arduino starter kit, dubbi

Ciao, ho comprato l’arduino starter kit, come detto in presentazione sono forte nel software ma una sega sdentata in hardware quindi mi sono messo a testa bassa ad imparare. Leggendo mi vengono tutta una serie di dubbi e alcuni sicuramente saranno proprio stupidi ma mi scuserete: uno è questo: nell’esempio dell’astronave dello starter kit abbiamo un pulsante e 3 led connessi ai piedini di arduino. Intanto qui compare la resistenza di pull down, mi è molto chiaro il funzionamento ma la domanda è: si usa solo in questi casi ovvero quando c’è di mezzo un pulsante per evitare corto circuiti e falsi positivi? o ci sono altri casi?

la seconda domanda è più idiota se possibile: nel primo esempio si collega il pulsante all’alimentazione a mezzo resistore per evitare di bruciare il led. Tutto chiaro, ora però le cose sono diverse, il catodo del led (è la parte che va a massa giusto?) viene collegato a massa a mezzo resistore e questo non lo riesco a capire. Per quel poco che posso comprendere il resistore serve ad evitare che il led si bruci rispetto alla corrente in ingresso… perché ora invece il resistore è tra led e massa? non sono nemmeno sicuro di essermi spiegato, perdonate la banalità ma da qualche parte si deve partire.

Grazie

Partiamo dalle resistenze di pull-up (verso Vcc) e pull-down (verso GND) ... tipicamente vengono utilizzate per imporre una condizione stabile ad un pin i*n assenza di altri segnali esterni*. I pin in ingresso sono ad alta impedenza e, se fossero lasciati flottanti, capterebbero qualsiasi disturbo, saltellando quindi tra LOW ed HIGH. Si mette una resistenza per imporre uno stato stabile. Nel caso del pulsante, quano esso è aperto ... il pin è flottante e quindi, per imporre uno stato determinato, si una la resistenza. Se il pulsate, quando è premuto, chiude verso GND, si usa una pull-up, se esso chiude verso il Vcc, si usa una pull-down.

Resistenze in serie ad un LED (non importa in serie a quale dei due piedini, in serie è in serie) ... dato che il LED è un diodo occorre limitare la corrente che in esso scorre e quindi, seguendo le specifiche del produttore, si calcola, in funzione della tensione che lo alimenta, la resistenza per limitare la corrente che in esso scorre.

Guglielmo

(gpb01 mi ha battuto sul tempo, ma visto che ormai avevo scritto, ho deciso di postare comunque, sebbene il contenuto sia lo stesso della sua risposta, magari ti aiuterà a capire)

Un resistore di pull-up/down si usa tutte le volte che serve dare un livello logico SEMPRE definito ad un ingresso pilotato da qualcosa che non può garantire ciò da solo. Il pulsante, ad esempio, quando viene premuto porta l'ingresso ad un livello ben preciso (Vcc), ma quando non è premuto è come se non ci fosse, e l'ingresso quindi può assumere qualunque valore, a causa dell'"effetto antenna" dovuto alla sua alta impedenza. La presenza del resistore invece lo collega a GND, facendo sì che resti ben impostato ad un livello non attivo.

Sei sicuro che ci sia un resistore sul pulsante che non è quello di pull-up/down? Perché solitamente non è necessario.

Infine, per semplicità diciamo che un led ha resistenza 0, per cui applicando una tensione ai suoi capi tende ad assorbire tutta la corrente che il generatore può erogare, bruciandosi. Aggiungendo un resistore in serie limiti la corrente sul circuito ad un livello sicuro. Ricorda che i = V / R. Nota anche che non è importante se il resistore è messo sull'anodo o sul catodo, perché gli elementi in serie possono essere scambiati di posizione senza alterare le proprietà del circuito, essendo la corrente che circola nel ramo dipendente unicamente dalla resistenza totale, ed essendo quest'ultima la somma delle resistenze individuali dei singoli componenti (e quindi la somma non cambia, in qualunque ordine consideri gli addendi).

SukkoPera: (gpb01 mi ha battuto sul tempo, ma visto che ormai avevo scritto, ho deciso di postare comunque, sebbene il contenuto sia lo stesso della sua risposta, magari ti aiuterà a capire)

... Melius est abundare quam deficere ;)

Guglielmo

non so come ringraziarvi, tutto chiarissimo, alla prossima… perché ci sarà una prossima