Arduino, Acquario e l'estate

Buongiorno a tutti,
Con l’arrivo dell’estate la temperatura in casa e’ salita fino a 28 gradi centigradi e, sono sicuro che continuerà a salire…
Io ho un piccolo acquario di 30 litri con delle neocaridini davidi (gamberetti d’acqua dolce) e, loro preferiscono temperature intorno ai 24 gradi centigradi o anche meno!
Allora la domanda e’ questa: per voi se uso una ventola per raffreddare il pc e la posiziono che fa aria sulla superficie dellacqua potrebbe raffreddare l’acquario? se si, Come potrei fare in modo che la temperatura non salga e non scenda da una determinata temperatura spegnendo e accendendo la ventola attraverso l’arduino? I valori del sensore di temperatura sono giusti o, tende a dare valori sballati?

Ecco qui uno sketch del programma che vorrei usare per attivare e spegnere la ventola attraverso la lettura di un sensore di temperatura:

const int sensorPin = A0;
const float baselineTemp = 24.0;
void setup(){
  Serial.begin(9600); //serve ad aprire una porta seriale tra computer e arduino
  for(int pinNumber = 2; pinNumber<5; pinNumber++){ //un trucco semplice se si vuole ripetere un ciclo si dice di andare dal pedino 2 al 4 in modo sequnziale
    pinMode(pinNumber,OUTPUT);
    digitalWrite(pinNumber, LOW);
  }
}
void loop(){
  int sensorVal = analogRead(sensorPin);
  Serial.print("Sensor Value: ");
  Serial.print(sensorVal); //la funzione Serial.print manda informazioni dall arduino al computer
  //converti la lettura ADC in tensione
  float voltage = (sensorVal/1024.0)*5.0;
  Serial.print(", Volts: ");
  Serial.print(", degrees C: ");
  // converti la tensione in temperatura
 float temperature= (voltage - .5) * 100;
Serial.print(temperature);
if(temperature <= baselineTemp){
  digitalWrite(2, LOW);

}else if(temperature > baselineTemp){
  digitalWrite(2,HIGH);
}

delay(1);
}

sapete come potrei immergere il sensore di temperatura sott acqua? il sensore di temperatura e’ quello che viene dato con lo starter kit dell’arduino uno.

ciao

Pota_Mota: Allora la domanda e' questa: per voi se uso una ventola per raffreddare il pc e la posiziono che fa aria sulla superficie dellacqua potrebbe raffreddare l'acquario?

Direi di no. Con una semplice ventola non puoi abbassare la temperatura.

ciao pippo72

No, se fai fluire aria a 28 gradi, non ti puo raffreddare meno della proprioa temperatura, appunto 28 gradi ... con un sistema ad evaporazione guadagneresti un grado o due, ma producendo troppa umidita' ...

Ti serve un sistema "attivo", o un refrigeratore o una pompa di calore, puo andare bene anche un'aggeggio autocostruito con una cella di Peltier, ma tieni presente che produce piu calore di quello che trasferisce, quindi scalderesti l'ambiente ancora di piu ...

Ciao Puoi provare uno scambiatore di calore usando l'acqua del rubinetto

Si, ma sai quanta ne fai andare ? :P :D

Etemenanki:
Ti serve un sistema “attivo”, o un refrigeratore o una pompa di calore, puo andare bene anche un’aggeggio autocostruito con una cella di Peltier, ma tieni presente che produce piu calore di quello che trasferisce, quindi scalderesti l’ambiente ancora di piu …

Concordo con la soluzione con la cella di Peltier, magari posizionata nel filtro.
Il fatto che produca più calore di quello che trasferisce è vero, ma nessun sistema fisico ha efficienza 100% per cui qualsiasi soluzione adottata inevitabilmente produrrà calore nell’ambiente (a meno che non si trasferisca all’esterno il calore, come si fa per i condizionatori portatili, cosa che però comporta problemi “logistici”;-)). In ogni caso non credo che questo aggeggio per raffreddare l’acquario possa influire in modo percettibile sul calore dell’aria della stanza (a meno che uno non abbia un acquario da 500 litri;-)), per cui se vuole sperimentare con Peltier a mio avviso è fattibile.

