Collegamento led TX-RX infrarossi

Ciao ragazzi, volevo un parere: leggendo alcune discussioni ho visto che viene sempre detto di mettere al Led una resistenza, in qualsiasi caso.
Io ho un led infrarosso Tx che nel datasheet mi viene detto abbia un Vf=5v, e un If=20mA. Quello che chiedo è, dato che di solito per calcolare la resistenza di un Led, uso la formula R=(Vin - Vf) / If.
A questo punto dato che Arduino da in uscita o 3,3 o 5v, usando l'uscita da 5v, mi verrebbe da dire che il Led infrarosso Tx in questione non abbia bisogno di una resistenza, o sto sbagliando qualcosa?

Inoltre avrei bisogno di capire bene anche il collegamento da effettuare sul Led ricevente Rx, io ho capito di collegarlo a GND e ad un pin analogico, o sbaglio? (i Led in questione hanno tutti e due 2 piedini, ma ho trovato datasheet solo di quello che trasmette). Quello ricevente dovrebbe invece essere un fotodiodo....

Comunque qualcuno risolve almeno il primo dubbio, e in caso mi aiuta anche sulla seconda richiesta ? grazie a tutti :slight_smile:

Buonasera,
essendo il tuo primo post, nel rispetto del regolamento della sezione Italiana del forum (… punto 13, primo capoverso), ti chiedo cortesemente di presentarti IN QUESTO THREAD (spiegando bene quali conoscenze hai di elettronica e di programmazione ... possibilmente evitando di scrivere solo una riga di saluto) e di leggere con MOLTA attenzione il su citato REGOLAMENTO ... Grazie. :slight_smile:

Guglielmo

Hai ragione ! Ho subito provveduto :slight_smile:

Scusa, hai una sigla o modello del led, o un link ad un datasheet ? … te lo chiedo perche’ di solito i led IR hanno una Vf di 1.3/1.5V … non di 5 … e non puo essere neppure un modello da 3W, con i 3 chip in serie all’interno, perche’ hanno una corrente media di 300/350mA … non riesco ad immaginarmi quale led sia …

Ciao si, ho la sigla....

Dopo quello che mi hai scritto sono andato a ricontrollare su quel datasheet (https://cdn-shop.adafruit.com/datasheets/IR333_A_datasheet.pdf)... ho letto la tabella sbagliata ! era un Vr non Vf !

Sotto poi ho trovato quella giusta leggendo bene !

Comunque se qualcuno ha voglia, io non ho capito benissimo la differenza tra vf e vr, e ir e if... diciamo che per come ho letto su internet so che si deve usare quelle con la "f" come misure, ma non so bene il motivo.

Se qualcuno vuole darmi qualche consiglio-spiegazioni sono tutt'orecchie ! :smiley: :smiley:

f= forward = nel senso di scorrimento normale
r= reverse = applicata al contrario

di solito...

Corretto, forward e' la caduta di tensione del led nel funzionamento "normale", mentre reverse e' la massima tensione che il led e' in grado di sopportare se lo colleghi alla rovescia, prima di fare "ciaociao" ed andarsene all'altro mondo ... e per calcolare la resistenza da metterci in serie, si toglie la Vf dalla tensione di alimentazione perche' al di sotto di quella tensione, di solito il led non funziona o emette pochissimo, mentre al di sopra si comporta quasi come un corto (per cui la corrente la limita solo la resistenza che aggiungi) ...

Nel tuo caso il datasheet ti dice che quel tipo di led puo reggere fino ad un massimo di 100mA (al contrario dei normali diodi led da 3 e 5 mm, che al massimo di solito arrivano a 20mA), e ti dice anche che la potenza totale che puo dissipare e' di 150mW ... con una Vf di circa 1.35V (media fra tipica e massima), ci staresti dentro nei 150mW anche dandogli tutti i 100mA, ma quelli sono valori "massimi assoluti", per cui e' sempre bene tenersi al massimo al 60/65% di tali valori nell'uso normale ... comunque gia dandogli 50mA, avresti una buona irradiazione ... non farti ingannare dal fatto che anche a 50mA probabilmente lo vedrai acceso pochissimo e rosso scuro, 940nm sono al limite della soglia di visibilita' dell'occhio umano, anche un led da 1W sembra quasi spento pur emettendo un sacco di infrarossi a quella lunghezza d'onda ... per vedere quanto in realta' emette, il sistema migliore e' usare una webcam, una telecamera o una macchina fotografica digitale senza filtri IR (non puntandolo direttamente nell'obbiettivo) ... con quelle vedi subito quanto in realta' emettano quei diodi ...

