Attiny 85 ( procedura di reset del chip)

doppiozero:
Segnalo anche la mia board basata sulla Rescue Shield postata da Guglielmo ...

... bella, ma ... valeva la pena togliere lo step-up? Te li tirano dietro :smiley:

Guglielmo

Volevo stare nel 100x100 mm senza smd e senza "sbatti" :stuck_out_tongue: :stuck_out_tongue:

doppiozero:
Volevo stare nel 100x100 mm senza smd e senza "sbatti" :stuck_out_tongue: :stuck_out_tongue:

... ma daiiii ... ci sono step-up che entrano tranquillamente in quella board ... guarda QUI ... 13x11 mm !!! :slight_smile:

Guglielmo

Buon giorno a tutti,
dopo essermi intestardito per bene ho ottenuto i risultati sperati.
Attiny85 era ubicato nella board e non faceva correttamente contatto con i collegamenti.
Spostato e sostituito i fili, riesco a portare a termine il mio progettino!

Questa discussione mi è servita tanto poiché ho scoperto che , quando possibile, i chip possono essere settati a seconda delle esigenza tramite le procedure e gli hardware appositi (mio prossimo step di approfondimento).

Infine come ultima domanda chiedo se utilizzando lo stesso processore Attiny85, per un secondo e diverso progetto ( sketch diverso) , devo riscrivere ancora il bootloader o basta caricare direttamente il nuovo sketch ( utilizzo stessi parametri di clock).
Ovviamente prima di tutto carico sketch di ArduinoISP e procedo con il programmatore arduino as ISP.
Vi ringrazio.

Ma se programmi via ISP (come è giusto fare) .. il bootloader in realtà NON c'è ...
... quando da IDE, per ATtiny85, fai l'operazione di "caricare il bootloader" in realtà fai SOLO la scrittura dei FUSE che, fatta una volta, se non devi cambiarli, non ti serve più fare :wink:

Guglielmo

Idem per l'ArduinoISP... Se non carichi altri sketch sulla Uno che usi programmatore, l'ArduinoISP rimane lì, non serve ricaricarlo ogni volta.

Perfetto ! Grazie a tutti!! :slight_smile: