Alimentatore arduino

ciao a tutti... oggi ho preso un alimentatore che avevo in garage e ho pensato di usarlo con arduino!

Esso è 12V

L'ho attaccato su arduino ma se provo a visitare la sua pagina web, mi da impossibile contattare il server. Mentre con l'usb funziona. I led delle due schede sono accese... da cosa dipende? Grazie

Che arduino stai utilizzando? Se usi il diecimila hai spostato il jumper selettore di corrente? Inoltre, deduco dal tuo post che usi un arduino + ethernet shield, giusto? Hai misurato l'effettivo voltaggio in uscita dal tuo alimentatore? E' 12v per davvero? E quanti Ampere fornisce?

Fede

Hai controllato se ti da 12v in continua o in alternata?

flz47655: Hai controllato se ti da 12v in continua o in alternata?

bella domanda :D

Si ho la ethernet sopra Arduino duemilanove.......

Nell'alimentatore c'è scritto:

INPUT: 230V~ 50Hz 120mA OUTPUT : 12 V ~ 1000mA

Non ho controllato se continua o alternativa.... non ne capisco molto

Si direbbe alternata. La continua ha una sorta di "=" come simbolo

E' alternata se il simbolo è esattamente quello che hai scritto, non usarlo più con Arduino a meno che non vuoi friggerlo. Non ti resta che verificare se funziona ancora ad USB. In bocca al lupo

Ciao

Con un led e l'opportuna resistenza può fare la prova del 9... lo collega due volte invertendo i cavi di alimentazione, se si accende tutte e due le volte è sicuramente un alimentatore in alternata. Resistenza consigliata per il led di 560 ohm, anche 1k va bene tanto è solo per provare

Pelletta, niente prove del 9, QUELLO E' SICURAMENTE UN ALIMENTATORE IN ALTERNATA, lo deve rimettere in cantina, certamente è di qualche vecchio modem PC

Non è il massimo ma ti da un'idea di com'è il simbolo della continua e dell'alternata

Ciao PS: Io seguirei il consiglio di menniti

lo deve rimettere in cantina

Piccolo consiglio da smanettone nullatenente: se devi acquistarne un altro puoi usare quello che hai a patto che ci metti un ponte di diodi (puoi anche costruirtelo con 4 diodi se non ce l'hai in casa). Col ponte di diodi la corrente diventa continua e va bene per il tuo scopo. Occhio che la tensione si ridurrà un pochino proprio per la caduta di tensione tipica dei diodi, che oltretutto non è affatto un male in quanto il regolatore di tensione sull'arduino avrà meno tensione da convertire in calore.

Ovviamente il mio è solo un consiglio, se vuoi fare un lavoretto pulito cambia alimentatore

Pelletta:

lo deve rimettere in cantina

Piccolo consiglio da smanettone nullatenente: se devi acquistarne un altro puoi usare quello che hai a patto che ci metti un ponte di diodi (puoi anche costruirtelo con 4 diodi se non ce l'hai in casa). Col ponte di diodi la corrente diventa continua e va bene per il tuo scopo. Occhio che la tensione si ridurrà un pochino proprio per la caduta di tensione tipica dei diodi, che oltretutto non è affatto un male in quanto il regolatore di tensione sull'arduino avrà meno tensione da convertire in calore.

Ovviamente il mio è solo un consiglio, se vuoi fare un lavoretto pulito cambia alimentatore

Stasera sembrerebbe che ce l'abbia con te :P I quattro diodi non sono sufficienti, deve mettere almeno un elettrolitico da qualche centinaio di µF ed un poliestere da 100nF; in tal modo la tensione aumenta (x1,41 se ben ricordo), altro che diminuisce; allora dovrebbe mettere un 7812 magari allettato per fissarla a 12V stabili; penso gli convenga comprare un buon alimentatorino stabilizzato tipo switching, lo trova con una decina di euro e non ha problemi né sbattimenti.