Comunque, a 5V, per dargli 20mA, 3.65/0.02=182.5 ohm, 180 e' il valore standard piu vicino ... e per 50mA, 73 ohm, puoi usarne 82 che e' standard ...

Grazie mille, ho capito cosa vogliono dire finalmente tutte quelle sigle !

Proverò con il metodo che mi hai consigliato, della telecamera, per vedere se il Led funziona...

Per quanto riguarda invece il fotodiodo ricevitore sai darmi qualche dritta?
Non trovo nulla online di sigle, mi hanno rifilato solo quella del trasmettitore; comunque è come un Led normale, solamente che è nero scuro (tipo quelli dei dispositivi con telecomando).

Non ho idea del collegamento che dovrei fare, un piedino a massa e l'altro a un ingresso analogico di Arduino? Magari tramite resistenza?
Almeno potevo provare anche in quel modo se l'altro Led Tx emanava infrarossi e in che quantità, direttamente vedendo i valori letti con Arduino ! :slight_smile: :smiley:

Ma e' fotodiodo o fototransistor ? ... hai preso anche quelli da adafruit ? ... strano che non ci fossero specifiche, di solito le mettono ...

No, niente specifiche, solamente quel diodo ho trovato ! sulla bustina che mi hanno spedito (da Amazon) ho trovato solamente il codice che mi riportava a quel datasheet che avevo messo sopra...

Inoltre nemmeno nella descrizione del prodotto c'era scritto nulla, ho solamente trovato scritto "10 coppie Led rx tx"

Allora. per prima cosa controlla se ti hanno mandato dei fotodiodi oppure dei fototransistor, perche' l'impiego e' diverso ... tenendo il corpo in plastica nera non illuminato (in un pezzo di carta nera, o anche chiuso in mano), provalo con il tester su posizione provadiodi .. .se e' un fotodiodo si comporta come un normale diodo, allo scuro (condurra' in un senso e non nell'altro), mentre se e' un fototransistor, se rimane allo scuro non dovrebbe segnare in conduzione ne in un senso ne nell'altro ... una volta che sai quello, vediamo il resto ...

Serve provarli tenendoli allo scuro, perche' se li si illumina si comportano diversamente ... anche se la plastica sembra nera, in realta' blocca la luce visibile ma lascia passare gli ingrarossi, e sia il sole che le lampadine producono parecchi infrarossi, insieme alla luce visibile ... anche alcuni tessuti e plastiche nere li lasciano passare, quindi per oscurarlo, usa della carta, se nera e' meglio ... la stagnola sarebbe la cosa migliore, ma bisogna fare attenzione a non mandare in corto i terminali se la usi, altrimenti la lettura non avrebbe senso ...

Allora intanto ti ringrazio perché mi stai aiutando davvero tanto con le tue dritte !
Questa settimana non sono a casa, sono fuori all’università (non dovrei nemmeno toccare Arduino, ho la settimana delle prove in itinere, ma la tentazione è troppo forte ahaha).

Comunque tornando a noi, appena arrivo a casa faccio la prova con il multimetro della conduttività almeno poi vediamo cosa fare.

Intanto ieri sera ho provato varie configurazioni trovate su internet, sperimentando, ma capendo poco:

Il led infrarosso sono riuscito a farlo funzionare correttamente, con resistenza da 180 ohm “assemblata” con 3 resistenze in parallelo da 540 ohm mi pare. Funziona e ne sono sicuro perché ho provato come mi avevi consigliato tu con la telecamera del telefono, che infatti riprende gli infrarossi che si riflettono ad esempio sulla mano nella stanza al buio. Quindi quella parte diciamo è consolidata, e l’ho capita (d’altra parte è solo il funzionamento di un Led).

Provando poi varie configurazioni e esperimenti con Arduino, ho trovato una configurazione nella quale il fotodioodo o fototransistor (fino a venerdì non lo saprò con certezza) lo uso come ricevitore, e vedo nel monitor seriale i dati. Ho dovuto mettere due belle resistenze, altrimenti i valori sarebbero stato sempre o bassi al minimo o alti al massimo.
Comunque allego lo schema, ma avviso già che non ho la minima idea del perché devo andare a prendere l’uscita analogica tra resistenza e piedino positivo del dido o quello che sia… diciamo che a logica, per un sensore, mi sarei aspettato di dover prendere l’uscita analogica nel piedino positivo che si connette al meno, perché nella mia testa mi sto immaginando che sia li che passa il flusso di “dati” che varia secondo gli stimoli sul sensore.
Ma a quanto pare mi sto sbagliando, perché in questa configurazione la ricezione funziona: livelli bassi registrati su A0 quando il Led vede infrarossi, e livelli alti quando il Led viene coperto o vengono interrotti gli infrarossi…

Non so se saprete spiegarmi il perché funziona in questo modo, senza ancora conoscere che cosa sia di preciso, se un fotodiodo o un fototransitor. In caso comunque venerdì posto e dico che cosa è con sicurezza con la prova del multimetro.

