.

Oppure usare un alimentatore a commutazione on-line di tipo step-down.

Ciao.

No, il circuito ancora non l'ho fatto, sto provando tutto su breadboard. Mi servono proprio i 9 volt perchè con la stessa alimentazione sto alimentando un display a 9 volt... L'idea era quella di montare tutto su un singolo PCB che non occupasse molto.

MauroTec: ... poi perchè proprio 9 Volts, cioè l'intero circuito non può lavorare con 12V?

In giro per il forum ho letto che è abbastanza sconsigliato utilizzare direttamente i 12v (che poi non sono 12) dell'auto...

Tutto dipende dal circuito che devi alimentare, un circuito amplificatore con dentro un alimentatore swithcing va per forza di cose connesso alla 12V di bordo.

Comunque sei già al limite di drop-out del 78xx, che dovrebbe essere di 2V. Tempo a dietro ho acquistato dei regolatori low drop-out su RS vout 8V davvero ottimi si sono comportati bene. Però guarda che con 3 V di caduta il 78 si trova a dissipare 3 x 0.550mA = 1.65W che non è molto, ma richiede almeno un piccolo dissipatore, magari un pezzo di alluminio ad U o L grande tanto da entrare nella scatola, puoi usare anche un pezzo di profilato di alluminio o qualunque altro materiale mettallico malleabile, es rame, oppure le alette che turano i fori posteriori dei cabinet per PC.

Ciao.

Ma in alternativa quale regolatore di tensione posso utilizzare?

Nessuno può aiutarmi? Sto cercando un regolatore di tensione (possibilmente a 3 terminali) che mi dia in uscita una tensione compresa fra 5 e 9 volt e corrente di 1A che però alimentandolo a 12v non surriscaldi...

Cerca qui http://it.rs-online.com/web/c/semiconduttori/gestione-alimentazione-e-potenza/regolatori-di-tensione-low-dropout/ più basso è il dropout minore è la caduta di tensione tra ingresso ed uscita.

Io non ricordo sigle al di fuori da quelli standard 78xx 79xx ecc, per ogni device non standard bisogna fare una ricerca e grazie a google e i vari fornitori che offrono strumenti per navigare tra i prodotti commerciati si arriva facilmente a trovare quello che fa al caso nostro.

Ciao.

Tempo fa avevo trovato questo, ma non l’ho mai provato:

http://www.dimensionengineering.com/products/de-sw050

Scusate se rispondo solo ora. Dato che il display che uso può essere alimentato a 5 volt e dato che al posto dell'arduino con tutta la board posso utilizzare un atmega328 standalone stavo pensando che potrei utilizzare un lm2940-5.0. Provando su breadboard ho notato che anche questo integrato surriscalda molto ma se utilizzasi un dissipatore come questo posso stare tranquillo o magari mi devo aspettare qualche esplosione??

Meglio di nulla è senz'altro. Ricorda comunque che il problema è la differenza fra la tensione in ingresso e quella in uscita moltiplicata per la corrente da dissipare. Se parti dai 12V dell'auto (che a motore acceso sono anche 14V!), per arrivare a 5V devi dissipare 12-5=7V (o 9V, con batteria con motore acceso). Se prendi i tuoi 550 mA e li moltiplichi per 7 (o 9) vedi che hai 3,85W (4,95W) da dissipare come calore. E' tanta roba.

Perché non consideri l'uso di un convertitore switching step-down? Sono molto più efficienti

leo72: Meglio di nulla è senz'altro. Ricorda comunque che il problema è la differenza fra la tensione in ingresso e quella in uscita moltiplicata per la corrente da dissipare. Se parti dai 12V dell'auto (che a motore acceso sono anche 14V!), per arrivare a 5V devi dissipare 12-5=7V (o 9V, con batteria con motore acceso). Se prendi i tuoi 550 mA e li moltiplichi per 7 (o 9) vedi che hai 3,85W (4,95W) da dissipare come calore. E' tanta roba.

Perché non consideri l'uso di un convertitore switching step-down? Sono molto più efficienti

Ciao leo, grazie per la tua risposta... Un convertitore switching sarebbe sicuramente la scelta migliore ma purtroppo non ne conosco e non ne ho mai usati: sapresti indicarmene qualcuno?

Se cerchi su ebay ce ne sono una miriade. L'importante è che ti assicurino in uscita almeno 1A di corrente. Ricordati comunque di filtrare bene la tensione in uscita perché questi modulini inseriscono del disturbo essi stessi che si va a sommare a quello dell'impianto dell'auto.