Alimentazione 9 volt non funziona

Buonasera ragazzi,

Vi scrivo perchè alla mia Uno sta succedendo una cosa che non riesco a spiegare!
Collegando Arduino Uno al PC(5v in ingresso, giusto?) nessun problema, il display collegato(con le varie periferiche del progetto) e la scheda funzionano bene, ma quando stacco l'alimentazione USB per passare al jack 2.1mm con una pila da 9v(configurazione che intendo usare a progetto finito)... disastro: display si blocca, carica le immagini molto lentamente e anche il led integrato di Arduino sembra avere problemi, brillando di luce quasi assente e lampeggiando molto veloce(quasi da sembrare fisso)!!
In pratica, alimentando a 9v succede un gran chaos che proprio non riesco a spiegarmi... come se andassero bene solo 5v in entrata.

Grazie in anticipo per qualsiasi risposta,

Gregorio.

Ma è carica la pila, controlla che non scenda sotto i 7 volt

In ogni caso una piletta da 9V da troppa poca corrente ... puô andare bene per alimentare SOLO Arduino, ma appena colleghi qualche cosa ... è del tutto insufficiente. Devi andare su batterie di capacità decisamente maggiore.

Guglielmo

Ma arduino non raccomanda una tensione in entrata tra 7 e 12V...? Come fa una pila da 9 ad essere insufficiente, mentre l'alimentazione USB da 5 no?
Scusate ma, se non si era capito, non me ne intendo affatto di elettronica.
Quindi, in pratica, che batteria servirà?

Prova a spiegartelo uno che l'ha capito da poco... Oltre alla tensione (9V o 5V) devi guardare anche la corrente. Dall'usb escono max 500 mA che probabilmente sono sufficienti per reggere Arduino e le varie periferiche. Dalla pila 9V probabilmente ne escono meno oppure la batteria non è molto carica e quindi non hai corrente a sufficienza per alimentare tutto.

Apperò che bel casino... e quindi come posso sapere di quanta corrente ho bisogno?
E di conseguenza, con cosa alimento Arduino?

O calcoli i consumi sommando i singoli consumi dei vari componenti (Arduino, lcd, ecc) oppure misuri con un multimetro o pinza amperometrica. Però sul come usarli aspetta suggerimenti da qualcuno che ne capisce di più.

Se dettagli cosa alimenti, è possibile calcolare facilmente la potenza dell'alimentatore. Comunque, se lo alimenti con un caricatore USB per tablet andrà bene

Purtroppo dovrò dimenticarmi l'alimentazione USB... online ho trovato pile da 9V con 600mAh massimi erogabili, che penso potrebbero assolvere al loro dovere.
Che ne dite?

Senza sapere di preciso cosa alimenti credo sia difficile dire se sono sufficienti.
In ogni caso, per restare su qualcosa di economico, puoi provare a mettere in serie / parallelo delle normali batterie.
Con 2 pile da 9V in parallelo raddoppi la corrente.
Con 6 pile da 1,5V in serie ottieni 9V.
Poi eventualmente resta da valutare quanto ti durano.

greg_bocca:
Apperò che bel casino... e quindi come posso sapere di quanta corrente ho bisogno?

Se non hai i vari dati di assorbimento di ciò che colleghi, l'unica è inserire IN SERIE all'alimentazione il multimetro in portata amperometrica e misurare quant'è l'assorbimento.

Comunque, i concetti di tensione e corrente sono veramente quelli BASE che si DEVONO sapere anche solo per giocare con queste cose per cui ... puoi fare questa ricerca con Google "imparare l'elettronica partendo da zero pdf" ... sicuramente troverai un bel libro, in .pdf, che pubblico molto tempo fa Nuova Elettronica. Non posso metterti il link perché ... pur essendo Nuova Elettronica ormai fallita, comunque il materiale è soggetto a copyright ... ma vedrai che con una ricerca su Google lo trovi al primo colpo ... :wink:

Guglielmo

Ok, ora ho finalmente capito la differenza tra tensione e corrente... wow :grinning:
Però, mettere in serie due pile da 9v mi pare alquanto inefficiente(anche a livello di spazio), in quanto nel progetto finito avrò tutto costretto in un piccolo spazio(un mini-box di circa 8x8x5cm).
Anche piazzare 6 mini-stilo in serie sarebbe dispendioso in termini spaziali... come mi consigliate di fare?
Comunque, guardando i vari datasheet dei componenti in uso mi pare consumino tutti al più 10mA(più i 50mA di arduino), quando la 9v dovrebbe erogarne 500mAh(è una 1604D 6F22 9V del kit Elegoo, non trovo nulla online ma penso la corrente/h sia quella); quest'ultima, come fa a non essere abbastanza nemmeno per 5 secondi??

