Chip ftdi da sostituire con un arduino

come da titolo non si capisce molto

vi spiego il mio problema e poi cerchiamo la soluzione:

ho un "cavetto" che fa da "ponte" tra un PC (via usb) e un apparecchio dedicato
non si tratta di un cavo semplice, ma di un cavo con un "scatolo" con dentro delle "cose" (sono volutamente vago dato che non ho e non volevo avere info maggiori: secondo me squadra che vince non si cambia, se funziona non ci guardo dentro
ora questo cavetto si è danneggiato e non va più

quindi squadra che perde si cambia

ho aperto il "scatolo" e ci ho trovato dentro un chip FTDI, al mio anziano occhio leggo ft230xs
e pochi componenti smd
in buona sostanza è una seriale, ma non so bene le caratteristiche, se TTL - RS232 e cosa

chi mi aiuta a "ricostruirlo" usando un arduino?

i tre conduttori in alto vanno all'apparecchietto dedicato
i 4 in basso sono la USB

Ma cos’è’? Un concorso a premi della serie “scoprite l’oggetto misterioso”?
O ti hanno hackerato l’account per rovinarti la reputazione?

Ma no...

Veramente non so che cosa sia quella roba

E siccome non va e mi servirebbe che andasse ho pensato che col vostro aiuto magari riesco a sostituirlo

Continuo a credere che si tratti di uno scherzo, perche' non mi sembra possibile che il fustigatore del forum pubblichi un post del genere, comunque sto allo scherzo e ti rispondo cortesemente.

Per aiutarti ci servono piu' informazioni per cui prova a rispondere alle seguenti domande:

  1. Che cosa e' "l'apparecchio dedicato"?

  2. Qual'e' la funzione dello "scatolo" e con quale software sul PC viene usato?

  3. Quando colleghi lo "scatolo" al PC, viene riconosciuto dal sistema operativo e dal software applicativo che usi?

  4. Come si manifesta il non funzionamento?

  5. Come fai a dire che e' lo "scatolo" guasto e non "l'apparecchio dedicato"?

  6. Puoi ricostruire lo schema dello "scatolo", oppure almeno postare anche la foto del lato saldature, cosi' lo facciamo noi per te?

  7. Puoi dirci i codici presenti sui semiconduttori (oltre all'FT230) cosi' possiamo capire cosa sono?

Ciao
Marco

P.S. Non mi sembra comunque che tutto questo c'entri qualcosa con Arduino:
L'FT230 e' un convertitore USB seriale ed il resto e' hardware per l'adattamento dei segnali TX e RX.
(Ovviamente la sentenza sta a Guglielmo)

... infatti il thread è ancora aperto solo perché, all'inizio, ha detto chiaramente che vuole riprodurre le funzionalità dello scatolotto, con Arduino e non ripararlo :wink:

Guglielmo

Sì, infatti

tutte domande e considerazioni corrette
allora
lo scatolo è un'interfaccia tra un PC e una centralina dell'iniezione GPL
so che non va perché il mio vicino ha la sua, e la sua va, la mia no
voglio ricostruirlo con Arduino perché pur potendone acquistare un'altra voglio approfittare dell'occasione del guasto per "aggiungere" alcune funzioni, ovvero tipicamente aggiungere un data logger su SD, invece che doversi portare dietro un PC Windows (ecco quindi la seconda ragione per la mia macchina virtuale XP)
lo schema:
non riesco a ricostruirlo, il mio lavoro assomiglia di più all'industria metalmeccanica che elettronica
la foto del retro arriva tra poco, il tempo di trasferirla
e purtroppo non riesco a leggere null'altro che la sigla del Chip

ma secondo me sono 2 Transistor e una manciata di diodi e resistenze
arriva la foto del retro
retro
non ha la stessa qualità, non è la stessa macchina fotografica

Per favore rispondi anche alla seconda parte della domanda "2", specificando con precisione che applicativo usi, perche' puo' dare delle informazioni utili.
Per quanto riguarda la domanda "7", se usi una lente, o altri strumenti, ce la fai, e, di nuovo, sono informazioni utili.

Edit - Quando hai la possibilita' manda una foto migliore del retro.

Pomeriggio ho impegni di famiglia
Ma appena mi sblocco faccio foto migliore del retro

E provo a leggere, ma non ci conterei molto, ho già usato lente, lampada e tanta pazienza
È proprio il mio limite, ho la mia età...

Per il nome del programma
Appena riavvio la macchina virtuale

Sarebbe utile anche sapere marca e modello della centralina

marca della centralina: BRC
modello: non me lo ricordo, ma appena posso recupero il mezzo e vedo se è tra le cose leggibili, usando il cavo del vicino (in effetti devo prima recuperare il vicino)
comunque è la centralina di serie (l'auto è a gas di serie) della focus 2014 1.6gpl
software sul PC: BRC sequent plug & drive
la foto del retro:

se trovo qualcuno con gli occhi più buoni dei miei gli faccio leggere i componenti

comunque in effetti un po' mi vergogno:
avrei dovuto essere più preparato e prevenire le domande
ma è talmente rara come situazione che sto imparando adesso...

per intanto ho fatto alcune ipotesi:

che il tutto sia un convertitore usb-Seriale è chiaro
i led sono comandati dal chip, e fine, i led non mi interessano
il pin 1 è Tx,
è possibile che vada ad un transistore che in open-Collector comandi una linea pulluppata dalla centralina?
il pin 4 è Rx,
è possibile che sia collegato alla linea Rx attraverso un limitatore a zener con una resistenza da 1K e quello che sembra un diodo in vetro sia in effetti uno zener a 5 o 3v3 (a seconda della tensione di lavoro del chip?

ma più o meno questo è il mio massimo in hardware

mi confonde il transistor connesso tra una uscita e un pin non connesso, transistor che ha due piedini cortocircuitati da un ponte a 0 ohm
e un fracco di piazzole vuote..

