arduino nano e raberry pi 2

Buona sera,

Sto cercando di collegare un arduino nano a una rasberry pi 2 ma mi succede una cosa strana quando collego il cavo usb tra i due dispositivi il modulo rx 433mhz collegato all'arduino smette di ricevere dati. Invece l'arduino continua a comunicare con il rasberry normalmente inviando dati sulla seriale! Avete qualche idea?

Mic

Sí. Stai usando la seriale per 2 cose (modulo RX433MHz e USB)

Usa un Arduino Micro. Quello ha 2 seriali indipendenti ( USB e seriale sui pin 0 e 1) oppure collega il modulo su una seriale software.

Ciao Uwe

ho fatto ancora qualche prova e sono stato forviato!

Il problema mi si presenta quando la sorgente è un alimentatore 230V quando invece la sorgente è una batterie 5V (Power bank) funziona tutto ... posso dedurre che sia un distrurbo che mi entra dalla 230V e mi viene trasferito alla 5v? ma come potrei evitare che tale disturbo vada a bloccare il modulo rx 433Mhz collegato all'arduino! ho visto che alcuni mentono restistenze e condensatori sul pin data ... ma non he ho capito la logica. (L'alimentatore è uno di quelli commerciali per cellulari) Avete qualche suggerimento?

Ma Arduino lo alimenti con il cavo USB della Raspberry, o altro ?

Per comodità sto alimentando l'arduino con un cavo usb collegato alla raspberry (aliemntazione e comunicazione) e il raspberry alimentato da un power bank ma quando sostituisco il power bank con un alimentatore il modulo rx 433Mhz dell'arduino smette di funzionare... stesso comportamento me lo ritrovo anche se alimento direttamente l'arduino escludendo il raspberry. Ho anche sostituito diversi alimentatori ma penso di tirare dentro sempre qualche disturbo dalla 230V. Poi alla fine del progetto avranno due alimetazioni dedicate perchè la parte arduino dovrà funziona anche in assenza del rasberry.

Buona sera, vorrei provare a collegare un condensatore per limitare i disturbi, mi sapete dire le caratteristiche? lo devo collegare in serie al positivo +5V o in parallelo tra il positivo + e il negativo - o entrambi? (non trovo nessun schema su internet).

Il condensatore in corrente continua si comporta (a regime) come un circuito aperto.
Quindi se lo colleghi in serie, è come se interrompessi il circuito.

Dipende poi da cosa intendi per “condensatore antidisturbo”, ci sono tanti disturbi e di conseguenza tante soluzioni. Le due più usate sono: elettrolitico fra + e GND per filtrare l’alimentazione, piccolo condensatore da 100 nF da collegare fra + e GND su ogni integrato… spargere i condensatori è un’arte, oltre che una scienza :slight_smile:

ok per iniziare usero un elettrolitico da 100nF ma c'è ne sono per varie tensioni dovrei usarne uno da 5V? o anche se è da 50V va bene lo stesso? non ho molta famigliarità con i condensatori.

parlavo di "condensatore antidistrurbo" perchè leggendo per i forum ho notato che vengono usati spesso come filtri per i disturbi e io quando uso il power bank non ho problemi invece quando uso l'alimentatore non ricevo più niente...

Penso che il problema sia l'alimentazione 5v che devo renderla + stabile e lineare possibile aggiungendo un bel pò di condensatori, al fine di evitare oscillazioni.

Penso che il problema sia l'alimentazione 5v che devo renderla + stabile e lineare possibile aggiungendo un bel pò di condensatori, al fine di evitare oscillazioni.

Guarda che il regolatore su Arduino serve proprio a questo

ok domani provo, abbadono l’alimentazione da usb e vado con un 10v sul vin, poi uso il pin 5v per alimentare il modulo radio, poi utilizzerò un’altro alimentatore a 5v per la “parte di potenza”, speriamo…

per la "parte di potenza",

Ma di che modulo stiamo parlando ?

il modulo rx 433Mhz è tipo questo

http://www.buildcircuit.com/how-to-use-rf-module-with-arduino/

poi all'arduino ci ho colegato 3 led, 4 relè (interfacciati dai 2n7000), 1 buzzer (interfacciato da un 2n7000).

hai relè ci saranno collegate utenze a 12V, Sirena esterna , Sirena interna, lampada di segnalazione.

Ah, mica ci puoi collegare tutta codesta roba ( i relè ) sul 5v di Arduino. Da USB probabilmente ce la fai, ma con il regolatore interno di Arduino ( alimentatore su 230Vac ) sicuramente no.

Fai come hai detto, i relè alimentali separatamente

ho fatto qualche prova, utilizzando un vecchio alimentatore (trasformatore con ponte a diodi) a posto dei più moderni elettronici e aggiungendo un paio di condensatori in ingresso alla mia scheda, le cose sono decisamente migliorate... ascolterò il cosiglio di paulus1969, incomincerò a inserire condensatori, sparsi vicino hai vari componenti, per ridurre ulteriormente i disturbi... nel frattempo cercherò, un alimentatore vecchio tipo che eroga almeno 2A / 4A per alimentare tutto il progetto.

Senza dubbio la soluzione migliore :) Per un circuito che mi ero fatto, lo switching cinese da 12v 2A (con arduino nano) riusciva a disturbare il convertitore AD del sensore di temperatura. Con i condensatori ho migliorato molto ma la svolta è stata la sostituzione con un alimentatore a trasformatore, un 100nF ed un elettrolitico da 1000uF sul "nuovo" alimentatore ed infine un 100nF ai capi del circuito integrato del convertitore analogico digitale. In ogni caso, quando possibile, è meglio utilizzare relè a 12v e pilotarli da arduino tramite un transistor o mosfet così da ridurre sia le potenze dissipate che i disturbi sulla linea a 5V