Arduino... prezzi e dove...

Ciao a tutti. Onde evitare insulti dico subito che no, 35€ per Arduino non sono tanti. Praticamente su wired di novembre si parlava del fablab e di toolbox coworking dove arduino viene venduto in una macchinetta per le merendine alla modica cifra di 20€ in monetine (pag97). Ora perchè ordinandola dal sito alla fine vengono 34€? Almeno l'iva non dovrebbe essere compresa anche in quella della macchinetta? Capisco che non sia tanto però la differenza si sente, cioè 8€ di sped su 20€ di prodotto pesano tanto. Gli altri siti mi pare facciano già un prezzo di partenza persino più alto quindi non so... ripeto 34€ non sono troppi, ma è la differenza di prezzo che mi lascia un po' lì, un prodotto da 20€ alla fine ne costa molti di più.

Già che ci sono una piccola domanda. Ma la Leonardo ha come unica differenza pratica il fatto che ha un solo processore per usb ed esecuzione? O c'è qualche "svantaggio" o differenza??

Sia chiaro che non voglio attaccare nè Arduino nè chi lo produce, ma solo capire queste diffenze.

VirtualFlyer: Ciao a tutti. Onde evitare insulti dico subito che no, 35€ per Arduino non sono tanti.

Il prezzo ufficiale di Arduino UNO r3 è 20E +iva, ovvero 24.2 Euro, è più o meno uguali presso tutti i rivenditori se parliamo di una UNO originale, a quel costo devi aggiungere la spedizione che a seconda del fornitore cambia come importo ed ecco che il prezzo finale può oscillare di qualche Euro a seconda di dove compri la scheda. Esempio pratico, se acquisti Arduino da Robot Italy la UNO r3 costa 24.2 Euro (prezzo ivato) e la spedizione 6.9 Euro, in totale spendi 31.1 Euro.

quindi in pratica la uno di quella macchinetta è in "offerta"?

riguardo alla Leonardo invece?

VirtualFlyer: quindi in pratica la uno di quella macchinetta è in "offerta"?

Dato che non so di che macchinetta parli posso solo ipotizzare che si trattava di una offerta speciale, è una normale pratica commerciale, come al supermercato trovi gli sconti 30-40-50%, il 3x2, il 2x1, puoi anche trovare Arduino scontato del 21% e visto dato che lo ritiri direttamente non paghi il corriere.

No guarda, è proprio un distributore di merendine che tra ringo e loacker ha delle arduino a 20€. Vabbè non so, mi accontenterò di 30€ :D

Ok i Ringo ci sono (a sinistra della foto in pos 21), ma dove hai visto i Loacker?: http://www.loacker.com/it_auna_si_sotto.html

È al Toolbox a Torino che collabora/ospita/é vicino al Fablab /Officina Arduino a Torino.
per capirci all interno del angolo ristoro:

di http://www.toolboxoffice.it/gallery.html
Ciao Uwe

Cioè, io metto monetine per abbuffarmi di Ringo e invece mi spacco i denti su un ATmega328P? ]:DMa, dico, questa gente è ammattita cosa? e da quando è possibile mettere in un contenitore destinato all'alimentare anche un pacco di scatolini che non hanno alcun trattamento igienizzante, per ovvie ragioni. Io capisco la simpatia della cosa, ma sinceramente avrei tolto i numerini e li avrei disabilitati, in modo da impedire la vendita, allora poteva avere un significato pubblicitario e finiva lì. Per me se capitano da quelle parti i NAS li denunciano per aver tentato di spacciare vetronite per Nutella :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes:

Ciao, guarda in pratica su wired si vedono, tanto per descrivere visto che non credo di poter caricare la foto per copyright, leonardo al 34, uno al 35, loacker al 36, m&ms al 24, ringo al 25, piadine varie sotto.

