Alimentazioni varie

Ciao dovrei alimentare oltre ad Arduino, un sensore a 12V, una ventola PC a 12V, un paio di motori DC da 6V (non chiedetemi l'assorbimento perchè non lo so, sono quelli usati dal "panettone" della De Agostini per il movimento delle pinze) e un motore servo 5V. Per questioni pratiche pensavo di ripiegare su una Batteria 9V per alimentare Arduino e da Arduino ricavare anche l'alimentazione a 5V del servo, mentre per il sensore e la ventola pensavo sempre per questioni pratiche a 2 Batterie da 9V e poi con un regolatore di tensione ricavare i 12 volt che mi servono, e con un'altro ramo anche i 6 volt che mi occorrono per alimentare i L293DNE di controllo motori DC. E' una cosa fattibile, oppure ho distribuito male le "energie" :) ? Grazie Paolo

con le batterie da 9 Volt avrai poca corrente, e ti si esauriranno in pochissimo tempo.

se non riesci a fornire indicazioni fondamentali come la corrente assorbita, l'unica speranza è che qualcuno conosca questo "panettone", altrimenti sarà molto difficile poterti dare un consiglio corretto. Comunque sia dimentica le batterie da 9V.

Dimentica anche di alimentare il servo dai 5V di Arduino. Consuma troppo.

Ciao Uwe

Praticamente serve un colpo dell'arma flash dei Men in Black per fargli dimenticare ogni cosa :D

Uff.......lo immaginavo :( Ma come mai vedo in rete tanti progetti di robottini "stupidi" che se ne vanno a spasso alimentati solo da un pacco batterie 4 x 1.5V ? Del resto il "panettone" se non ricordo male ne andava a zonzo proprio cosi: 2 pacchi batterie 4 x1.5V separati (uno per i servo, e l'altro per i motorini DC delle pinze)

@Michele mi spiace ma i motorini sono proprio anonimi in tutto e per tutto. Girando in rete ho trovato il loro probabile assorbimento 0.16A.

Praticamente serve un colpo dell'arma flash dei Men in Black per fargli dimenticare ogni cosa smiley-grin

Michele, questa me la devi spiegare :)

@Uwefed Si Uwe, in effetti per i miei piccoli esperimenti il servo lo stavo alimentando già separatamente. Però anche su questo fatto, in rete si trovano esempi con i servo alimentati da arduino :(

Comunque grazie a tutti, più o meno mi sono fatto un idea di cosa non fare :) Paolo

Antares62: @Michele

Praticamente serve un colpo dell'arma flash dei Men in Black per fargli dimenticare ogni cosa smiley-grin

Michele, questa me la devi spiegare :)

Siccome sia io che Uwe non stavamo facendo altro che consigliarti di dimenticare questo e quello e quant'altro, mi è venuta in mente quella pistola flash usata nel famosissimo film che ti ho citato la quale, sparata in viso alla "vittima", le faceva dimenticare tutto il recente accaduto (il tempo era programmabile) ma a suo beneficio, infatti così non erano costretti a farla fuori per salvaguardare i segreti di stato, niente di offensivo, solo una battuta XD

PS: 160mA scaricano una batteria da 9V ad alta capacità in circa 1 ora, 4 batterie AA in alta capacità già sono tutt'altra cosa

Nessun problema Michele :) scusa semmai per non aver colto il senso della battuta. Un abbraccio :)

Antares62: @Uwefed Si Uwe, in effetti per i miei piccoli esperimenti il servo lo stavo alimentando già separatamente. Però anche su questo fatto, in rete si trovano esempi con i servo alimentati da arduino :(

Non devi ripetere tutti gli errori che fanno vedere in rete. ;) ;) ;) Ciao Uwe

[quote author=Michele Menniti link=topic=129553.msg975545#msg975545 date=1351519169] Siccome sia io che Uwe non stavamo facendo altro che consigliarti di dimenticare questo e quello e quant'altro, mi è venuta in mente quella pistola flash usata nel famosissimo film che ti ho citato la quale, sparata in viso alla "vittima", le faceva dimenticare tutto il recente accaduto (il tempo era programmabile) ma a suo beneficio, infatti così non erano costretti a farla fuori per salvaguardare i segreti di stato, niente di offensivo, solo una battuta XD [/quote] Non é mica una pistola

8) Sparaflescia che io ho già gli occhiali !!

