Alimentazione Arduino uno + componenti vari

Ragazzi buongiorno,

nella mia shield home-made ho la necessità di integrare una sezione di alimentazione. Cioè dovendo ubicare il progetto a bordo del mio scooter, devo necessariamente abbassare i 12V teorici dell'impianto elettrico (che poi di fatto variano da 13,3 a 14V) in 5V.

La mia Arduino uno, deve a sua volta alimentare:

  • n° 1 DS18B20;
  • n° 1 modulo RTC-DS1307;
  • n° 1 display 8x2 con retroilluminazione;
  • n° 1 comparatore LM393.

Secondo voi uno stabilizzatore LM7805 con corrente di autput di 1A è sovradimensionato? Posso usare qualcosa che eroghi meno corrente? Il fatto è che non ho spazio per il dissipatore.

Grazie

Nicola

detto da uno che spesso chiede lo stesso tipo di info ad altri...

forse ti conviene abbassare i 12V a 9V con uno 7809, così il salto è minore e devi dissipare di meno. poi i 9V li colleghi al Vin di arduino, che da quello che mi hanno detto altri qui sul forum, dovrebbe essere meglio che usare direttamente i 5V sul pin 5V...

è praticamente un collage di info che mi hanno dato altri più esperti qui sul forum...

magari aspetta conferma anche da loro.

Intanto grazie !

Sembra che il consumo della tua shield e di Arduino non superi i 200mA, essendo il consumo più importante quello della retroilluminazione dell'LCD.

Se è così, puoi evitare l'uso di regolatori esterni, sfruttando quello interno di Arduino.

Bisogna, però, ridurre la tensione in ingresso al Vin usando una serie di diodi 1N4007 (ogni diodo ha una caduta di tensione di circa 0.8V@200mA per riportarla ad un valore massimo di circa 9V.

Considerando i 12V nominali, perciò, 4-5 diodi dovrebbero andare bene.

Fai seguire la serie da un condensatore elettrolitico da 220μ posto a GND prima di entrare in Vin in modo da filtrare eventuali variazioni di tensione.

Bella dritta, grazie, cosi facendo posso rinunciare al dissipatore ...

Grazie 1000!

Le cose sono molto piú complicate. Per la moto vale la stessa cosa che vale per l' impianto elettrico di un automobile: é pieno di disturbi con picchi fino a 90V, abbassamenti e spikes. Un aliemtnatore deve eessere costruito a posto e nonbasta usare uno stabilizzatore. Ciao Uwe

Infatti uwe riflettevo su questo aspetto, riflettevo sul fatto che se per un motivo ics dovesse guastarsi il regolatore di tensione dello scooter, di fatto poi tutto il progetto andrebbe a farsi friggere. Per questo motivo i diodi sono una genialata, nel senso che subito mi sbrigo, ma non mi tengono al riparo da sovratensioni estreme.

In passato per alimentare il tomtom sullo scooter, ho utilizzato e con successo, un circuito di regolazione con un LM7805 e 4 condensatori (2 elettrolitici e due ceramici).

Potrei rifare la stessa cosa, ma nella mia shield non ho lo spazio per un dissipatore. Se invece optassi per un LM7809 con output da 1A, a fronte di un assorbimento max di circa 200mA il dissipatore è proprio necessario? O me la cavo anche senza?

Grazie

Concordo con Uwe sulla questione disturbi, ma, prima di usare filtri idonei, puoi sempre provare se hai effettivamente disturbi con la soluzione che ti ho dato.

Ok farò delle prove. Grazie a tutti.