Cambiare boot loader a un PIC

Ciao a tutti, sto usando in un progettino Arduino2009 e un basic stamp. Volevo sapere se è possibile cambiare il boot loader al basic stamp per potergli far comunicare con l’avr di arduino ed usare un unico IDE (wiring per programmare arduino e basic stamp).
Inoltre non ho ben capito se, avendo la eeprom esterna, la riprogrammazione del basic stamp deve essere fatta su eeprom o micro.
Ciao grazie!!

Ciao thexeno

Ti tieni tanto sul vago non scrivendo che controller ha la Tua board.

Il bootloader di Arduino é fatto per i controller ATmega168, ATmega328, ATmega1280 e ATmega2560. Su altri micorcontroller non funzionano. La stesa cosa vale (pricipalmente) per il IDE e il compilatore che usa. Con un po di modifiche l'IDE puó generare codice per altri microcontroller della Atmel.

Ciao Uwe

thexeno: Volevo sapere se è possibile cambiare il boot loader al basic stamp per potergli far comunicare con l'avr di arduino ed usare un unico IDE (wiring per programmare arduino e basic stamp).

No, non è possibile, il controller usato dal basic stamp non è compatibile in nessun modo con il sistema di sviluppo utilizzato da Arduino.

Sostanzialmente il basic stamp usa un PIC16C57C, e io ho un atmega328P.. Siccome ho letto di alcuni progetti con PIC 18 che son stati riprogrammati per usare l'ambiente di arduino, volevo sapere come semplicemente riprogrammare il basic stamp (o meglio, il pic) e NON renderlo compatibile. Indi per cui non sarebbe piu un basic stamp, ma un pic comune con qualche bootloader sopra.. o qualcos'altro anche senza bootloader (mi procurerei un programmatore, visto che da cosa ho capito, serve per cambiare bootloader). Non so se ho reso l'idea! :)

thexeno: Sostanzialmente il basic stamp usa un PIC16C57C

il 16C57C è un micro vecchio, ha solo 3k di memoria programma e 72 byte di ram, per giunta è di tipo OTP, si può programmare solo una volta, questi modelli si usavano per la produzione in quanto meno costosi di quelli riprogrammabili. Quanto sopra significa che il tuo basic stamp può solo fare il basic stamp, non c'è modo di cambiarlo.

Siccome ho letto di alcuni progetti con PIC 18 che son stati riprogrammati per usare l'ambiente di arduino

Intanto si parla di PIC18 che stanno alla serie 16 come un 486 sta a un Pentium, giusto per chiarire il divario prestazionale, in tutti i casi non esiste nessun PIC che può essere usato con l'IDE di Arduino per il semplicissimo motivo che i PIC sono diversi dagli AVR e sono tra loro incompatibili. Esistono vari progetti che stanno cercando di replicare Arduino usando un PIC, sono tutti allo stadio iniziale e comunque non sono in nessun modo compatibili con l'IDE di Arduino, usano delle loro IDE che al massimo sono simili nell'aspetto a quella di Arduino.

astrobeed:
il 16C57C è un micro vecchio, ha solo 3k di memoria programma e 72 byte di ram, per giunta è di tipo OTP, si può programmare solo una volta, questi modelli si usavano per la produzione in quanto meno costosi di quelli riprogrammabili.
Quanto sopra significa che il tuo basic stamp può solo fare il basic stamp, non c’è modo di cambiarlo.

Significa che il suo “interprete” non puo essere cambiato? E fa qualche differenza il fatto che ha una eeprom esterna? mi trovi d’accordo sulla ram, ma la eeprom (sulla quale ha interprete e tutto) è una eeprom normale. Sbaglio?
Per caso sai se è possibile trovare un pic con piedinatura del basic stamp (con eeprom esterna come quella dello stamp)? pensavo di non voler buttare la scheda…

PS: non sono molto esperto di micro riguardo alla loro programmazione, ma per avere un idea, so che è possibile avere un altro ide per gli avr, ma posso metterci sopra un bootloader in grado di leggere altri linguaggi, come il basic o il pascal? Mentre invece come faccio per programmare arduino così com’è in assembler?

Nei basic stamp l'interprete è dentro il PIC, sulla eeprom esterna vengono caricati i programmi utente. Per tutti i microprocessori, o meglio le MCU (Micro Controller Unit) perché è questo che sono PIC e AVR, esistono varie suite di programmazione, alcune sono gratis altre costano soldi, anche moltissimi, come esistono compilatori per i vari linguaggi.

riguardo l'assembler con arduino, è possibile usarlo? come faccio con questi micro? mi basta una dritta, xke cercando non trovo niente che mi faccia pensare "ah ok è questo"..

L'assembly è possibile usarlo. Puoi scrivere codice assembly anche dentro il tuo sketch . Metti

#include "asm_macros.h"

e poi includi il codice assembly con

__asm__ __volatile__ (
"ADD    r26,r28\n\t"
.....
);

Inizia partendo da qui

Se ti piacciono i PIC e l’ambiente di sviluppo di Arduino, allora potresti guardare il progetto pinguino che unisce le due cose

[quote author=Federico Vanzati link=topic=54249.msg388534#msg388534 date=1299263213] Se ti piacciono i PIC e l'ambiente di sviluppo di Arduino, allora potresti guardare il progetto pinguino che unisce le due cose

[/quote]

già è a quello che mi riferivo! Però è solo per certi pic. Vabe, grazie a tutti! ps: cosa ne fareste voi, di un basic stamp inutilizzato? cerco idee...e scusate la stupidità della domanda :D

Mettilo in una cornice e appendilo al muro come ricordo di tempi felici ;) ;) Ciao Uwe

ROTFL XD XD XD

Anche come portachiavi non sarebbe male ;)

No Pelletta, punge troppo nella tasca dei pantaloni. E se si sposta verso le parti ..... Forse fuso in un blocco di resina trasparente.

Ciao Uwe

mi state dando l'imbarazzo della scelta...

scherzi a parte, qualcuno ha mai interfacciato tramite SPI un atmega328 con un pic del tipo nel basic stamp2? avrei problemi? Mi sto giusto informando, perché non ho ben capito come ricevere i dati su arduino, piuttosto che mandarli. Chiedo scusa per l'OT, ma tanto qua si sta parlando di come indossare un portachiavi! XD