assemblaggio ponte H con transistor.

Buongiorno a tutti,
ho un problema con la costruzione di un ponte ad h con cui dovrei pilotare dei motori tipo questo

per il ponte sto usando transitor 2NPN BDX53C E 2 PNP BDX54C.
ho effettuato il collegamento come lo schema allegato

collegandolo in questo modo non funziona, alle volte collegando insieme la base della coppia di transistor appena alimento con i 6V per il motore(nell immagine indica 5V) va come inn corto e si surriscaldano i transistor.
a volte invece dando alimentazione sulle coppie di base( la A e la B nell immagine) in un verso non succede niente e va in alto assorbimento circa 5A senza che il motore giri e surriscaldando i transistor mentre invertendo la polarita il motore gira (si sente comunque che non è a pieno regime) l assorbimento rimane comunque alto sui 5A e si surriscaldano lo stesso i transistor.

lo avrò rifatto una decina di volte e non riesco a trovare l errore mi potete aiutare?
grazie!!!

PonteH.png

quello schema e' sbagliato, sia concettualmente che elettricamente ...

Concettualmente, perche' nei ponti o si attivano le coppie alterne assieme, o si fa il pilotaggio tramite circuiti che introducono livelli di commutazione e tempi morti (altrimenti i transistor durante le commutazioni vanno in conduzione insieme e cortocircuitano l'alimentazione, scaldando molto e bruciandosi in fretta) ... ed elettricamente perche' i BDX53C e BDX54C non sono normali transistor, ma darlington, quindi hanno una caduta di tensione piu alta (se non ricordo male, per quelli e' sui 2V, quindi anche alimentandoli con 6V, al motore te ne arivano solo 2)

Per i ponti H a basse tensioni sono molto meglio i mosfet, logic-level per pilotarli direttamente dalle logiche, e scelti per alte correnti, cosi la loro resistenza interna in stato ON e' piu bassa e la relativa caduta di tensione e dissipazione in calore sono altrettanto basse ... ;)

A quanto giustamente detto da Etemenanki, aggiungo anche che visti il motorino ed il suo requisito in termini di corrente, fa prima con un normalissimo L293D, o tipo QUESTO per un singolo motore, oppure uno shield come QUESTO.

appena alimento con i 6V per il motore(nell immagine indica 5V) va come inn corto e si surriscaldano i transistor.

E mi pare anche normale, visto che il PNP non ti si spegne

Ok grazie mille a tutti per le delucidazioni! Allora mi metto alla ricerca di mosfet adeguati! Comunque per la caduta di tensione si potrebbe risolvere aumentando i volt di alimentazione portandoli magari anche sui 10 volt! Quello che non riesco a spiegarmi è come dice brunello perche mi rimane aperto il PNP mamdandomi il tutto in corto?

vale88: Ok grazie mille a tutti per le delucidazioni! Allora mi metto alla ricerca di mosfet adeguati!

Ma fammi capire, perché vuoi usare dei MOSFET per alimentare quei piccoli motorini?... Richiedono correnti massime di meno di mezzo Ampere, e il modulino singolo (che è un dual full H-bridge quindi puoi controllare DUE motori DC) può erogare fino a 2A...

Sono a conoscenza dei vari shield e driver però diciamo che non mi piace molto avere le pappe pronte preferisco costruire da me e farlo funzionare ecco! Non è tanto per far funzionare quei motorini ,ho un modulo L293 e lo potrei fare, Quanto piu di costruire un ponte H e farlo funzionare.

Capisco... ;) Allora per un ponte di quel tipo prova a usare dei più banali 2N3906 e 2N3904 che usai tempo fa, oppure per i mosfet avevo preso nota (ma mai implementato) di usare IRF9 Z30 e IRF Z40. Ciao!

docdoc:
Capisco… :wink:
Allora per un ponte di quel tipo prova a usare dei più banali 2N3906 e 2N3904 che usai tempo fa, oppure per i mosfet avevo preso nota (ma mai implementato) di usare IRF9 Z30 e IRF Z40.
Ciao!

Grazie mille per il consiglio :wink:

sapresti darmi anche qualche dritta sul perche sul ponte da me creato succede il corto?

Il PNP non ti si spegne completamente perche' alimentando il ponte a 6V, non puoi dare 6V alle basi con i 5V delle logiche ... e' proprio il circuito che e' sbagliato comunque, non e' che con 5V migliorerebbe di molto ... pero', nel tuo caso, i PNP iniziano ad andare in conduzione quando la tensione sulla base e' di circa 0.6V minore di quella sugli emettitori ... ma nel tuo caso, piu dei 5V delle uscite digitali non gli dai mai, quindi anche se i BDX avrebbero una VBE di soglia di circa -2.5V per la piena conduzione, rimangono parzialmente in conduzione sempre, perche' anche con le uscite a livello alto, rimane sempre circa -1V di differenza, fra basi ed emettitori ...

