Chiarimento correnti fornite da Arduino

Salve, ho tre schede Arduino: Uno R2, Yun ed appena ordinato la Mega. Vorrei collegare a queste schede un modulo relè come questo , il consumo totale è 640mA. La scheda ha anche la possibilità di essere alimentata esternamente. Il mio dubbio è il seguente, se collego l'alimentazione della scheda ai pin 5V e GND di Arduino, potrei avere dei problemi? La corrente che posso tirar fuori da questi due pin dipende solo dall'alimentatore in ingresso? Ho letto che Arduino è in grado di erogare circa 40 mA per uscita, posso attivare contemporaneamente tutte le uscite ed avere su tutte un carico da 40mA? Grazie Onire

P.S.: Scusate, ho appena letto questo post che in parte chiarisce quanto da me richiesto, però se qualche anima pia ribadisce il concetto gli sarei grato

Devi imparare a leggere i datasheet ... a pag. 313 hai gli "Absolute Maximum Ratings" ... considera che sono i MASSIMI ... e che per sicurezza, devi stare al 65 - 70% di detti valori massimi di corrente ...

... e come vedi, comunque, la somma TOTALE non può superare i 200 mA, sempre massimi !!!

Guglielmo

Per primo devi distinguere la corrente di pilotaggio delle entrate della scheda relé e l'alimentazione della scheda relé. Per la scheda indicata sono ca 2mA per entrata e ca 80mA per ogni relé attivato.

La USB puó dare al massimo 500mA. Se alimenti Arduino con un alimentatore esterno dissipi la potenza che é data dalla corrente e la differenza di tensione. Lo stabilizzatore ha come aletta di dissipazione calore solo una piccola area della scheda e percui non rege grandi correnti/differenze di tensione. Non rischierei correnti sopra un centinaio di mA a 9V di alimentazione.

Se i relé della scheda relé necessitano di 640mA devi alimentarli da un alimentatore separato. L'alimentatore se abbastanza potente puó alimentare anche Arduino.

I pin di Arduino hanno anche loro una limitazione per singolo pin (40mA) per i pin di alimentazione (200mA) e per gruppi di pin ( 100ma o 150mA) vedi note della TAbella a pagina 313/314 del datasheet.

Il venditore da un bel po di informazioni: http://arduino-info.wikispaces.com/ArduinoPower http://arduino-info.wikispaces.com/RelayDimensions e ha messo anche una agina riguardante la sicurezza elettrica e il Disclaimer. http://arduino-info.wikispaces.com/Electrical_Safety_and_Disclaimer

Ciao Uwe

uwefed: I pin di Arduino hanno anche loro una limitazione per singolo pin (40mA)

Mi spiace contraddirti Uwe ma i pin del micro non hanno limitazione (intesa come autolimitazione). E' per questo che in caso di corto o richiesta eccessiva si bruciano. Leo sostiene, in un suo articolo, che la resistenza interna di ciascun pin è di soli 25ohm (non ho trovato riferimenti sul datasheet) quindi la corrente sarebbe limitata, in caso di tensione di 5V e collegamento a massa (corto) a 200mA. Purtroppo il pin è dimensionato per supportare al massimo una corrente di 40mA quindi in caso di corso si brucia. Ecco perché è sempre obbligatorio l'uso di resistenze per limitare la corrente. Perché si possiamo anche dire che la corrente per pin è limitata dalla resistenza interna, ma purtroppo il limite è di molto superiore a quella massima. 200mA contro un massimo di 40mA.

Essendo inoltre di 150mA (altro dato che non trovo sul datasheet) la corrente massima per Porta, oltre al pin si fa fuori anche tutta la porta a cui esso è collegato. Si salva, forse, il resto del micro poiché la sezione di alimentazione (Vcc e GND) resistono giusto fino a 200mA.

Grazie ragazzi, siete stati chiarissimi, la cosa più semplice da fare è prendere un alimentatore sufficiente ad alimentare entrambe le schede.