Non mi offendo mica se c'è qualche rimprovero o qualche correzione sui miei interventi, anzi mi fa piacere perchè sono utili per imparare. Non ho volutamente specificato il condensatore e l'ordine in cui vanno messi i diodi sperando di mettere un pò di curiosità all'autore del post. Almeno per come sono fatto non mi piace trovare la pappa pronta, quando si impara sennò? Un abbraccio

Pelletta: Non mi offendo mica se c'è qualche rimprovero o qualche correzione sui miei interventi, anzi mi fa piacere perchè sono utili per imparare. Non ho volutamente specificato il condensatore e l'ordine in cui vanno messi i diodi sperando di mettere un pò di curiosità all'autore del post. Almeno per come sono fatto non mi piace trovare la pappa pronta, quando si impara sennò? Un abbraccio

Scusa, non avevo capito la "strategia" :) mi ha messo fuori strada il fatto che parlassi di caduta di tensione, che potrebbe verificarsi solo in assenza dell'elettrolitico

Grazie ma meglio comprarne uno nuovo altrimenti friggo tutto. Ancora Arduino funziona.lo devo comprare sempre da 12 v? Corrente continua? Grazie

roxdragon: Grazie ma meglio comprarne uno nuovo altrimenti friggo tutto. Ancora Arduino funziona.lo devo comprare sempre da 12 v? Corrente continua? Grazie

Dipende da cosa vuoi farci; se pensi che ti possa servire anche per carichi esterni da 12V, lo compri da 12V, STABILIZZATO, corrente continua da 700mA÷1A; se pensi ti serva SOLO per Arduino puoi prendere un 7÷9V da 500mA, sempre STABILIZZATO in corrente continua; prendi roba seria e non lesinare, scarta quelle cag... multitensione da 5-6 euro.

Io ci devo alimentare 8 relais che poi quelli che uso sono solo 3 -4 sono tutti apriporta... e per alimentare arduino ed ethernet !

Quell'alimentatore (trasformatore) 12V 1A è davvero un peccato non usarlo, magari più in la con un po più di esperienza e pochi componenti ci fai un alimentatore DC. Si il condensatore si carica a tensione di picco che vale 12Veff x 1.41 = 16.92. La tensione ricavata in pratica sarà sicuramente minore di quanto dipende dalle perdite e dal carico connesso. Basterebbe un 7805 alettato e qualche condensatore.

Ciao.

MauroTec: Quell'alimentatore (trasformatore) 12V 1A è davvero un peccato non usarlo, magari più in la con un po più di esperienza e pochi componenti ci fai un alimentatore DC. Si il condensatore si carica a tensione di picco che vale 12Veff x 1.41 = 16.92. La tensione ricavata in pratica sarà sicuramente minore di quanto dipende dalle perdite e dal carico connesso. Basterebbe un 7805 alettato e qualche condensatore.

Ciao.

A questo punto gli converrebbe mettere un 7812 per alimentare i relè, quelli a 5V di solito non si trovano facilmente per carichi elevati. Io sono completamente d'accordo con te, solo che da come si pone lui non mi sembra nelle condizioni di autocostruirsi la scheda di raddrizzamento e stabilizzazione, quindi ho pensato che tra il costo, seppur basso, dei componenti, e tutto il tempo (per lui credo sia tanto) da dedicare, col rischio comunque di sbagliare, tanto vale spendere 10-12 euro e prendere una cosa già fatta e funzionante di sicuro; ho fatto un ragionamento di ottimizzazione, chiaro che se fossi stato al suo posto la basetta sarebbe già pronta e funzionante.

Solo che non sono molto pratico, per questo preferirei comprarne uno nuovo... spendo quello che spendo ma almeno sono sicuro che funzioni!

Lo prendo da 12 V corrente continua quindi? I relais da alimentare sono 8 però ne uso solo 3 - 4 e non contemporaneamente