Male che vada avrà la cena pronta con i gamberetti lessi…:slight_smile:

Ciao, visto che ho anch'io un acquario e i tuoi stessi problemi ti consiglio anzitutto di spostarlo... sono solo 30 lt quindi è relativamente piccolo,leggero e "trasportabile". Spostalo in un luogo appartato dove è sempre sotto corrente d'aria (l'aria passa e non ti dico che sostituisca una ventola ma aiuta tanto e colpisce anche la superficie vetrata). Se decidi di montare una ventola assicurati che il flusso d'aria colpisca la superficie dell'acqua così da aiutare l'evaporazione e quindi la dispersione della temperatura in eccesso. In questo caso dovrai rabboccare spesso :( :( Se è uno di quelli chiusi, scoperchialo. Se è possibile solleva le luci / plafoniera di 15/20cm (riduci la quantità di calore prodotta). Qualsiasi soluzione dovessi scegliere non arriverai mai a 24 gradi a meno che tu non decida di munirti di un refrigeratore specifico per acquari o te lo autocostuisca utilizzando un minifrigorifero da camper per esempio.

Idea concepita e disegnata al volo, se realizzata bene potrebbe stare sopra l’ultima camera del filtro e non richiedere ne recipienti esterni ne pompe :wink: … e non e’ detto che non possa funzionare anche per acquari piu grandi :grin:

EDIT: se ci fate i soldi, voglio le royalties :stuck_out_tongue: :smiley: :smiley: :smiley:

Ho visto giusto ieri sul catalogo di futura elettronica questo modulo refigerante con una cella di peltier da 51 watts.

Link

Se non dovesse bastare esiste la versione sotto steroidi con 6 di quelle celle :grinning:

Link

I prezzi non sembrano neanche troppo alti.

Spero possa esserti d'aiuto :)

ciao
anche con questa soluzione devi far andare l’acqua

Buongiorno a tutti,

Lu0z:
Ho visto giusto ieri sul catalogo di futura elettronica questo modulo refigerante con una cella di peltier da 51 watts.
Link
Se non dovesse bastare esiste la versione sotto steroidi con 6 di quelle celle :grinning:
Link
I prezzi non sembrano neanche troppo alti.

Spero possa esserti d’aiuto :slight_smile:

Entrambe i sistemi linkati, raffreddano l’aria che passa nelle alette e non l’acqua, almeno a me sembra di capire questo, al più quindi si potrebbe pensare di montare le celle al contrario, in modo che venga raffreddata l’acqua, ma ci sarebbe il rischio che l’acqua venga poi contaminata a contatto diretto con il metallo del dissipatore.
Do anche io una soluzione, un pò più casareccia ma testata direttamente: io in passato ho usato un piccolo frigo da picnic ( link ), di quelli che funzionano a 12v nel quale facevo passate un tubicino (mandata e ritorno forzato dall’acquario) avvolto a spirale al suo interno, volendo puoi comandare la pompetta che forza il ricircolo basandoti sulla temperatura dell’acqua che puoi leggere usando i comunissimi sensori dallas link che come vedi si trovano già in versione water proof.

Ciao

grazie a tutti, solo oggi vi posso rispondere siccome prima ero in un periodo di esami :confused:
Alla fine ho deciso di tentare con la ventola da PC e, domani la metterò in funzione… Casomainon funzionerà proverò con la cella di peltier.
Mi resta un solo dubbio, la cella di peltier diventa anche calda giusto? Quindi, ci sarebbe insacco di perdita di calore/energia…

Pota_Mota: Buongiorno a tutti,

Ti invitiamo a presentarti (dicci quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione) qui: Presentazioni e a leggere il regolamento: Regolamento - qui una serie di schede by xxxPighi per i collegamenti elettronici vari: ABC - Arduino Basic Connections - qui le pinout delle varie schede by xxxPighi: Pinout - qui una serie di link [u]generali[/u] utili: Link Utili

Va bene, grazie del consiglio lo faro di sicuro! :)

Pota_Mota: Alla fine ho deciso di tentare con la ventola da PC e, domani la metterò in funzione...

... e per quale principio di fisica secondo te dovrebbe funzionare ? :o

No perché se soffi dell'aria a temperatura ambiente (quindi CALDA) sull'acqua che già è a contatto con quella temperatura ... cambia poco e, se invece speri di aumentare l'evaporazione e quindi abbassare la temperatura ... mi sa che di ventole te ce ne vorranno parecchie ... :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes:

Guglielmo

*P.S. : Inoltre, se veramente riuscissi a far evaporare velocemente tanta acqua da abbassare la temperatura dell'acquario da 29/30 gradi ai 22/23 richiesti ... avresti poi il problema di doverla rimboccare ... * :smiling_imp:

si! vorrei provare con l'evaporazione... vedo che siete tutti un po scettici sull'utilizzo di quest metodo (a dire la ferita anche io lo sono)! comunque io faro un esperimento e vedrò se funziona (tenendovi aggiornati con fotografie e altro). Sapreste in che tipo di negozio si possono trovare sensori per l'arduino (vorrei comperare un sensore di temperatura impermeabile)?

