Auto correttore pH a 2 canali

Ciao a tutti sono Illya,

Sono nuovo nel forum e sono un possessore di Raspberry Pi B+ e di Arduino Uno (da poco arrivato). Dopo svariati giorni a leggere su internet dei vari usi di Arduino e i suoi componenti ho bisogno della vostra mano per mettere in piedi il mio progetto che vi spiego nelle righe successive perché non ho trovato molto a riguardo.

Progetto:

Una scheda Arduino Uno con collegati un sensore PH4502C (quello cinese con anche il BNC e la sonda pH scollegabile), uno schermo Nokia 5110 LCD a 8 PIN e due POMPE PERISTALTICHE comandate che quando il pH è troppo alto si aziona la “POMPA 1” che va ad abbassarlo riportandolo nel range stabilito, quando il pH invece è troppo basso si aziona la “POMPA 2” che va ad alzarlo riportandolo nel range stabilito. Il rilevamento del pH deve essere mostrato in tempo reale (se possibile) sullo schermo LCD e quando è azionata la POMPA 1 la dicitura “ABBASSAMENTO PH IN CORSO. ULTIMO VALORE PH: (value)” mentre quando è azionata la POMPA 2 la dicitura “INNALZAMENTO PH IN CORSO. ULTIMO VALORE PH: (value)”.

So che per smanettoni come voi non ci saranno problemi, io purtroppo non so da dove iniziare.

P.S. Se possibile, sarebbe meglio un sistema modulare in modo tale che se c’è bisogno di aggiungere un’altra pompa si dovrà solo impostare quest’ultima.

Se avete bisogno di altre informazioni sarò a vostra più completa disponibilità.

Buongiorno,
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento della sezione Italiana del forum (… punto 13, primo capoverso), ti chiedo cortesemente di presentarti IN QUESTO THREAD (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con molta attenzione tutto il su citato REGOLAMENTO ... Grazie. :slight_smile:

Guglielmo

P.S.: Ti ricordo che, purtroppo, fino a quando non sarà fatta la presentazione nell’apposito thread, nessuno ti potrà rispondere, quindi ti consiglio di farla al più presto. :wink:

Ciao
Hai bisogno della componentistica per alimentare arduino 5v, pompa 12v, schermo, sensore.
Sempre in tema di alimentazione analizza se ti serve una batteria tampone in caso di mancanza di energia di rete.
Per controllare la pompa delle interfacce che la isolino dagli altri componenti per evitare disturbi.
Non consiglio le schede rele a poco prezzo sul questo forum spesso riscontro lamentele.

stefa24:
Non consiglio le schede rele a poco prezzo sul questo forum spesso riscontro lamentele.

Il problema NON sono le schede relè ... ci sono quelle optoisolate con alimentazioni separate che vanno benone e, onestamente, per uso amatoriale, vanno bene. Il problema è voler usare Arduino per applicazioni "sul campo" ...
... prova a rileggere il REGOLAMENTO, nel punto 15.5, spiega bene la situazione. ::slight_smile:

Si ha a che fare con una scheda prototipale completamente spovvista di qualsiasi protezione sugli ingressi/uscite e totalmente inadatta, così com'è, a vere applicazioni.

Per farci qualche cosa di utilizzabile "sul campo", come molti fanno (ci sono anche PLC certificati basati su Arduino), occorre un bel po' di elettronica al contorno per rendere la scheda immune ai disturbi e quant'altro :wink:

Guglielmo

Ciao gpb01,

Non ho intenzione di attaccare l’Arduino a nessun altro apparecchio. Il progetto è amatoriale per il semplice controllo del pH di una soluzione qualsiasi.

Continuando a cercare online ho trovato lo schema di collegamento del sensore in questione e lo schema di collegamento del display LCD.
(allego le foto)

Ora, se collego il tutto. Come faccio a fare funzionare il tutto? Nel senso, devo attaccare Arduino al PC e poi?! Inoltre non ho trovato nessun schema di collegamento per le pompe peristaltiche. Devo usare dei relè? Se si, come vanno collegati?

Attendo una risposta. Speriamo in bene.

Se il sensore di pH starà sempre immerso nella soluzione avrai una deriva a causa dello scambio di ioni tra la soluzione che devi controllare e la soluzione all'interno del sensore attraverso il setto poroso.

illyapetani:
Attendo una risposta. Speriamo in bene.

Emmm ... hai letto bene il REGOLAMENTO? Il punto 16.1 è importante ... TU devi fare lo schema e scrivere il programma, poi noi ti aiutiamo a correggere gli errori ... ::slight_smile:

Guglielmo

gpb01:
Emmm … hai letto bene il REGOLAMENTO? Il punto 16.1 è importante … TU devi fare lo schema e scrivere il programma, poi noi ti aiutiamo a correggere gli errori … ::slight_smile:

Guglielmo

Ti ringrazio per il tempo dedicatomi ma preferirei chiarire un paio di cose:

  1. se avessi già lo schema e sapessi scrivere il programma non chiederei qui.
  2. se hai intenzione di aiutarmi posso fornire più informazioni possibili sul progetto e sul suo funzionamento.

