Amplificare segnale <1v

Trisonic: Comunque tutto l'accrocchio è sempre per il raymarine st50

Magari se dicevi subito che devi leggere un SS94A era meglio :D Dal tuo ST50 hai due distinte uscite, una puramente digitale sotto forma di impulsi che rappresentano la velocità del vento, una sotto forma di due distinte letture analogiche, gli SS94A, che ti dicono la direzione del vento, serve un pochino di trigonometria per combinare i due valori e ottenere l'angolo. Il SS94A è un sensore magnetico di precisione di tipo raziometrico, ovvero il segnale in uscita è direttamente proporzionale alla tensione di alimentazione, come prima cosa devi verificare se l'anemometro è dotato di un suo regolatore di tensione interno altrimenti dovrai provvedere tu ad alimentarlo tramite uno esterno. Adesso non devi fare altro che usare il tuo tester cinese e misurare la tensione massima e minima che ottieni girando lentamente la banderuola per la direzione del vento, una volta che ci fornisci questi dati "magicamente" apparirà lo schema dell'amplificatore che ti serve.

astrobeed:

Trisonic: Comunque tutto l'accrocchio è sempre per il raymarine st50

Magari se dicevi subito che devi leggere un SS94A era meglio :D Dal tuo ST50 hai due distinte uscite, una puramente digitale sotto forma di impulsi che rappresentano la velocità del vento, una sotto forma di due distinte letture analogiche, gli SS94A, che ti dicono la direzione del vento, serve un pochino di trigonometria per combinare i due valori e ottenere l'angolo. Il SS94A è un sensore magnetico di precisione di tipo raziometrico, ovvero il segnale in uscita è direttamente proporzionale alla tensione di alimentazione, come prima cosa devi verificare se l'anemometro è dotato di un suo regolatore di tensione interno altrimenti dovrai provvedere tu ad alimentarlo tramite uno esterno. Adesso non devi fare altro che usare il tuo tester cinese e misurare la tensione massima e minima che ottieni girando lentamente la banderuola per la direzione del vento, una volta che ci fornisci questi dati "magicamente" apparirà lo schema dell'amplificatore che ti serve.

E più o meno questo lo avevo capito, leggendo il blog dello spagnolo e per fortuna ho già tutto il codice. Ma il problema, per ora, non sono gli SS94A. Per quelli dovrei usare un partitore di tensione (così come ho disegnato nei miei schemi), non ci sono regolatori di tensione interni (guarda http://localhostr.com/files/sMRjOYQ/Wind_Sensors.pdf).

Il problema, per ora, è solo nell'anenometro (e non la veletta), che usa un sensore (pare) magnetico 11A/114. Ed è questo sensore che da l'impulso minore di 1v.

AnTrea: Il problema, per ora, è solo nell'anenometro (e non la veletta), che usa un sensore (pare) magnetico 11A/114.

Ti vuoi decidere a fare questa benedetta misura che ti ho chiesto ? Se non lo fai te la scordi una soluzione.

astrobeed: Ti vuoi decidere a fare questa benedetta misura che ti ho chiesto ? Se non lo fai te la scordi una soluzione.

Mi sa che non funziona proprio nulla.

L'anemometro emette 9.35v fissi

Un sensore hall: 9v fissi L'altro: 11.48v fissi

Mi sa che mi è stato prestato proprio perchè non funzinoava nulla... possibile?

Alla faccia dei milliV. :astonished:

E' tutto fisso qui... non varia proprio nulla.

Da uno dei manuali leggo: "The voltage should pulse from about 2.1 volts to close to 8 volts. If the wind is driving the anemometer too fast, the voltmeter may not be able to read the pulses. If the rotational speed of the anemometer is less than one rotation per second you should see the pulses. If you do not see pulses at a slow rotational speed, then the sensor has failed."

Basta, lo restituisco.

alla faccia dei mV sì ]:D Praticamente hai aperto un Topic sulla base di ciò che ti è stato detto senza fare un minimo di verifiche? Se hai valori fissi ed immutabili, insensibili alla rotazione dell'anemometro ed a quella della banderuola, penso proprio che sia rotto, forse dovresti provare a chiedere a chi te l'ha prestato cosa si aspettava da te ;) magari ora ti affibbia la colpa e lo vuole nuovo :disappointed_relieved:

[quote author=Michele Menniti link=topic=143336.msg1094318#msg1094318 date=1359466550]Praticamente hai aperto un Topic sulla base di ciò che ti è stato detto senza fare un minimo di verifiche?[/quote]

La chiamo raccolta di informazioni e documentazione. :D

[quote author=Michele Menniti link=topic=143336.msg1094318#msg1094318 date=1359466550]magari ora ti affibbia la colpa e lo vuole nuovo :disappointed_relieved:[/quote]

Tiè!

