Ardu-Aquarium Controller v. 3.3.1

l'i2c mi pare arrivi a circa 10cm senza problemi, poi in realtà devi misurare l'effetto condensatore del cavo.

per il numero di periferiche, sono 127 massime via i2c.. un finto problema direi. Anche i seganli int possono essere messi tutti in parallelo su un pin arduino, che rilevato un int legge tutti i sensori.

in oltre è facile da trovare un programma i2c (non bloccante) detto "scanner i2c"; esso controlla tutti gli indirizzi i2c in cerca di risposta. quando la trova potete leggere il registro 0x00 che noterete essere sempre un codice che identifica univocamente un sensore: in base a ciò potete dinamicamente aggiungere e rimuovere sensori sul bus

lesto: Essitono vari sensori di temperatura i2c, non so però se già "incapsulati" a tenuta stagna..

forse ti confondi con bus OneWire, come i 18B20, non i2c, quindi non ci cono rpoblemi di distanza

nono, quì si parla di usare meno protocolli possibili, quindi è giusto dire i2c. :grin:

scusa, non ho letto tutto il topic, ma allora il problema distanza esiste, mica possono mettere l'arduino a mollo ?

ma c'e' lo schema elettrico di questo progetto oppure solo le foto delle bread ?

mica sta a mollo l'arduino, la soluzione è ugiale a quall on-wire, però risparmiano un sacco di ram e flash, certo la lunghezza (o meglio la capacità) del cavo del sensore sarà limitata, diciamo sui 10cm circa.

PaoloP:
Con la F, vai sempre tranquillo!! XD

Eheheh!!! Ora lo so, grazie Paolo!!! :wink:

Testato:
scusa, non ho letto tutto il topic, ma allora il problema distanza esiste, mica possono mettere l’arduino a mollo ?
ma c’e’ lo schema elettrico di questo progetto oppure solo le foto delle bread ?

Allego a questo topic l’ultimo aggiornamento e a questo punto lo aggiungo anche al topic iniziale… XD

lesto:
mica sta a mollo l’arduino, la soluzione è ugiale a quall on-wire, però risparmiano un sacco di ram e flash, certo la lunghezza (o meglio la capacità) del cavo del sensore sarà limitata, diciamo sui 10cm circa.

10 cm come lunghezza massima del cavo, è impossibile, sarà difficile stare sotto i 30cm anche metendo il pcb del controller in una scatola stagna all’interno del coperchio dell’acquario, è per questo che qualche post fà, ho parlato di integrare nel circuito l’ I2C expander http://www.ti.com/product/p82b715 che appunto dovrebbe risolvere il problema della lunghezza del bus, ho ordinato un pò di cosette per fare delle prove, vedremo cosa fare più avanti… :expressionless:

In allegato anche lo sketch rivisto in alcune parti, con la correzione della if suggerita da lesto, con le F() gentilmente inserite da leo72 e formattato un pò meglio, anche se l’uso quasi obbigato di un’editor esterno (Notepad++) non aiuta affatto, ma perché non aggiornano un pochino anche le visualizzazioni dell’IDE ufficiale =( che bello sarebbe poter chiudere/espandere i livelli anche lì…
Grazie di cuore a tutti.

Riccardo.

acquarium_controller_v3_1.ino (44 KB)

Nello schema hai messo in ingresso 1.2V e non 12V. :sweat_smile: :grin:

Le mie solite Riccardate :blush:

Corretto in tutti i post…
Grazieeee!!!

Riccardo

avrei due richieste/proposte: perchè il file non lo suddividete in modo tale che, chi non fosse interessato possa "tagliare" solo quello gli interessa? ad es. a me non interessa il ph o altro, ma interessano solo le luci (è un esempio!) dovrei spulciare tutto il codice ed eliminare ciò che non serve; sarebbe utile, a mio avviso, dare la possibilità di "modulare" il codice facilmente.

Seconda, molto simile alla prima, per lo schema elettrico sarebbe possibile modulare anche qui? Magari chi non ne capisce molto (come il sottoscritto) capire come collegare i sensori di temperatura può divenire un'impresa!!

con ifdef o (meglio imho, vistoche non ci sono richieste di "velocità") con classi e sottoclassi verrebbe molto bene.

lesto: l'i2c mi pare arrivi a circa 10cm senza problemi, poi in realtà devi misurare l'effetto condensatore del cavo.

per il numero di periferiche, sono 127 massime via i2c.. un finto problema direi. Anche i seganli int possono essere messi tutti in parallelo su un pin arduino, che rilevato un int legge tutti i sensori.

in oltre è facile da trovare un programma i2c (non bloccante) detto "scanner i2c"; esso controlla tutti gli indirizzi i2c in cerca di risposta. quando la trova potete leggere il registro 0x00 che noterete essere sempre un codice che identifica univocamente un sensore: in base a ciò potete dinamicamente aggiungere e rimuovere sensori sul bus

ma non arrivava a 10 m e oltre? http://forum.arduino.cc/index.php?topic=120403.0

o forse non ho capito?

con i cavi e resistenze giuste un metro… oltre puoi usare degli expander. come dicevo:

in realtà devi misurare l’effetto condensatore del cavo.