Ogni tanto fa bene trovarsi dalla parte degli sfigati ...

Comunque abbiamo finalmente capito di cosa stiamo parlando: si tratta di una interfaccia OBD per ECU automobilistica.
Nel manuale del software che indichi si legge:

1.2. IL CAVO DI
COMUNICAZIONE PER
IMPIANTI SEQUENT
E’ un cavo che contiene un circuito elettronico in grado di tradurre i segnali di comunicazione provenienti dalla centralina, che
sono conformi allo standard automobilistico
ISO 9141 e ISO 15031 nei segnali adatti per
il PC, cioè secondo lo standard della comunicazione seriale RS232.

Non sono un conoscitore di OBD ma queste informazioni, e l'aiuto di altri utenti del forum piu' esperti di me, dovrebbero indicare come va fatta l'interfaccia.

Condivido le tue considerazioni sul circuito del tuo "scatolo" tranne:

Secondo me quello e' un transzorb di protezione sul RX.
Appena posso ti mando quello che e' lo schema del tuo "scatolo" secondo me.

Grazie

Secondo me lo schema del tuo scatolo e' questo:

Comunque tieni conto che esistono anche queste cose qui.
Sono fatte per interfacciarsi con uno smartphone/tablet ma se aggiungi un'interfaccia bluetooth ad Arduino, e, ovviamente, il software forse potresti fare quello che vuoi.

Prova a guardare anche qui.

Ciao
Marco

Edit - Nello schema ho dimenticato la sigla del chip, ma come si e’ detto, e’ un FT230.

Se il TX del FT230 è normalmente alto servirà un'inversione prima del transistor di linea.

rispondo ad ambedue
per claudio_ff
grazie, lo tengo in considerazione

per sulimarco: grazie
conosco e possiedo un elm327, ma non fa al caso mio, non legge la centralina, ho provato
non sapevo del progetto specifico che hai citato, ne sapevo di simili
comunque non sono assolutamente sicuro che quella presa diagnostica della centralina del gas sia ripetuta anche sul connettore OBD2
E' anche per questo che sono partito così a basso livello di conoscenza
in effetti "ripetere" lo HW permette di partire senza cambiare SW

considerazioni generali
vorrei in effetti partire dal "sostituire" il "scatolo" con un arduino che si limita a fare da ponte
in seconda battuta faccio loggare all'Arduino le varie comunicazioni, per arrivare a una "scatoletta" stand-alone che mi permetta di fare una ed una sola operazione quando "premo bottone"

e adesso un minimo di storia e anche "indicazioni commerciali"
non è pubblicità, tutt'altro, ma non farò nomi, quindi ...

casomai la moderazione cancellerà questa parte

io possiedo un'automobile, e siccome faccio molti chilometri tra casa[0] e casa[1]
senza contare famiglia[0].figlio famiglia[1].nipote e altri membri della classe parenti...

ho quindi deciso di comperarla a gpl, uscita a gpl dalla casa

NON fatelo, non della marca che ho acquistato io
è un consiglio

ad adesso ho speso più a cambiare pompe della benzina ruggini e iniettori benzina intasati di ruggine di quanto ho risparmiato col gpl

Esatto, il TX va invertito rispetto al default ma non c'e' bisogno di farlo esternamente al chip, basta configurare la polarita' (vedere datasheet) usando l'utility dell'FTDI FT Prog.

Occhio che un uso scorretto dell' FT Prog puo' rendere il chip inutilizzabile.

e proseguo qui, che è quasi OT

la concessionaria mi ha sempre scaricato motivando:
"lei la macchina la usa a GPL, quindi se la pompa della benzina si arrugginisce sono problemi suoi"

la mia ovvia risposta è stata che l'auto la ho comperata ed in effetti è omologata a GPL
ora siamo alla terza pompa della benzina (3 in 6 anni, sono troppe)
quindi almeno fino a che non decido a quale casa automobilistica sacrificare il mio pecunio, debbo garantirmi di poter partire a GPL in caso di morte prematura (e molto prossima) della pompa della benzina
ecco che debbo portarmi dietro il pc per poter abilitare l'avviamento a GPL
per non restare in strada

on giorno vi racconto le mie disavventure, peggio che con mister 8mm

io comunque non intendo utilizzare un FT230

ma un arduino UNO, mettero la seriale in logica negata
magari è possibile solo per la HWserial o solo per la SWSerial, adesso non ricordo, ma so che è possibile
ma comunque non tocco lo FT, non lo voglio proprio

l'ideale punto di arrivo è un ATtiny con un bottone e un connettore e finita li

Come ho detto non sono esperto di queste cose ma, da quello che ho capito, la presa di diagnostica della centralina del gas e' la sua ODB.