L'evaporazione e' poco efficente, in quei casi, inoltre aumenta la percentuale di umidita' dell'ambiente circostante ...

Per il sensore impermeabile, lo puoi facilmante costruire immergendo brevemente una NTC con i fili saldati bene in vernice flessibile, smalto per unghie o plastivel (almeno 4 o 5 immersioni, intervallate da un paio d'ore per far asciugare bene lo strato precedente, ed ovviamente anche una parte del filo va immersa, almeno 1cm), oppure in resina epossidica bicomponente di buona qualita' (un'immersione, far sparire ogni bollicina, poi lasciare asciugare per alcune ore, una seconda solo se la prima non ha dato uno strato abbastanza spesso)

Cari amici salve.
ho letto un po’ la domanda e le risposte e mi sento di intervenire per fare un po’ di chiarezza.
Tutto il problema deve essere affrontato con uno studio termodinamico abbastanza semplice.
Infatti devi considerare che il tuo acquario riceve una quantità di calore dall’esterno che
tende a fare innalzare la temperatura, ma che tu devi togliere per mantenere la detta temp
al valore di set.
se quindi i 30litri di acqua salgono in un’ora di un grado vuol dire che l’ambiente gli fornisce
circa 30Kcal/ora(con buona approssimazione).
La caloria è l’energia necessaria per innalzare da 14,5 a 15,5 °C la temperatura di 1 g di acqua distillata posta a livello del mare (pressione di 1 atm)
Quindi in tale caso dovrai togliere ben 30Kcalorie/ora che convertiti in watt equivalgono a 1,163*30=34,89 W/ora
1 kcal/h = 4186.8/3600 W = 1.163 W

in pratica il tuo sistema di raffreddamento dovrà essere in grado di togliere circa 35Watt/ora per ogni grado.
Quindi ecco cosa si deve fare:
1: osservare la velocità di innalzamento della temperatura per capire quanto è il calore fornito dall’ambiente
2: in base a ciò calcolare quanta potenza frigorifera serve
3: dopo aver trovato il detto valore valutare se le celle di peltier sono capaci di effettuare tale raffreddamento o forse magari ti conviene usare un apposito sistema di refrigerazione?

La prima cosa da fare è sicuramente quello di posizionare l’acquario in un posto ventilato e al fresco in modo da diminuire al minimo il calore apportato.
Poi dalla mia esperienza dovrebbero bastare 35Watt/ora se abiti in montagna o al nord sulle alpi, ma dalle parti mie (Sicilia) serve quasi il doppio della potenza.

Allora per mettermi al sicuro farei così:
comprerei due celle di peltier da 30W ognuna.
Dal lato freddo devi considerare di far circolare l’acqua ad una velocità tale da sfavorire il formarsi di ghiaccio.
Dal lato caldo raffredderei sempre ad acqua (es acqua di rubinetto o acqua della piscina :wink: :wink: :wink: .
poi metterei due sensori di temperatura:
uno in vasca e uno sul lato caldo.
in tal modo l’arduino comanderebbe la pompa del circolo acqua lato acquario in funzione della temperatura dell’acquario, e la pompa dell’acqua della “piscina” in funzione della temperatura del lato caldo della cella.

Penso di aver detto abbastanza.
ciao.

Se tu potessi usare l'acqua del rubinetto per raffreddarci le celle di Peltier, avresti gia risolto molto piu semplicemente facendola circolare in un radiatorino di alluminio anodizzato o di inox immerso nell'acquario (ma comunque vada, consumeresti una marea di acqua del rubinetto ;))

Se l'acquario e' messo in una posizione ventilata, puo realizzare un'aggeggio tipo quello che gli ho postato (anche con due celle, se serve, basta fare il blocco immerso piu grande), e raffreddare le celle dal lato caldo con un ventolone ed una condotta che porti l'aria calda all'esterno, o comunque lontana dall'acquario ... tieni comunque presente che il sistema con le celle scalda molto piu di quanto "raffreddi", perche' oltre al calore che pompa via dall'acqua, deve dissipare anche quello prodotto dalle celle durante il funzionamento, e quello dell'alimentatore delle celle (un'alimentatore da 12V e 4 o 8 A scalda pure lui, anche se switching)