potreste evitare di essere troppo telegrafici? magari tra voi "elettronici" vi capite... ma chi non è del settore... non capisce una mazza!

il sensore di temperatura l'ho trovato e il cavo è lungo 1 m (appena sufficiente come lunghezza, secondo me) funzionerà sulla i2c o no?

ce ne facciamo pochino se è troppo complesso avere un cavo più lungo di 1 m

con gli expander dicono di arrvare a 10m, quindi ci siamo.

zioTonino: avrei due richieste/proposte: perchè il file non lo suddividete in modo tale che, chi non fosse interessato possa "tagliare" solo quello gli interessa? ad es. a me non interessa il ph o altro, ma interessano solo le luci (è un esempio!) dovrei spulciare tutto il codice ed eliminare ciò che non serve; sarebbe utile, a mio avviso, dare la possibilità di "modulare" il codice facilmente. Seconda, molto simile alla prima, per lo schema elettrico sarebbe possibile modulare anche qui? Magari chi non ne capisce molto (come il sottoscritto) capire come collegare i sensori di temperatura può divenire un'impresa!!

lesto: con ifdef o (meglio imho, vistoche non ci sono richieste di "velocità") con classi e sottoclassi verrebbe molto bene.

Questa cosa di dividere su più file lo sketch, è gia stata chiesta, ma io sinceramente non lo so fare, la risposta che poi ha dato lesto per me è vero e proprio arabo, sinceramente, ancora non mi capacito di essere arivato al punto attuale, piano piano e progredendo, sicuramente saranno strade che percorreremo, ma non nell'immediato purtroppo ancora no... Tempo fa però Leouz, propose al gruppo una versione light del controller con la sola gestione luci, questo fose al momento attuale è un obbiettivo tempo permettendo più alla mia portata. Vedrò di fare qualcosa anche per lo schema...

zioTonino: potreste evitare di essere troppo telegrafici? magari tra voi "elettronici" vi capite... ma chi non è del settore... non capisce una mazza! il sensore di temperatura l'ho trovato e il cavo è lungo 1 m (appena sufficiente come lunghezza, secondo me) funzionerà sulla i2c o no? ce ne facciamo pochino se è troppo complesso avere un cavo più lungo di 1 m

Se il sensore che hai trovato è quello dell’attuale progetto, allora è di tipo OneWire, e per quello nessun problema di lunghezza… Ad ogni modo, seguendo i suggerimenti di lesto, ho ordinato il sensore LM77 http://www.ti.com/product/lm77 e I2C non lo conosco e non ho trovato molto sul suo uso con arduino, ma da quel poco che ho potuto capire dal datasheet, potrebbe essere interessante per il nostro progetto… spero di riuscire ad usarlo… :cold_sweat:

Sul fatto di essere invece telegrafici, non mi pare, ricordati che c'è sempre san google, guarda cosa è riuscito a fare un inetto come me grazie ad un pò di ricerca :)

ok, se vogliamo rivedere il codice partiamo dalla sua architettura. Propongo di fare tutto i2c, ma grazie al sistema modulare non sarà un problema sostituire dei sensori con altri fintantochè si sappia programmare uno schetch per quel sensore. Puoi fare un elenco dei sensori che possiedi, cosa intendi misurarci, tipo di interfaccia e costo. Aggiungi a parte altre misurazioni che vorresti fare (non è importante scegliere un sensore a priori), io sono disposto a fare un oridine di alcuni (se non tutti) i sensori per poterti seguire con il codice e i test

fai conto che io ho una UNO e due Micro, non ho intenzione di prendere una MEGA(magari prendo un 644 o quel che l'è), quindi mi oppurerò di essere il più possibile "retrocompatibile"

Quindi ci serve: un elenco di sensori per metterci tutti d'accordo, un elenco di TUTTE le misure da fare (anche quelle in fututo aiuta assai). Per l'elenco io sceglierei di nonandare tanto sull'economico, ma piuttosto cercare di prenderli tutti da un unico rivenditore.

non capisco, forse semplicemente perche' non ho letto tutto il topic, perche' si vuole abbandonare il bus OneWire ? se e' per questioni di spazio lo si puo' pilotare senza la libreria e gestirlo via codice, in cambio si riceve: lunghezza dei cavi a piacere economicita' dei sensori esistenza a 4 soldi di sensori gia' impermeabili da immergere possibilita' di usarli su un bus a due cavi (il onewire e' predisposto sia per 3 cavi che per 2, con autoalimentazione derivata dal segnale stesso)

questo coso i2c invece che avete proposto ha bisogno minimo di 4 cavi

complessita hardware pèer risparmiare complessità software..

e il fatto di riscrivere lalibreria nel codice non credere che faccia risparmiare molto

Ed eliminando i2c andando totalmente su onewire ? Esistono tante periferiche onewire

ottima soluzione anche quella, perdiamo "l'accelerazione hardware" (e quindi è anche più pesante il codice essendo tutto implementato in software), ma ne guadagnamo in affidabilità (credo, non so se le librerie one-wire supportano l'hot-plug o si impallano come la Wire di arduino)