Arduino Due VS Arduino Mega per iniziare.

di progetti in mente ne ho molti. Da ingegnere meccanico trattano tutti prevalentemente di movimentazione (cnc, stampa 3d, bracci robotici, macchine telecomandate ecc.) con sensori di supporto. Tuttavia se nella meccanica posso dire tranquillamente di cavarmela nell'elettronica e nella programmazione posso dire di avere veramente solo le basi. Dunque si imparare ma farlo su qualcosa che sia altamente propedeutico a gli obiettivi sopra esplicitati. Il dubbio, ripeto, è venuto guardando il mondo delle stampanti 3d dove schede come Arduino mega+RAMPS risultano obsolete a favore di schede da 32bit, soprattutto in termine di velocità di stampa e qualità (senza considerare possibili optional come sensore livellamento ecc.). Naturalmente l'obiettivo è creare un qualcosa al passo coi tempi e non caricare semplicemente Marlin (firmware free per stampa 3d, e non solo) sulla configurazione precedentemente detta.

ard_newbie:
UNO o MEGA sono sicuramente le migliori schede da cui iniziare.

Dire che un ARM Cortex M3 è obsoleto è una sciocchezza. Arduino ha rilasciato una nuova versione di DUE nel 2017

… sempre una vecchia scheda è … tuttora basata sul SAM3X8E e su cui nessuno sviluppatore investe tempo oggi per preparare librerie specifiche, quindi … quello che c’è c’è … poi … de gustibus non est disputandum.

In ogni caso NON è adatta alla scarsa preparazione del OP.

Guglielmo

UNO, senza dubbio alcUNO scusate il gioco di parole solo dopo che hai ben capito cosa si puo' fare e cosa vuoi fare puoi decidere cosa ti serve per fare quello che vuoi fare

Dunque opterò per un Arduino Mega e come consigliato mi farò un po' le ossa. Pongo a questo punto un'ulteriore domanda (dopo aver usato il tasto cerca ma senza aver trovato nulla). Nel caso sia necessario aprire un altro post lo farò.

quali sono i componenti necessari per iniziare? sapreste farmi una breve lista in modo da riuscire a prendere il tutto in un singolo ordine?

Grazie.

Dipende da quello che vuoi farci. Possono esserci sensori di temperatura, umidità, pressione, display LCD, oled, 7 segmenti, motori, stepper, encoder, celle di Peltier, e mille altre cose, senza entrare nel merito dei circuiti integrati.

Almeno le "categorie" devi sceglierle tu! :)

Ci sono i cosiddetti "starter kit" https://store.arduino.cc/genuino-starter-kit o su amazon - ebay - aliexpress trovi dei kit economici con una vagonata di cinesate

Almeno un tester dovrai comprarlo.

Poi: Cacciaviti, pinze, forbicine eccetera ed impara anche a saldare (quindi ti serve il saldatore)

purtroppo con l'arduino mega (originale) non esistono starter kit. dite che replicarlo, comprando singolarmente i componenti, sia una buona idea?

oltre ai vari sensori intendevo quali sono i componenti come resistenze, diodi, condensatori, induttanza....maggiormente usati?

Puoi guardare le schede di Pighi su vari collegamenti di sensori/circuiti e fare una lista di cosa potrebbe servire.

Di solito induttanze zero.
Resistenze direi 1,10,100K per alcuni circuiti e pullup/pulldown, poi alcune R adeguate per i led (330 ohm e misure attorno a quella (es.470,280) oltre a qualche 100ohm)
Diodi 1N4148,1N4007
Condensatori, elettrolitici 100nF (ovvero 0,1uF) , e misure base 1uF 10uF 100uF, di solito si trovano pacchetti con un pò tutte le misure (evita gli estremi, elettrolitici enormi)
Condensatori ceramici se vuoi fare un arduino standalone almeno 2 da 2pF e un cristallo a 16Mhz
Transistor, BC517 e 2N2222. Mosfet se interessa pilotare strisce a 12V, IRL540
Led e pushbutton. Magari un potenziometro non lineare da 10K o 100K.

Non puoi comprare un kit con arduino uno e poi separatamente una mega ?
avresti due schede, per poter fare anche prove di collegamento tra due schede via seriale, i2c o spi.

nid69ita: Puoi guardare le schede di Pighi su vari collegamenti di sensori/circuiti e fare una lista di cosa potrebbe servire. https://forum.arduino.cc/index.php?topic=146152.msg1098046#msg1098046

Non puoi comprare un kit con arduino uno e poi separatamente una mega ? avresti due schede, per poter fare anche prove di collegamento tra due schede via seriale, i2c o spi.

quoto integralmente. Tieni conto che una buona fetta dei problemi citati qui sul forum sono di comunicazione tra enne macchine. Così potresti portarti avanti ed evitarli....

guardando sui vari siti di rivendita ufficiale di Arduino trovo i seguenti kit:

-Arduino Starter Kit completamente in italiano -Starter kit con Arduino Uno rev 3 -Kit workshop base con Arduino Uno rev3 -Kit workshop avanzato con incluso Arduino Uno rev3 -le ultime 3 uguali ma per genuino (che per quello che ho capito sono la stessa cosa, provengono da una scissione interna dell'azienda madre. chi supporta questo forum tra le due piattaforme?)

quale mi consigliate?

a cosa serve unire due schede oltre che ad aumentare il numero di pin?

Non "unire" le macchine, metterle in collegamento, per scambio dati e comandi per il consiglio? se hai una passione prendi quello che ti appassiona di più, altrimnti prendi quello che costa di meno, perchè tanto ora che definisci e intraprendi progetti avrai cambiato talmente tante volte idea (non è negativo, intendiamoci) che "qualunque" scelta tu faccia adesso sembrerà sbagliata, vista dalla fine

Avere due schede può anche servire per avere 1 progetto (in evoluzione) che ti blocca una scheda (perchè non è detto che in 1 giorno fai tutto) mentre l'altra è libera per fare esperimenti

in che senso passioni? Sono sicuramente appassionato di meccanica quindi motori, encoder... sono cose che mi interesserebbe usare. Penso però che dovrò sempre partire dal famoso led per imparare ad applicare un po' di elettronica e prendere dimestichezza con il linguaggio di programmazione pur essendo un simil C.

sicuramente mi avete convinto a prendere due schede (scusate la stupidaggine ma già mi sto immaginando una macchina radio comandata :) )

Ok, ma prima di partire per la sindrome di Gundamm meglio se fai le cose con calma. I passi sono: Hoil manuale di C, Ho Arduino, Ho un led Ho acceso il led, Ho un pulsante Ho acceso il led con il pulsante, Ho un altro led ... ... ... ... ... .. Ho un motore ... ... ... ... Ho una macchina telecomandata.

Regola base: fai piccoli passi e fallì fino in fondo. Sembrerà inutile, ma hai una base solida

Per la parte più "elettronica" dello studio, direi di cercare sulle bancarelle dell'usato qualche testo delle superiori istituti tecnici per periti industriali, partendo da elettrotecnica e magari qualche "manuale del perito" non troppo vecchio.

Se si volesse rimanere più "pratici", ma con alcune lacune teoriche, "Imparare l'elettronica partendo da zero", della mitica ma fallita Nuova Elettronica. Occhio che è comunque materiale protetto da copyright.

ok ma per quanto riguarda il kit di partenza quali dei precedentemente illustrati mi consigliate?

quando parlate di lacune teoriche di cosa parlate? "come è fatto" il componente (cosa a mio modo di vedere relativamente inutile) o particolarità sul funzionamento?

Diciamo che "afferma" più che "spiegare", come se in questo forum dicessimo "usa millis() al posto di delay()" senza spiegarne le motivazioni in modo abbastanza chiaro.

Finché si tratta di hobby può andare bene, se già uno si "interfaccia" con il mondo del lavoro diventa poco professionale...

Grazie mille per le info. Prenderò il kit classico di Arduino ed inizierò bisogna rompere il ghiaccio. Spero di non rompere troppo le scatole a voi in futuro.

Grazie ancora.

Pak