In quei casi, o si usano dei driver, o si pilotano le basi con degli NPN a collettore aperto, e resistenze di pull-up verso il positivo ... ma sempre garantendo i necessari "tempi morti" (cioe', in pratica, il segnale che accende i PNP deve per forza arrivare DOPO che gli NPN si sono spenti completamente, e viceversa ... non servono grossi ritardi, basta qualche centinaio di nanosecondi, ma ci vogliono ...)

quindi,se non ho capito male, potrei risolvere alimentando il ponte con 3V o 4V,in questo caso, dato che i motorini me lo consentono ovviamente con la pena che i motori avranno meno coppia. ora correggimi se sbaglio, da quello che mi hai detto ho dedotto che, dovrei tenere sempre alto le basi del PNP per non avere conduzione,cioe tenere VBE piu possibile prossimo a 0, e che anche tenendo la base scollegato avrei comunque una conduzione giusto?

il ritardo di comando potrei comunque farlo via software giusto?

Potresti pilotare i PNP con due BC337, che collegano le basi a massa con, ad esempio, una resistenza da 1K, e con un paio di resistenze da 33K o simili dalle basi al positivo ... i ritardi li puoi fare via software, se piloti le 4 basi con 4 uscite indipendenti ... e no, con 3 o 4 V non ci fai nulla, devi dare al ponte almeno 4V IN PIU della tensione di lavoro del motore ...

vale88: quanto piu di costruire un ponte H e farlo funzionare.

Come puntualizzato molte volte un ponte H non è l'oggetto semplice che gli schemi di principio fanno pensare. Un ponte H è un oggetto complesso da realizzare, è totalmente fuori portata per chi non possiede esperienza specifica con l'argomento e l'elettronica di potenza in generale. La soluzione ottimale è sempre usare un ponte H sotto forma di IC pronto all'uso, sopratutto quando le correnti sono relativamente basse, pochi Ampere. Cercare di realizzare in proprio un ponte H, senza conoscere a fondo l'argomento, porta sempre ad un solo possibile risultato, tanti componenti bruciati e se per caso si riesce a farlo funzionare nella migliore delle ipotesi avrà un'efficienza ridicola.

astrobeed: Cercare di realizzare in proprio un ponte H, senza conoscere a fondo l'argomento, porta sempre ad un solo possibile risultato, tanti componenti bruciati e se per caso si riesce a farlo funzionare nella migliore delle ipotesi avrà un'efficienza ridicola.

Mai ci si sbatte la testa mai si impara ;)

Etemenanki: ...ad esempio, una resistenza da 1K, e con un paio di resistenze da 33K o simili dalle basi al positivo ...

Intendi una sorta di partitore di tensione?!?!

Etemenanki: ... i ritardi li puoi fare via software, se piloti le 4 basi con 4 uscite indipendenti ...

Si giustamente via software i segnali devono essere separati, via hardware invece cosa si potrebbe usare, un filtro? La butto cosi da ignorante!

Etemenanki: ,con 3 o 4 V non ci fai nulla, devi dare al ponte almeno 4V IN PIU della tensione di lavoro del motore ...

Hai ragione non avevo pensato alla caduta di tensione!

... pero', vuoi mettere la semplicita' ? ...

Ad esempio, uno dei prodotti dalla serie BA6 della ROHM, o qualche altro chip simile ? ... ;)

vale88: Mai ci si sbatte la testa mai si impara ;)

Allora comincia a studiarti, tutto quanto, questo testo e forse, dipende da quanto hai imparato, dopo sei in grado di progettare e far funzionare un ponte H.

Etemenanki: ... pero', vuoi mettere la semplicita' ? ...

Ad esempio, uno dei prodotti dalla serie BA6 della ROHM, o qualche altro chip simile ? ... ;)

Si si certamente cosi fai subito veloce e indolore! Pero dato che non e che devo costruire qualcosa nel minor tempo e nel minor costo voglio fare pratica e imparare anche altre cose grazie comunque per la dritta sempre utile

astrobeed: Allora comincia a studiarti, tutto quanto, questo testo e forse, dipende da quanto hai imparato, dopo sei in grado di progettare e far funzionare un ponte H.

Wooow 8) grazie mille!!!! Ma per caso ne esiste una versione in italiano? :P

http://www.solchiere.it/Elettronica/progetto26/big/circuito%20stepper.gif Io anni fa ho realizzato questo circuito che funziona anche se non lo uso più , puoi prendere solo una parte del circuito H con relativi diodi , credo che funziona anche nel tuo caso.