Vojo anche io la macchinetta arduino =(

Comunque sono tutte merendine confezionate, non vedo grandi problemi di igiene

[quote author=Michele Menniti link=topic=132881.msg1000053#msg1000053 date=1353181775] Cioè, io metto monetine per abbuffarmi di Ringo e invece mi spacco i denti su un ATmega328P? ]:DMa, dico, questa gente è ammattita cosa? e da quando è possibile mettere in un contenitore destinato all'alimentare anche un pacco di scatolini che non hanno alcun trattamento igienizzante, per ovvie ragioni. Io capisco la simpatia della cosa, ma sinceramente avrei tolto i numerini e li avrei disabilitati, in modo da impedire la vendita, allora poteva avere un significato pubblicitario e finiva lì. Per me se capitano da quelle parti i NAS li denunciano per aver tentato di spacciare vetronite per Nutella :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: [/quote] Michele, ma tu azzanni le merendine prima di toglierle dalla confezione? allora capisco la Tua preocupazione .... Cosa fai con le bottigliette? ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;) ;)

Ciao Uwe

Caro Uwe, quando ho fame e prendo una merendina, non sto lì a cercare il filo rosso o il taglietto per aprirla che mi viene la disperazione, tiro una mozzicata alla confezione, la strappo e mangio, ecco perché non mi piace l’idea di mordere un connettore USB invece di una nocciolina ]:smiley:
Le bottigliette sono di plastica e sono trasparenti, dove sarebbe il problema? ecco, forse questa sarebbe un’idea simpatica, usare una bottiglietta invece dello scatolino per metterci gli Arduini, almeno uno che non conosce il marchio ed i colori NON pensa di comprare un pacchetto di m&m ]:smiley:
Non sono d’accordo, mi spiace, ma non sono d’accordo, c’è un limite a tutto e ci deve essere anche nelle trovate marketing.
Vorrei vedere te se entri un un WC pubblico e dopo che fai i bisognoni vai a tirare la carta igienica e ti escono una fila di schede di vetronite a strappo col marchio “I love Arduino”, non mi fare descrivere il resto, la scena puoi benissimo immaginartela da solo, io non oso nemmeno pensarci :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes:

Immagino la scena: frego tutta la carta igienica e vado ad aprire un servizio di pcb a casa :smiley:

cioè, in quelle condizioni in cui ti trovi esci da lì? forse a 13 anni si può fare, ti sei levato il pannolino da qualche mese, nessuno avrà da obiettare :stuck_out_tongue_closed_eyes:

[quote author=Michele Menniti link=topic=132881.msg1001106#msg1001106 date=1353267601] cioè, in quelle condizioni in cui ti trovi esci da lì? forse a 13 anni si può fare, ti sei levato il pannolino da qualche mese, nessuno avrà da obiettare :stuck_out_tongue_closed_eyes: [/quote] magari sei andato a fare la roba piccolina :P

Michele, ma secondo me se sei lì (praticamente il fablab…) e ancora di più se vedi che la macchinetta ti chiede 20€ per quello che vuoi ordinare, magari pensi che arduino non sia una nuova fantomatica merendina dai prezzi stellari!! :smiley:

cece99: [quote author=Michele Menniti link=topic=132881.msg1001106#msg1001106 date=1353267601] cioè, in quelle condizioni in cui ti trovi esci da lì? forse a 13 anni si può fare, ti sei levato il pannolino da qualche mese, nessuno avrà da obiettare :stuck_out_tongue_closed_eyes:

magari sei andato a fare la roba piccolina :P [/quote] leggi bene l'esempio che ho fatto, io ho pensato ad una situazione ben precisa, quindi non imbrogliare.