Lo schema è in allegato (l’ho fatto con un programma per disegnare circuiti, che sinceramente non mi piace molto, vorrei qualcosa di più minimale e tecnico (cioè solo la parte schematica), se avete qualcosa da consigliarmi, sono tutt’orecchie anche per questo!) :slight_smile: :slight_smile:

gianluca2414:
...
Non so se saprete spiegarmi il perché funziona in questo modo...

E' normale ... se e' un fototransistor (ma anche un fotodiodo polarizzato inversamente), non conduce quando e' non illuminato, quindi hai un livello alto dato dalla resistenza al VCC ... mentre aumentando l'illuminazione che lo colpisce, inizia a condurre sempre di piu (lo stesso che se usassi una fotoresistenza, quando la sua resistenza interna si abbassa illuminandola), e quindi l'uscita va sempre piu verso il potenziale di massa, quindi livello basso ...

Per gli schemi io uso Eagle, non so se per te va bene ... e' piu orientato verso i circuiti stampati in effetti, ma anche la parte schemi elettrici non e' male ...

Giusto ! Ho capito !

Do uno sguardo a Eagle, grazie ancora ! :wink:

Per Eagle, ti consiglio le "vecchie" versioni di cadsoftusa, non quelle di autodesk ... le prime, si possono usare anche su PC senza connessione internet, e funzionano comunque benissimo, mentre le nuove, causa la solita idiozia di autodesk, sei costretto a collegarti ai loro server ogni due settimane anche con la versione gratuita ...

il download e' pubblico ed i link sono dappertutto, comunque, se li vuoi provare

http://web.cadsoft.de/ftp/eagle/program/7.7/eagle-win64-7.7.0.exe per la versione a 64bit, e

http://web.cadsoft.de/ftp/eagle/program/7.7/eagle-win32-7.7.0.exe per la versione a 32bit ...

Ti ringrazio, ma il link mi da un errore di oggetto non trovato (comunque io ho SO Mac, quelle mi sembrano win Version)…

Avevo già scaricato il software di autocad (non sarà un problema il fatto della connessione a internet e ai loro server), e in più essendo studente ho la versione completa (non che me ne faccia di molto eh…)

Proverò qualche schema semplice, più che altro perché mi piace tenere organizzati i miei lavori, e di ogni strillata, anche semplice, fo il disegno (d’ora in avanti al pc)

Grazie mille per l’interesse :slight_smile:

Etemenanki:
Per Eagle, ti consiglio le "vecchie" versioni di cadsoftusa, non quelle di autodesk ... le prime, si possono usare anche su PC senza connessione internet, e funzionano comunque benissimo, mentre le nuove, causa la solita idiozia di autodesk, sei costretto a collegarti ai loro server ogni due settimane anche con la versione gratuita ...

>gianluca2414: segui il consiglio di Etem ... io sono un utente registrato cadsoft della versione "ultimate" (quella senza alcuna limitazione) e tutt'oggi uso tranquillamente la versione 7.7. Mi rifiuto di dare una cifra mensile obbligatoria ad Autodesk ...

... piuttosto, il giorno che proprio la 7.7 mi starà stretta (.... ma è cosa difficile :D) i soldi li do ad Altium che, comprendendo quanto sono incavolati gli ex utenti cadsoft, ha fatto la mossa furbissima di fare una versione leggermente ridotta (... ma sempre più che sufficiente) del suo eccezionale prodotto a circa il prezzo che aveva prima Eagle e SENZA canoni mensili :smiley:

Guglielmo

Anche io sono su Mac ... aspetta che cerco il link corretto ...

Guglielmo

... per mac il link da cui scaricare è ftp://ftp.cadsoft.de/eagle/program/7.7/eagle-mac64-7.7.0.zip ... come vedi è un FTP :wink:

Guglielmo

gpb01:
... per mac il link da cui scaricare è ftp://ftp.cadsoft.de/eagle/program/7.7/eagle-mac64-7.7.0.zip ... come vedi è un FTP :wink:

Guglielmo

Io essendo studente non devo pagare alcun costo mensile, ma comunque installerò questa versione meno recente, così non avrò mai bisogni di collegarmi ai loro server
Grazie Mille!