Certificazioni Arduino

Sul retro della scheda e delle shield ci sono le certificazioni CE e FCC ma non riesco a capire se sono certificate anche UL. Sul retro di ogni scheda c'è anche un codice piccolo piccolo dove è presente anche il simbolo RU (UL recognized), significa che è certificata anche UL?

Non lo so. Andrebbe chiesto.
Come mai?

Janos:
simbolo RU (UL recognized), significa che è certificata anche UL?

Direi proprio di no, la UL richiede la presenza dello specifico simbolo, in tutti i casi ti rammento che anche se usi parti già certificate per realizzare un tuo prodotto questo dovrà comunque essere certificato a sua volta seguendo le normative di legge.

Lavoro per un’azienda di automazione industriale dove, come sistema di controllo, utilizziamo schede custom con uno Z80. Ora nasce la necessità di fornire una comunicazione ethernet alle nostre schede, ed è qui che entra in gioco l’arduino (con la ethernet shield): questo farebbe da ponte implementando la logica necessaria per una comunicazione ModbusTCP e girerebbe i dati via seriale alla scheda. Per fare tutto ciò, però, mi server che tutto quello che utilizzo sia certificato UL in quanto le macchine le venderemo anche in America.

Rispondendo ad astro, ovviamente poi la macchina deve essere certificata UL nella sua interezza, ma come presupposto c’è che tutti i componenti siano certificati UL…

Dirrei che la cosa migliore é parlare con il team Arduino. Manda a Massimo Banzi una PM.
Ciao Uwe

Lavoro per un'azienda di automazione industriale dove, come sistema di controllo, utilizziamo schede custom con uno Z80. Ora nasce la necessità di fornire una comunicazione ethernet alle nostre schede, ed è qui che entra in gioco l'arduino (con la ethernet shield)

Direi piuttosto che è come se da oggi mi mettessi a fare cancelli elettrici con i motori della Lego :smiley: :smiley: che per carità sono stupendi

Uwe, già spedito un PM a massimo ma non mi ha risposto...

@Pablos
Ti riferisci all'usare un Arduino o all'usare lo Z80? :slight_smile: Per lo Z80 purtroppo nell'immediato non ci si può fare granché, è una scheda che si sono fatti anni fa, c'hanno fatto macchine per 30'anni e non possono buttare il software di 30 anni...

Chiedilo a loro, sicuramente sono molto ferrati in certificazioni :astonished:

:astonished: :astonished: :astonished:

Janos:
Uwe, già spedito un PM a massimo ma non mi ha risposto...

@Pablos
Ti riferisci all'usare un Arduino o all'usare lo Z80? :slight_smile: Per lo Z80 purtroppo nell'immediato non ci si può fare granché, è una scheda che si sono fatti anni fa, c'hanno fatto macchine per 30'anni e non possono buttare il software di 30 anni...

Lo Z80 è prodotto ed usato ancora, Zilog continua a venderlo come eZ80, sia anche integrato in diversi microcontrollori. Anche la Rabbit faceva fino a poco tempo fa delle schedine basate su un processore capace di eseguire il codice Z80.

Troppo bello se usassimo lo eZ80, abbiamo appena fatto una scheda nuova con a bordo due FPGA che dovrebbe sostituire le vecchie e l'hanno progettata con lo Z8S180...

Janos:
lo Z8S180…

Bello :open_mouth:

Mah, i CISC non sono il massimo da programmare in assembly…

Ciao

Le schede Arduino in generale sono certificate CE e FCC, ma non UL. Il simbolo che vedi è quello del produttore di PCB

comunque per fare domande ufficiali ad arduino c'è la sezione Contact Us su tutte le pagine del sito, li trovi gli indirizzi.
oppure semplicemente support (at) arduino.cc

m

scusa Janos ma non ti seguo.

Se vuoi dare una scheda da vendere non parti dall'arduino, ma da uno stand-alone, quindi la certificazione non serve più.

Poi magari giusto per correttezza ci metti il logo community (il famoso cuore), che via twitter mi dissero (il 22 febbraio) sarebbe uscito in versione definitiva in una settimana (ho chiesto di nuovo il 16 marzo ma non mi hanno ancora risposto =()

lesto:
quindi la certificazione non serve più.

???
La certificazione serve eccome, però quello che deve essere certificato è l'apparato che vendi nel suo insieme, poco conta se le singoli parti utilizzate sono già certificate di loro.

Però per certificare la macchina nella sua interezza è necessario che ogni sua parte sia a sua volta certificata. Ora che ci penso, però, fortunatamente c'è una scappatoia, ovvero proteggere il dispositivo non certificato UL con un fusibile dimensionato in modo che il dispositivo non assorba più di 100VA, quindi ad esempio con una alimentazione 5V il fusibile deve essere sotto i 20A. :astonished: :astonished: :astonished: Inoltre c'è da dire che l'Arduino sarebbe alimentato dai 5V generati dalla nostra scheda custom, che è a sua volta protetto da fusibile secondo la regola che ho spiegato sopra...

@Massimo
Ti ringrazio per la precisazione. Una piccola domanda: come fate a vendere Arduino in America se non è certificato UL?

astrobeed:

lesto:
quindi la certificazione non serve più.

???
La certificazione serve eccome, però quello che deve essere certificato è l'apparato che vendi nel suo insieme, poco conta se le singoli parti utilizzate sono già certificate di loro.

intendevo che non serve più la certificazione arduino se si usa un circuito stand-alone (do per scontato che l'at-mega e i componenti utilizzati siano certificati) :blush: ma la certificazione della scheda finale va fatta comunque

Almeno in una prima fase, se vengono soddisfatte le aspettative di stabilità, verrà utilizzato l'Arduino + Ethernet shield + 1 shield custom per la conversione dei livelli logici della RS232.