Circuito per variare la tensione in un plastico ferroviario

A me viene invece un'altro dubbio ... non e' che per sbaglio hai collegato il 12V anche all'ingresso di alimentazione della logica (VCC) che va invece a 5V ?

Ora ho comprato un Pololu 18v15 che regge fino a 30A. (costa 40 euro) Quando mi arriva lo provo subito e faccio sapere.

Allora... ho provato il Pololu 18v15 e funziona perfettamente. Il treno parte gradualmente, accellera fino alla velocità massima e si ferma altrettanto gradualmente guidato dal PWM di Arduino. E, cosa importante, dopo averlo fatto funzionare per 3 ore non si è bruciato.

Per Nid69ita: il motore è a 12v cc a spazzola, e l'assorbimento è intorno ai 0,5A. Misurato più volte. :) Se colleghi una AC ad un binario il tuo locomotore vibra per benino e non si muove, per questo i trasformatori ferromodellistici (un RivaRossi nel mio caso) hanno ben evidenziata l'uscita in CC separata da quella in AC (usata per bobine di scambi e illuminazione). Sono più che certo di aver usato una CC.

Per Etemenanki: sono suonato tanto, ma non fino a questo punto, dai! ;) No, la logica la ho alimentata a 5V. Nelle schedine Pololu gli ingressi sono indicati in modo molto chiaro e per sbagliare bisogna davvero impegnarsi.

Sembra proprio che per correnti come quelle ferromodellistiche sia necessario usare un motor driver decisamente più robusto (e costoso) di quelli usati per robot, droni ecc.

Ciao a tutti, sono nuovo del forum. Scusate se dopo mesi "ravvivo" questo thread, volevo solo sapere se qualcuno aveva provato ad utilizzare il MAX14870 alimentato dal trasformatore.

Anche io, come Aldozan, avevo provato il TB6612FNG che dopo poco...è andato a farsi friggere.

Precedentemente avevo provato questo H-bridge basato sul chip L293D ottenendo ottimi risultati (ottimi = nessuna frittura, risposta perfetta nel cambio direzione e velocità, temperature non eccessive, testato e messo sottotorchio per una ventina di minuti senza rilevare problemi o diminuzione delle performance) ma l'ho scartato perché di eccessive dimensioni.

Quel H-Bridge ha una corrente massima di 2A (tensione 5-35 V)...in teoria il MAX14870 dovrebbe ancora reggere (5-36 V, 1.7 A - con 2 A di picco).

Esperienze con MAX14870?

Grazie, Simone

A me e' venuto pero' un'altro dubbio adesso ...

Quando parlate di "trasformatore Rivarossi da 12V 16A", suppongo che non stiate parlando di un'alimentatore stabilizzato, ma di un banale trasformatore da modellismo ... che magari raddrizza i 12V (che gia potrebbero essere abbondanti), con un ponte ed un condensatore, senza alcuna limitazione ne stabilizzazione ... il che potrebbe facilmente far arrivare la tensione di uscita a vuoto a circa 17V (anche di piu se il trasformatore gia da 13 o 14 V in AC ... io ho un vecchio alimentatore a 12V 2A a trasformatore che in uscita a vuoto mi spara fuori circa 19V) ... gli integrati di quei driver, se non ho letto male il datasheet, accettano in genere una tensione massima assoluta di 15V (valore che non dovrebbe mai essere usato, perche' e' appunto quello a cui poi rischiano di bruciarsi), e quindi dargli piu di 12V ... specialmente considerando che in fase di regolazione, devono dissipare una potenza che e' proporzionale anche alla tensione di alimentazione, non solo alla corrente richiesta dal carico ... ;)