A me risulta che le 9V erogano al massimo 350mAh
Ma non hai collegato un lcd ? Quello di solito consuma molto (in un cellulare cosa scarica di più la batteria ?!)

Lego robotici, lego trenini e lego powerfuncion, usano 6 AA da 1,5 in serie (9V) ; una volta usavano pila da 9V, per ovvie ragioni son passati alle 6 AA.

Da noi si dice... "ovo, galina e cul caldo"...
Intanto, come diceva Michele61, prova a misurare la tensione della batteria sotto carico, magari è semplicemente scarica.

La 6f22 da 400mAh
La 6LR61 550 570
Le 6KR61 e 6HR61 (ricaricabili) anche peggio

Ma il problema non è la capacita, ammesso che la pila sia carica
Ma la corrente erogabile, quelle pile sono previste per correnti basse erogate per periodi intermedi con lunghe pause

Uso tipico: radiolina portatile, per quello il loro nome commerciale è 'transistor'

Inadatte quindi all'uso attuale

Alla luce di tutto questo, penso utilizzerò 6 stilo in serie da 1.5v, le prendo su amazon.
Non viene indicata né la capacità né la corrente erogabile, ma spero che 6 riescano ad alimentare:
buzzer passivo, display OLED, rtc ds3231, 2 fotoresistenze, 1 termistore, 1 LED, 2 pulsanti ed la carissima Uno.
Che ne dite? Basterà questa volta??
(purtroppo non ho un amperometro per misurare l'assorbimento preciso)

Le pile non erogano mAh: le pile erogano mA e hanno una capacità di X mAh. Perciò, una pila da 600mAh può erogare 10mA per 60h. Facendo anche il calcolo dimensionale, infatti:
10mA60h=600mAh=600mAh.

Le “varie periferiche” bisognerebbe sapere quali sono… Considera, comunque, che Arduino Uno consuma parecchia corrente di più del solo microcontrollore, tanto più se lo alimenti a 7…12V passando necessariamente attraverso il regolatore, che non è di quelli “micropower”. Anche l’interfaccia seriale/USB a bordo consuma energia. Se non ti serve la connessione USB, scegli una versione di Arduino senza e alimentalo a 5V tramite un power bank, oppure usa una pila da 9V con un regolatore micropower. Sto parlando di elettronica, mi rendo conto, ma deve essere chiaro che Arduino E’ elettronica, non è un apparecchio pronto che ha solo bisogno di un software per fare tutto ciò che si desidera…

Nel mio prova cavi LAN, ad esempio, con una pila da 9V e un regolatore AMS1117-5.0 alimento due microcontrollori ATMEGA328P e un display LCD (con circa 1,5mA per la retroilluminazione, più che sufficiente per leggere al buoi un LCD con scritte nere su fondo giallo) per un totale di 35mA, con un’autonomia di circa 15 ore con una pila alcalina da 9V: per uno strumento da usare pochi minuti per volta va benissimo.

Il problema, che molti dimenticano, é che la capacità è data per un certo tempo di scarica

Non è che una pila da 600 mAh può dare 60 mAh per 10 ore
Può dare 120 mAh per 5 ore, perché quella è sia la condizione di prova che la definizione di capacità, secondo IEC

Per carichi minori solitamente 'rende' di più , per carichi maggiori è garantito che rende meno

Inoltre la sua resistenza interna (oltre a fenomeni elettrochimici passivi, ovvero che frenano le reazioni) abbassa la tensione durante il funzionamento, peggio ancora per pile scariche, sovraccariche (ovvero che erogano di più della loro corrente nominale), economiche, cinesi o in generale di dubbia provenienza

Sono abbastanza confuso, devo sicuramente studiare un po' di teoria a riguardo.
Per farla semplice, 6 stilo andranno bene per una Uno? Anche se non durassero molto non sarebbe un problema... so che non bisognerebbe servire la soluzione su un piatto d'argento, ma in questo caso vi chiedo di saltare alla parte pratica perchè sto cominciando a dubitare anche del mio nome :sweat_smile:

Perché non vuoi usare un power bank USB?