Chiarimenti alimentazione esterna con ARDUINO

Salve a tutti,spiego subito il problema.
Ho un sistema costituito da
Arduino UNO,
Una smartcard Shield
6 sensori Sharp 2Y0A21
http://www.sharpsma.com/webfm_send/1208

Sto alimentando il tutto oltre la porta usb (mi serve per i messaggi seriali),anche da una batteria da 6V 4,5AH,tramite il jack esterno di Arduino
Succede che quando alimento inserisco piu di 3 sensori nel circuito,la smartcard mi crea problemi di scrittura,invece se ne collego al massimo 3 il tutto funziona regolarmente (premetto che ho fatto varie prove,tra cui collegare altri sensori IR alla stessa porta pensando che fossero guasti,li ho solo alimentati senza collegarli fisicamente al pin analogico corrispondente e mi crea lo stesso problema). I sensori sono alimentati tramite il pin 5V di arduino.Presumo quindi che ci sia un problema di assorbimento che mi crea problemi con la shield. La domanda che mi pongo e’ che se alimento arduino con la batteria esterna,per poter usufruire dei 4,5AH,come dovrei fare?Collegare l’alimentazione dei sensori tramite il connettore VIN?

mooger: Succede che quando alimento inserisco piu di 3 sensori nel circuito,la smartcard mi crea problemi di scrittura,invece se ne collego al massimo 3 il tutto funziona regolarmente

E' un problema noto dei telemetri Sharp, anche se l'assorbimento medio è di circa 30 mA, pertanto sei sensori richiedono circa 180 mA, quando emettono gli impulsi IR, 32 per volta della durata di 1 uS, l'assorbimento istantaneo arriva a oltre 200 mA. Difficilmente si riesce a collegarne direttamente più di tre sensori ad Arduino, non importa se alimentato da USB o Vin, la soluzione è disaccoppiare l'alimentazione dei telemetri da quella di Arduino. Il modo più semplice per procedere è alimentare i telemetri, dal 5V di arduino, tramite una R da 22 ohm in serie e un condensatore ceramico (o elettrolitico low esr) da 22 uF in parallelo all'alimentazione del telemetro, ovviamente dopo la R, in questo modo il regolatore di Arduino vede solo la corrente media di 30 mA e non i picchi di corrente che vengono gestiti dal condensatore.

Pero' potrei fornire l'alimentazione dei soli sensori,tramite per esempio una fonte esterna, e collegare solo i pin analogici.Cosi' potrebbe funzionare?Eventualmente su internet c'e' un collegamento esatto come quello che mi hai descritto?Magari e' descritto anche dettagliatamente il problema.Grazie.

mooger: ?Magari e' descritto anche dettagliatamente il problema.Grazie.

C'è una application note di Sharp che spiega bene la questione della corrente durante gli impulsi, però non mi ricordo il nome e non ho il link, la soluzione è quella che ti ho indicato ed è inutile complicarsi la vita con un alimentatore dedicato.

c'e' anche il problema che se usi come alimentazione esterna 6V ed hai collegato l'USB, l'alimentazione esterna viene automaticamente scollegata.

in pratica e' come se non avessi collegato la batteria

Brunello: c'e' anche il problema che se usi come alimentazione esterna 6V ed hai collegato l'USB, l'alimentazione esterna viene automaticamente scollegata.

Cambia poco perché il regolatore di Arduino non fornisce più di 500 mA.

Guarda che collegare la batteria da 6V al jack non va troppo bene: è necessaria una tensione di almeno 7V (meglio 9V).

Infatti, c'è un diodo di protezione M7 che ha una caduta di tensione di almeno 0.7V (anche 1.1V in certi casi) e l'integrato stabilizzatore abbisogna in ingresso di almeno 5V + 1.2V = 6.2V.

Ti conviene bypassare il diodo fornendo direttamente la tensione su Vin.

Resta comunque valido il discorso fatto da Astro.

Non capisco la logica di collegare il Tuo progetto via USB al PC e comunque avere una batteria 6V. Soluzione prendi un alimentatore 5V e 2A e alimenti i sensori collegando il polo negativo al GND di Arduinno. Prendi una batteria da 12V e un convertitore step down che porta i 12V a 5V. Se usi una batteria a 6V Ti serve un convertitore tipo https://www.dimensionengineering.com/products/anyvolt3 che costa di piú rispetto un step down della stessa potenza di uscita.

Ciao Uwe

uwefed: Non capisco la logica di collegare il Tuo progetto via USB al PC e comunque avere una batteria 6V. Soluzione prendi un alimentatore 5V e 2A e alimenti i sensori collegando il polo negativo al GND di Arduinno. Prendi una batteria da 12V e un convertitore step down che porta i 12V a 5V. Se usi una batteria a 6V Ti serve un convertitore tipo https://www.dimensionengineering.com/products/anyvolt3 che costa di piú rispetto un step down della stessa potenza di uscita.

Ciao Uwe

E' collegato al pc per avere le informazioni da seriale in attesa di implementare un display.Se non collego la batteria esterna,arduino non riesce a scrivere su smartcard.Ovviamente e' tutto provvisorio,il progetto finale penso che avra' due alimentazioni separate,una per arduino e le shield e un altra per il resto.

Allora prenditi un alimentatore da 5V con cui alimenti i sensori finche non hai ancora il display e poi alimenti tutto con quello. Ciao Uwe