Non devi ripetere tutti gli errori che fanno vedere in rete.

mmm.........Uwe non sono molto daccordo, :) ma non per gli errori che si possono commettere, ma perchè se vai a cercare informazioni in rete e trovi in più di un tutorial il collegamento di un servo direttamente su Arduino, non ti resta che pensare che sia giusto cosi. Certo poi uno a casa si fa le sue prove, ma la base di partenza si fonda ovviamente su questo presupposto. Se poi Internet non è attendibile, ti dirò che anche i libri riportano il collegamento del servo direttamente eseguito su Arduino. Forse mi sfugge qualcosa, o non ho ben capito la faccenda (meglio la seconda ipotesi :) ) ma di qualcosa mi dovrò pure fidare. Probabilmente questi esempi sono stati fatti per fare girare il servo per 5 secondi a scopo didattico, come funziona la faccenda ? Bye Paolo

Allora, penso si debba distinguere tra pilotare e alimentare: Arduino pilota direttamente un servo tramite un pin pwm, ma l'alimentazione va presa non da un pin bensì da una fonte esterna che, nei casi di piccoli motori, che non assorbono più di 4-500mA, può anche essere l'uscita 5V di Arduino stesso, diversamente devi ricorrere ad una fonte diversa, in grado di erogare la corrente necessaria; il fatto che nessuno dia avviso di queste cose, limitandosi a mostrare un servo TUTTO comandato da Arduino, induce a far pensare che si possa alimentare qualsiasi servo direttamente tramite l'amimentazione di Arduino, ma così non è, penso che Uwe volesse dire questo.

Si si Michele sono daccordo :) fatto sta che in giro i collegamenti sono proprio tutti su arduino. Vabbeh a parte questo, e parte le spade laser :) e cosi via, tutti mi avete detto cosa non fare,(naturalmente da leggere con "spirito" ) ma ste alimentazioni come le ripartisco ? E soprattutto da quale fonte le prendo ? Batterie LIPO, un fulmine ?:)

Per il fulmine ti consiglio la visione di "Frankenstein Junior", troverai spunti molto interessanti :stuck_out_tongue_closed_eyes: La tua domanda è strana: puoi usare qualsiasi fonte che abbia una tensione superiore o uguale alla massima tensione che devi fornire e con capacità di corrente superiore di almeno il 30% di quella richiesta in tutto dal tuo circuito, poi se usare uno switching o un alimentatore tradizioneale, una LiPo o una batteria da Camion, un fulmine o le urla della tua metà (se hai la sfortuna di averne una :zipper_mouth_face:), dipende dal contesto applicativo del circuito.

Antares62: Si si Michele sono daccordo :) fatto sta che in giro i collegamenti sono proprio tutti su arduino.

Sí intendevo l' alimentazione. Ci sono tanti modelli di servo e la grandezza meccanica non fa dedurre il consumo di corrente la cosa non puó essere detta in generale. Non so se i modelli di Servo venduto sul sito Arduino non sia uno di quelli a consumo di corrente ridotto. In generale senza informazioni devo dire non si puó collegare. Avendo un modello preciso le cui specifiche lo permettono puó essere collegato ai 5V di Arduino. Ciao Uwe

anche in questo caso "cannabilizzo" un vecchio post per chiedere ulteriori lumi...le specifiche dicono di alimentare arduino da 7 a 12 volt...una lipo 3s che eroga da 11,1 a 12,6 (quando totalmente carica) può andare bene? o consigliate di "abbassare" la tensione tramite qualke LM78xx?

L'alternativa è utilizzare una batteria 3s per i vari "accessori" pilotati da Arduino e una 2s per Arduino (che quindi avrebbe dai 7,4 agli 8,4)....

Altra cosa: al momento per le diverse prove ho sempre alimentato un LCD 20x4 da Arduino....a regime conviene alimentarlo separatamente utilizzando un regolatore di tensione tra batteria e LCD o posso continuare a collegarlo all'uscita 5v di Arduino?

Grazie.

Quella che fai è la cosa migliore, riaprire un Topic che già tratta l'argomento di interesse; se facessero tutti così avremmo meno della metà dei topic attuali. Puoi usare la batteria anche direttamente, frapporre un 7808/9 significa solo distribuire la dissipazione; il vero problema è capire quando eroga il regolatore interno di Arduino per vedere se la potenza dhe deve dissipare è compatibile col componente o meno.

Il consumo dell'LCD sta praticamente tutto nella retroilluminazione, quelli più recenti, almeno i tanti che ho provato io, assorbono 60-70mA con la retro accesa, a motivo del fatto che è già limitata internamente. In questo caso puoi continuare a prelevare la tensione dal pin 5V di Arduino, Invece se hai un modello di quelli che assorbono 200-250mA conviene decisamente alimentarlo esternamente.

una curiosità: per alimentare arduino con la lipo 3s posso usare il plug da 2,1?

Leggendo alcuni doc mi è nato il dubbio che il plug sia per alimentatori dc mentre le batterie devono essere collegate sui pin Vin e GND…

La Vin si trova a valle del diodo, la presa jack japan a monte, quindi l'unica differenza "a favore" della Vin ce l'hai quando la sorgente di alimentazione è inferiore a 7V, con la Vin non hai l'ulteriore caduta di tensione del diodo, per il resto non cambia nulla, anzi restare a monte del diodo significa essere garantiti da eventuali inversioni di polarità.