Sicuro di aver collegato correttamente il tutto ? Mi pare improbabile che di tre sensori distinti non ne funziona nemmeno uno. Il sensore per la velocità del vento è questo, è un comunissimo switch hall, ovvero quando il campo magnetico supera la soglia l'uscita va alta, quando il campo magnetico va sotto la soglia (quella inferiore è diversa da quella superiore) l'uscita va bassa, la tensione in uscita non è <1V, è quasi la tensione di alimentazione del sensore che può essere compresa tra 3 e 24V. Per misurare la velocità del vento non devi fare altro che contare gli impulsi positivi nell'unità di tempo e poi convertirli nell'unità di misura che preferisci, però senza sapere un valore di riferimento, che dipende da come sono fatte le palette, puoi tararlo solo con lo spannometro.

Oggi ho portato l'anemometro in un lab all'università e lo abbiamo attaccato ad un oscilloscopio... funziona funziona! Era il mio multimetro che non leggeva bene...

E' proprio vero: sono i giusti utensili che ti fanno capomastro!

AnTrea: Oggi ho portato l'anemometro in un lab all'università e lo abbiamo attaccato ad un oscilloscopio... funziona funziona! Era il mio multimetro che non leggeva bene...

E' proprio vero: sono i giusti utensili che ti fanno capomastro!

Che partano le fustigazioni! ]:D

ci rinuncio, forse è passato più di un anno da quando l'imploravo di non comprare più cag.... e spendere qualche euro per attrezzarsi nella decenza, ma sto guaglione tien'a capa tosta ]:D

AnTrea: Oggi ho portato l'anemometro in un lab all'università

Ma soprattutto, per essere passati 45 giorni dall'ultimo messaggio.... quanto è lontano questo laboratorio? :grin:

PaoloP: quanto è lontano questo laboratorio? :grin:

Con tutti gli scioperi dei mezzi, quelli dei netturbini, l'aumento del prezzo dei biglietti, 45 giorni è un buon tempo :grin:

LOL ...

Ma scusa, se e' un Hall, avra' l'uscita impulsiva, 1 (o tot, dipende da quanti magneti ha l'anemometro) impulsi per giro, da contare in seguito ... allora il problema dov'e' ? ... un banalissimo transistor con 2 resistenze ti da tutta l'uscita che vuoi ... :P

PaoloP:

AnTrea: Oggi ho portato l'anemometro in un lab all'università

Ma soprattutto, per essere passati 45 giorni dall'ultimo messaggio.... quanto è lontano questo laboratorio? :grin:

Perchè non sapevo dell'esistenza di un laboratorio con attrezzature da laboratorio vecchio stile... troppi pc et simili oggigiorno :)

[quote author=Michele Menniti link=topic=143336.msg1194333#msg1194333 date=1365550719] ci rinuncio, forse è passato più di un anno da quando l'imploravo di non comprare più cag.... e spendere qualche euro per attrezzarsi nella decenza, ma sto guaglione tien'a capa tosta ]:D [/quote]

Il discorso è un pò più ampio... un oscilloscopio è un oscilloscopio! ma senza un background di elettronica che me ne faccio? :)

AnTrea: Il discorso è un pò più ampio... un oscilloscopio è un oscilloscopio! ma senza un background di elettronica che me ne faccio? :)

... sono degli ottimi fermaporte ... :P :D

scherzo ... ma a volte anche un'oscilloscopio del cavolo come quei DSO 062 LCD da 20KHz massimi che trovi in giro a 60 dollari, ti possono aiutare a risolvere qualche problema, e senza dover per forza imparare tutto sugli oscilloscopi ;)

Etemenanki: scherzo ... ma a volte anche un'oscilloscopio del cavolo come quei DSO 062 LCD da 20KHz massimi che trovi in giro a 60 dollari, ti possono aiutare a risolvere qualche problema, e senza dover per forza imparare tutto sugli oscilloscopi ;)

spara un paio di nomi va... che ci faccio un pensierino!

forse MHz? :D

C'è il DSO Quad recensito da Michele. ;) Non mi pare malaccio.