VirtualFlyer: Michele, ma secondo me se sei lì (praticamente il fablab...) e ancora di più se vedi che la macchinetta ti chiede 20€ per quello che vuoi ordinare, magari pensi che arduino non sia una nuova fantomatica merendina dai prezzi stellari!! :D

quando ho fame non bado a spese :D

Non avrei mai immaginato che qualche arduino messa nel distributore automatico del luogo dove ha sede Officine Arduino e il Fablab avrebbe mai potuto suscitare una discussione del genere! Tutto è nato un po' per scherzo quando chiacchierando con Aurelio (il responsabile di Toolbox) ci ha detto che non gli era ancora capitato di vedere un'Arduino impacchettata e che era rimasto sopreso dal packaging delle schede (che assomiglia appunto ad una merendina). Così ci ha chiesto cosa pensavamo di metterle nel distributore come esperimento per vedere la reazione dei coworker o giusto per creare un argomento di discussione quando si va a prendere il caffè. C'è sembrata un'idea simpatica e gli abbiamo procurato qualche Leonardo e qualche Uno.

La prima foto twittata ha fatto il giro di internet e da lì anche Wired. Forse è stato il primo distributore automatico d'Italia, magari anche d'europa a vendere delle Arduino, ma in America c'avevano già pensato almeno Make e l'hackerspace di Seattle.

Tornando al vero argomento di questa discussione, i prezzi sono gli stessi di una Arduino comprata sullo store o da qualsiasi altro distributore (non automatico :) ), senza trasporto ovviamente. I 20€ dell'articolo sono riferiti alla leonardo senza headers che sullo store costa 16€ + iva.

XD Federico, chiarisco subito che, almeno per quanto mi riguarda, anche la discussione è nata per scherzo, basta che vedi a che punto è arrivata :grin:

[quote author=Michele Menniti link=topic=132881.msg1001403#msg1001403 date=1353280199] XD Federico, chiarisco subito che, almeno per quanto mi riguarda, anche la discussione è nata per scherzo, basta che vedi a che punto è arrivata :grin: [/quote] ammettilo avevi qualche leonardo di troppo sullo stomaco per questo eri cosi pungente :grin:

[quote author=Federico Vanzati link=topic=132881.msg1001277#msg1001277 date=1353274068] Non avrei mai immaginato che qualche arduino messa nel distributore automatico del luogo dove ha sede Officine Arduino e il Fablab avrebbe mai potuto suscitare una discussione del genere! Tutto è nato un po' per scherzo quando chiacchierando con Aurelio (il responsabile di Toolbox) ci ha detto che non gli era ancora capitato di vedere un'Arduino impacchettata e che era rimasto sopreso dal packaging delle schede (che assomiglia appunto ad una merendina). Così ci ha chiesto cosa pensavamo di metterle nel distributore come esperimento per vedere la reazione dei coworker o giusto per creare un argomento di discussione quando si va a prendere il caffè. C'è sembrata un'idea simpatica e gli abbiamo procurato qualche Leonardo e qualche Uno.

La prima foto twittata ha fatto il giro di internet e da lì anche Wired. Forse è stato il primo distributore automatico d'Italia, magari anche d'europa a vendere delle Arduino, ma in America c'avevano già pensato almeno Make e l'hackerspace di Seattle.

Tornando al vero argomento di questa discussione, i prezzi sono gli stessi di una Arduino comprata sullo store o da qualsiasi altro distributore (non automatico :) ), senza trasporto ovviamente. I 20€ dell'articolo sono riferiti alla leonardo senza headers che sullo store costa 16€ + iva.

[/quote] Ahhh ook!!! perfetto. Ma dicevo, a parte il singolo processore ci sono altre differenze rilevanti per preferire/spreferire una leonardo a uno, anche contando la compatibilità con shield etc? scusate, ma sono molto nuovo :D

La Leonardo è una scheda particolare, integrando un convertitore USB insieme al microcontrollore non ha bisogno di altri componenti per dialogare col computer. Inoltre può essere utilizzata per emulare via software periferiche HID quali mouse e tastiere. E' ovvio che essendo il chip differente la compatibilità con shield e librerie scritte specificatamente per la UNO ed il suo Atmega328 non è al 100% per cui se vuoi utilizzare software o hardware che funzioni sempre ti consiglio di prendere la UNO.