Lo schema l’ho disegnato nelle mie capacità. Non sono un genio nell’elettronica ma se mi si è spiegato bene faccio tutto. Quindi, se hai intenzione di aiutarmi nel realizzarlo sarei molto contento ma sinceramente, con risposte del tipo “leggi il regolamento” non me ne faccio nulla.

P.S. Non voglio giudicare nessuno ma non mi piacciono neanche i megalomani che scrivo tutt’altro quando non ce n’è bisogno.

Grazie a chi potrà aiutarmi.

Aggiungo anche: quello che chiedo io è semplicemente sapere come collegare un display LCD, un sensore PH4502C e due pompe peristaltiche 12v ad un Arduino. Ovviamente vorrei sapere anche come farli funzionare tra di loro, es. quando il pH è troppo alto allora il sistema mette in funzione la pompa che fa scendere un tot. ml poi controlla lo stato del pH nuovamente e se è ok allora il ciclo è finito altrimenti aziona di nuovo la pompa per modificare il pH. Non penso sia qualcosa di difficile da capire per persone che ci hanno la mano con l’elettronica.

illyapetani:
Ti ringrazio per il tempo dedicatomi ma preferirei chiarire un paio di cose:

  1. se avessi già lo schema e sapessi scrivere il programma non chiederei qui.
  2. se hai intenzione di aiutarmi posso fornire più informazioni possibili sul progetto e sul suo funzionamento.

Mi spiace che la prendi così ... :confused:

... provo a rispiegarmi ... su questo forum noi NON facciamo il lavoro per gli altri (che in tal modo non imparano nulla), ma aiutiamo chi viene a sistemare quello che LUI realizza.

In pratica, tutti noi qui che siamo volontari non pagati, dedichiamo il tempo NON a realizzare progetti altrui (... per queste cose ci sono consulenti a pagamento), ma ad aiutare chi ha realizzato/vuole realizzare un progetto ed ha delle difficoltà (non funziona l'hardware, il codice è sbagliato, ha commesso errori di collegamento, ecc. ecc.).

Proprio perché ovviamente, per realizzare qualche cosa, occorre avere delle basi, il punto 16.1 del regolamento da delle indicazioni di link da studiare (per la parte software) o libri da leggere (per le basi hardware). A tale suggerimento, io aggiungo sempre anche un ottimo libro, in lingua Italiana, QUESTO, che spiega passo passo un po' tutto il mondo Arduino.

Se noti, questa filosofia, ovvero di NON dare la "pappa fatta", ma aspettare che l'utente studi, impari e realizzi la base del progetto da solo, è anche ribadita nel punto 16.13 sempre del suddetto regolamento.

Ora ... mi sembra che a te mancano un po' le basi fondamentali sia della parte hardware che della programmazione di Arduino, per questo il consiglio continua ad essere ... fermati un attimo, dedica un po' di tempo a studiare bene quei documenti che sono indicati, leggiti anche quel libri di elettronica che fornisce le basi e, se vuoi investire qualche euro, prenditi anche quel libro che ti ho indicato che, per Arduino, è fondamentale.

Spero di averti chiarito la situazione ... :slight_smile:

Guglielmo

La risposta di Guglielmo è esemplare, sarebbe da incorniciare e sarebbe da esempio a chi, alcune volte, risponde male e frettolosamente.

Passiamo alle risposte, ma senza fare la "pappa pronta" (diciamo che "conosco il campo").

Intanto dovresti cercare su Santo GOOGLE come funziona la tua sonda Ph e cioè capire il perché dei punti di domanda che metti nel tuo schema.
Per esempio PH4205 (non esiste) non è come PH4502, quindi stai molto attento quando scrivi delle sigle.

Dopo circa 10 minuti di ricerca ho trovato QUESTO e mi sembra molto interessante per far funzionare la tua scheda che, purtroppo, ha tutti gli help in cinese.
Do per scontato che sai l'inglese (io lo obbligherei in tutte le scuole e farei un esame apposito).
Nel sito ti viene spiegato come collegarlo, come tararlo e come utilizzarlo.

Per la pompa peristaltica non ci sono problemi: o passi da una schedina relé (non puoi attaccare la pompa peristaltiva direttamente ad Arduino) o passi da un MosFet (più sicuro perché evita i problemi dovuti al contatto "meccanico" del relè e relativi disturbi elettromagnetici). Di schemi ne trovi a migliaia su internet.
Per esempio, sempre su santo Google, cerchi per "arduino mosfet" e voilà... alcuni schemi li trovi QUI.

Per il display non sono molto d'accordo con la tua scelta. Io andrei sull'ormai collaudato LCD 2004 (20 caratteri per 4 righe) con interfaccia I2C in modo da usare solo due pin di Arduino.

Il programma poi è semplice: controlli il valore analogico del sensore PH e accendi con un IF... HIGH la tua pompa peristaltica, mentri la spegni con un ELSE.... LOW.

Per essere al tuo livello ti stai cimentando in un problema abbastanza pesante, ma se ti metti d'impegno e ascolti i consigli che ti vengono dati (primo su tutti, Studiare & Informarti), vedrai che riesci.