coil gun con magnete permanente?

se io alla bobina della coil gun ci applico un impulso da 400 V per sparare un proiettile di materiale metallico, se io sostituissi il proiettile metallico con un proiettile di materiale magnetico, come il neodimio o magnetite, otterrei, con una tensione più bassa, gli stessi risultati? grazie

provo a scrivere la domanda in un'altra maniera, sperando di ottenere qualche risposta: usando un magnete permanente, anzi che un materiale metallico qualsiasi, ottengo più energia?

Io penso che il 90% degli utenti non abbia idea di cosa stai parlando... ad esempio "cosa sarà una coil gun?", ma soprattutto "arduino che c'entra?" :) ciao

Dipende dalle polarità, se il tuo aggeggio genera un campo magnetico che attrae prevalentemente tramite il campo magnetico NORD l'oggetto la calamita dovrà essere influenzata nel polo SUD per essere attratta più velocemente, devi calcolare i flussi dei campi magnetici per evitare di peggiorare la situazione. La cosa più semplice è fare delle prove, magari con tensioni in gioco molto basse per evitare di spararti qualcosa addosso.

eh si appunto, quello che pensavo anch'io... lo so che arduino c'entra poco, ma mi serviva l'opinione di qualche altra mente elettronica, scusate :sweat_smile: comunque la coil gun, è come un solenoide, una bobina dove all'interno viene inserito un proiettile e, quando viene applicata una tensione, lo spara :)

Il problema di usare i magneti permanenti e te lo dico perchè ho provato, è lavorarli... l'unica via è la fusione, e li smagnetizzi. Per di più l'impulso deve durare un istante precisissimo di tempo sennò perdi potenza...

Per discussioni di elettronica con "la gente del forum" ma riguardanti progetti, elettronica in generale, off-topic, etc.. c'è il sito http://www.electroit.tk dove trovi un interessante discussione http://www.electroit.tk/index.php/topic,98.0.html sulla coil-gun.

Ciao

Forse con degli oggetti metallici della dimensione giusta non c'è bisogno di lavorarli, resta il fatto che è un arma a "doppio taglio", potrebbero rendere meno efficiente il "device" se si configurano le polarità sbagliate. Non so se quegli aggeggi per magnetizzare i cacciaviti possono servire per magnetizzare oggetti ad esempio di stagno "modellabili" col saldatore.

ok ok ho capito, vediamo cosa si può fare, grazie ;)

Per la lavorazione non e un problema.....il neodimio si puo tranquillamente lavorare al tornio...in piu e un materiale molto potente dal punto di vista magnetico....suppenendo di trovare la giusta combinazione fra i poli del proiettile e quelli imposti dall avvolgimento io penso che si potrebbe ottenere una forte forza di repulsione anche a tensioni piu basse delle classiche centinaia di volt che solitamente occorrono per imprimere velocita al proiettile metallico....per i poli del magnete non penso sia un problema perche basta invertire l alimentazione della bobina se il proiettile va al contrario ( ovviamente si utilizzano basse tensioni per questo test)

Proprio con il tornio avevo provato a farli.... il problema è che il più delle volte sono magneti fatti con un involucro solido, riempiti di polveri e appena vai a toccarli con il tornio si frantumano...

A me si sono sbriciolati i magneti di un hard disk praticamente strofinandoli

io invece che un magnete, userei i piombo a proiettile, quelli usari per la pesca... sono in tungsteno... secondo me con il magnete rischi che inverta la polarità(ruoti su se stesso), e si "incolli" alle superfici..

secondo me con il magnete rischi che inverta la polarità(ruoti su se stesso), e si "incolli" alle superfici..

questa risposta non mi piace :grin: ho chiesto anche a scuola e alcuni prof dicono che porta dei vantaggi mentre altri dicono di no, bah... l'unica cosa che ci resta da fare è provare ;)

provare non costa niente… al limite perdi un magnete… facci sapere :smiley:

ok quando avrò qualche risultato vi faccio sapere ;)