Alimentazione esterna per motori e sensori di flessione

Salve,
dovrei collegare 5 microservo sg90 e 5 sensori di flessione al mio arduino. 5 microservo i 5 volt di arduino riesce a comandarli, ma credo che per comandare anche i 5 sensori di flessione sia necessaria alimentazione esterna.
Chiedo a voi perchè ho paura di commettere qualche errore. Devo connettere il pacco batteria dal lato dell'alimentazione alle alimentazioni dei 5 servi + 5 sensori e il nero del pacco batterie alle terre dei sensori e dei servo e infine devo collegarlo al GND di arduno.
Tutto corretto? 4 pile da 1,2 v o 1,5 v sono sufficienti?
Non penso ci siano errori, però è il primo progetto che sto facendo saldando direttamente perchè non posso usare la breadboard quindi non ho modo di testare e non vorrei saldare cose sbagliate.
Grazie in anticipo

I sensori di flessione hanno bisogno di una tensione stabile come quella a 5V o a 3.3V di Arduino e devono essere inseriti in un partitore resistivo collegato ad un ingresso analogico.

Il consumo di corrente dipende dal valore del resistore di riferimento, ma può essere considerato irrisorio.

I servo, invece, hanno bisogno di una certa corrente per funzionare e devono essere alimentati a 6V, ad esempio con una serie di 4 pile AA alcaline da 1.5V oppure 5 pile AA NiMh da 1.2V.

Ovviamente Arduino va alimentato con un’altra fonte di alimentazione di almeno 7V: se i consumi non sono elevati (< 150mA) potrebbe anche essere una pila da 9V.

Quindi il pacco batterie deve essere dedicato ai servo, mentre i sensori di flessione usano direttamente i 5 volt di Arduino? Come mai non posso metterli tutti collegati al pacco batterie?

Come mai almeno 7 volt? Questo significa che non posso usare l'usb per testare

Come mai almeno 7 volt? Questo significa che non posso usare l’usb per testare

Dipende da quale connettore usi per alimentare arduino. Se lo alimenti con lo spinotto DC questo deve fornire almeno 7 volts DC che alimentano il regolatore di tensione montato sulla scheda arduino. Il regolatore in questione prende in ingresso almeno 7Volts e in uscita fornisce 5Volts.

Se invece vuoi alimentare arduino direttamente da batteria dovrai fornire esattamente 5Vdc al pin n, dove n dipende dalla board. In questo caso si dovrebbe leggere il datasheet del microcontroller montato sulla scheda al fine di stabilire la tensione massima assoluta da fornire al micro per scongiurare guasti. L’alimentazione del micro tramite connessione diretta della batteria fa si che il micro riceva alimentazione non stabilizzata, in quanto durante la scarica della batteria (o durante il prelievo di corrente) la tensione subisce variazioni.

Durante la sperimentazione con la board conviene usare solo alimentazioni stabilizzate, dopo avere sviluppato l’hardware di contorno e il software si provvede a realizzare una millefori (o anche su breadboard) con su montato
il microcontroller, quarzo se necessario e tutti gli altri circuiti di contorno pensati per lavorare con la batteria.

Se tu vuoi affrontare prima il problema alimentazione a batteria e poi lo sviluppo software ciò è possibile.

Tieni conto che il micro può essere alimentato anche con 1.8V, 3.3V, quindi si potrebbe usare un pacco batteria da 6V che viene regolato a 3.3V tramite un regolatore al fine di alimentare il micro con tensione stabilizzata.
Mentre i servo prelevano la massima tensione fornita dalla batteria.

Ciao.

Grazie per la risposta, ma vorrei un chiarimento. Qual è il problema che l'alimentazione dei microservo non è stabilizzata? Cioè se la tensione scende perché si scarica il pacco batteria ma rimane nel range necessario per in servo funziona regolarmente?

I servo funzionano regolarmente, semmai riducono la loro velocità.

ok grazie per l'aiuto

ultima domanda: in base a cosa posso sapere che i sensori di flessione richiedono una tensione stabile e che quindi non posso usarli con un'alimentazione esterna? Cioè adesso lo so perchè me l'ha detto cyberhs ma in futuro vorrei saper riconoscerlo da solo

In genere tutte le misure analogiche richiedono una tensione stabile ed esente da disturbi.

Ci sono delle eccezioni, ad esempio la misura della tensione di batteria che varia secondo il suo stato di carica.

Nel tuo caso, poiché il rapporto del partitore varia secondo il valore del sensore, è indispensabile che la tensione sia costante per avere misure affidabili.

Grazie per le dritte :slight_smile: