Arduino minimale dubbio

Salve, ho un circuito standalone cpm atmega328, in questo ho pin 7 e 8 connessi rispettivamente a vcc e gnd, e i pin 20, 21 e 22 connessi a vcc, vcc e gnd.
Quello che chiedo è se ci sono delle condizioni secondo le quali potrei lasciare non connessi i pin 20 21 22 per semplificare il circuito.

No anzi dovresti aggiungere almeno un condensatore e una resistenza e se pensi di usare l'adc serve anche altra roba. ...

Nei tutorial diffusi in rete del condensatore non si parla.
Comunque adesso mi documento bene.

I tutorial diffusi in rete fanno schifo nel 90% dei casi e stasera mi sento generoso :slight_smile:

Dire che fanno schifo mi sembra un pò esagerato, in fin dei conti le cose che spiegano vanno bene.
Io ho realizzato circuiti funzionanti. Quello che mi viene da dire al massimo è che sono incompleti.

Come preferisci il succo non cambia. Un'auto senza sterzo funziona.......finché non trovi una curva......

Come preferisci il succo non cambia. Un'auto senza sterzo funziona.......finché non trovi una curva......

Noooo, questa è troppo bella, me la devo appuntare. :wink:

PS:pensa che ho fatto login solo per postare qui.

Ciao.

Nel dubbio allego una parte dello schema di un mio circuito.
I dettagli importanti sono che è collegato ad una eeprom, che legge lo stato di due pulsanti da due
interrupt e che genera un segnale pwm.
Quindi deduco che non sto usando l’ADC.
Se a qualcuno va di valutare la validità, mi fa un favore.
Grazie in anticipo.

Mancano 4 condensatori da 0,1µF. Sul ATmega sul EEprom e 2 sul 7805.

Ciao Uwe

Dimenticavo: uso il clock interno da 8 mhz.

ultrasound91:
Dimenticavo: uso il clock interno da 8 mhz.

Ok si vede ma i condensatori ci vanno comunque.
Ciao Uwe

Ho cercato in rete ma non ho trovato alcuna guida d’aiuto, neanche su google immagini ci sono schemi che includono condensatori da 0.1.

ultrasound91:
Ho cercato in rete ma non ho trovato alcuna guida d'aiuto, neanche su google immagini ci sono schemi che includono condensatori da 0.1.

Perché come dice Michele il 99%, io non sono ottimista come lui, di quello che trovi è fuffa :slight_smile:
Oltre ai condensatori, obbligatori, mancano pure le pull up del I2C, obbligatorie pure queste, tutte quelle resistenze su i pulsanti sono inutili, collegali tra il pin e GND attivando la pullup sul pin.
Tutti i pin di alimentazione di un micro vanno sempre connessi perché servono per distribuire correttamente la corrente.

Probabilmente non hai guardato l'unico schema che dovevi guardare, quello originale delle board Arduino. Comunque dopo che ti è stato detto e ribadito da gente più autorevole di me penso che dovresti aggiungerli questi benedetti condensatori, vanno tutti tra VCC e GND, vicinissimi ai relativi pin, nel caso del regolatore vanno in parallelo ai due elettrolitici, sempre molto vicini ai pin del regolatore stesso. Il pin 21 non serve collegarlo a VCC, puoi ignorarlo. I tastini, come ti è stato spiegato li colleghi tra il pin e GND, poi attivi le pull-up via software e così togli tutte quelle inutili resistenze.

@ Mauro: è quella che in didattica si chiama 5a abilità, in sintesi "non ha importanza come parli, l'importante è che tu ti faccia capire.....", oltre questa si passa direttamente al detto "si lu sceccu non voli vivìri, a voglia mu frischi", credo che sia molto simile alla vostra versione :slight_smile: Un caro saluto, è da tanto che non ti leggevo....

@Michele:
viva Wikipedia!!
https://it.wikiquote.org/wiki/Proverbi_reggini

;D ;D

leo72:
@Michele:
viva Wikipedia!!
Proverbi reggini - Wikiquote

;D ;D

tu...invece di perdere tempo con wikipedia.... :grin: :grin:
comunque in effetti ho citato la versione reggina, che è molto simile a quella siciliana, noi del nord :stuck_out_tongue_closed_eyes: la citiamo in modo differente ma con lo stesso significato.
Naturalmente chiarisco subito che questo piccolo OT esula dal contesto di questo Topic e non vuole essere un riferimento a nessuno, era solo per completare il discorso con Mauro.

Non mettere la Tua luce sotto lo sgabello (detto tedesco). Non cadere nel effetto calimero. :wink: :wink: :wink:
Sei autorevolissimo.

@ resistenze I2C
Per corte distanze e un Device collegato bastano gli pulup interni che vengono attivati automaticamente. per questo non ho criticato la mancanza di pullup esterni.

Ciao Uwe

uwefed:
Per corte distanze e un Device collegato bastano gli pulup interni che vengono attivati automaticamente. per questo non ho criticato la mancanza di pullup esterni.

Non bastano perché le specifiche I2C richiedono come minimo una corrente di 1 mA sulle pull up, pertanto non più di 5k su 5V, se non si rispetta questa semplice regola c'è una elevata probabilità di incorrere in problemi di comunicazione sul bus.

Ciao a tutti,
in questi ultimi mesi più che per curiosità che per altro mi è capitato di cercare in internet varie versioni di "Arduino standalone", ora purtroppo leggo qui che moltissime sono da scartare perchè non fatte bene :cold_sweat:

Questa presente proprio sul sito ufficiale di arduino è attendibile?

Venendo al discorso condensatori, invece rimango mooolto confuso :fearful: ...

Se guardo il datasheet del 7805 trovo che per applicazioni tipiche come un "Fixed-Output Regulator" servono 2 condensatori da 0.33uF e 0.1uF.

Nella guida sul sito di arduino e nell'immagine postata da ultrasound91 si parla di 2 da 10uF.

Quindi perdonate la mia ignoranza, ma quali sono i valori corretti? Ne vanno messi altri?

I condensatori ceramici da 100 e 330nF (ma bastano anche due da 100nF) collegati vicini al regolatore servono per prevenire/evitare l'autooscillazione del regolatore stesso ... se succedesse, il regolatore non "regolerebbe" piu, mandandoti all'uscita una tensione troppo alta (e friggendoti il tutto :P) ... quindi anche se l'autooscillazione non capita spesso, e' sempre il caso di metterceli ogni volta :wink:

Poi che ci sia gente che non li ha usati e non e' successo nulla, e' vero ... ma considerando il rischio di friggere tutta la logica, visto che basta che succeda una volta ...