consigli per pasturatore di sarde

Dopo la doverosa presentazione, espongo il mio problema che mi ha portato, navigando su internet, a conoscere i prodotti arduino. Ho la necessità di realizzare sistema che alimenti un motoriduttore di un gettasarde. Il gettasarde è realizzato con un tappetino (larghezza di 20 cm) montato su due rulli (distanza 30 cm) su cui sono applicati dei ganci sfalsati lungo i due assi; su un rullo è montato il motoriduttore. Vorrei comandare il motoriduttore con tre tipi di funzionamento: 1) continuo, che serve nella fase iniziale di pesca, dove la pasturazione deve essere abbondante; 2) ciclico, nella fase successiva di pesca, dove la pasturazione viene effettuata con un intervallo di tempo variabile tra 5/10 secondi; in pratica viene gettata una sarda ogni 5/10 secondi; 3) ciclico con rilevamento del passaggio della sarda, con conseguente attivazione del tempo di pausa, mediante fotocellula a riflessione; tale funzionamento consente di ovviare al rischio che non vengano agganciate le sarde durante la rotazione del tappetino. Inoltre per la tipologia 2 e 3 vorrei predisporre in allarme di superamento di un ulteriore temporizzazione; per essere più chiaro se ho predisposto che la sarda venga gettata ogni 5 secondi e predisposto l'allarme dopo 10 secondi, al superamento del tempo si attivi il cicalino/buzzer. Per la tipologia 3 l'idea iniziale era di utilizzare un timer ciclico, da far partire con tempo di attesa, alimentato da un relè bistabile NC collegato alla fotocellula; quando viene data l'alimentazione il relè si attiva e fa partire il timer ciclico e, contemporaneamente, il time del buzzer; al passaggio della sarda la fotocellula disattiva il relè, resettando il timer ciclico e quello del cicalino, per poi ripartire in quanto ancora alimentato. Cosa ne pensate dell'idea e che consigli mi dareste; ritenete che sia superfluo utilizzare una Arduino Uno? e se mi consigliate di utilizzare la scheda Arduino come potrei fare la programmazione? Mi rendo conto che per un neofita forse sto facendo il passo più lungo della gamba ma confido nella vostra competenza e nel vostro aiuto. Ciao. Maurizio

Nessuno di buona volontà che mi può dare dei consigli?

Benvenuto nel forum! la parte HW l'hai già realizzata/pronta? Una UNO andrebbe bene per pilotare il tutto, quasi sicuramente avrai bisogno di qualcosa di HW per interfacciarti ai componenti esterni, ma prima devi chiarire cosa vuoi pilotare e come (tensioni, assorbimenti, tipo di motore, ecc...) E' già presente sulla scheda la possibilità di fare delle operazioni a intervalli di tempo, basta studiare gli esempi (blink without delay), per cui tutte le operazioni che elenchi sono a portata di mano. Un passo alla volta ce la potrai fare!

Rileggendo il post ho rivisto la descrizione del funzionamento, sperando che sia più chiara... Ho la necessità di un circuito che alimenti un motoriduttore di un gettasarde a 12 volt cc. Il gettasarde è realizzato con un tappetino (larghezza di 20 cm) montato su due rulli (distanza 30 cm) su cui sono applicati dei ganci sfalsati lungo i due assi; su un rullo è montato il motoriduttore. Vorrei comandare il motoriduttore con due tipi di funzionamento: 1) continuo, che serve nella fase iniziale di pesca, dove la pasturazione deve essere abbondante; 2) ciclico, nella fase successiva di pesca, dove la pasturazione viene effettuata con un intervallo di tempo variabile tra 5/20 secondi; in pratica il nastro ruota per il tempo impostato, variabile tra 2/5 secondi, per poi fermarsi per il tempo impostato, variabile tra 5/20 secondi; inoltre per tale funzionamento vorrei poter inserire un condizionamento, mediante fotocellula a riflessione, che interrompa la fase di rotazione del nastro per passare a quella di pausa, e ripartire col ciclo, ed un allarme sonoro (buzzer) al superamento del tempo di rotazione impostata (in pratica mi avverte se vi è qualche problema di aggancio delle sarde o se le sarde sono finite nel contenitore). L'idea iniziale, con circuiti in commercio, era di utilizzare un timer ciclico da far partire con tempo di attesa, alimentato da un relè bistabile NC collegato alla fotocellula; quando viene data l'alimentazione il relè si attiva e fa partire il timer ciclico e, contemporaneamente, il timer del buzzer; al passaggio della sarda la fotocellula disattiva il relè, resettando il timer ciclico e quello del buzzer, per poi ripartire in quanto ancora alimentato. Il tutto, motore e i componenti elettronici compresa la fotocellula, dovrebbero essere inseriti in un contenitore stagno con all’esterno l’interruttore di accensione, i potenziometri per il settaggio dei tempi ed il selettore della fotocellula.

Dicendo che il motoriduttore funziona a 12V hai dato la metà delle informazioni... quanto assorbe quel motore? 1A? 2A? 10A? In base all'assorbimento, potresti interfacciarlo con Arduino mediante un semplice Relè (con relativo transistor o ULN2803 che ti mette a disposizione altre uscite da gestire).

Ciao Khriss75, il motoriduttore assorbe, alla coppia massima di 100 Ncm meno di 1 A (precisamente 600 mA). Considerato il basso assorbimento come mi suggerisci di interfacciarlo con Arduino. Tieni conto che essendo un vero neofita, avrei bisogno di una spiegazione terra terra. Spero di non abusare della tua/vostra pazienza a chi mi vuol aiutare. Ciao Maurizio

a parte il controllo del motore, che basta e avanza un Mosfet.

Come funziona l’inserimento delle sarde sul tappetino ?

Ciao Brunello, le sarde sono a contatto di un tappetino inclinato di 15° rispetto alla verticale e, ruotando in modo ascendente, le aggancia con degli ami applicati sullo stesso; il pezzo di sarda, una volta superato il rullo superiore, si sgancia dall'amo e cade in acqua e, intercettata dalla fotocellula, resetta il timer ciclico per farlo ripartire.

Sono curioso di vedere le foto quando lo avrai completato

Non avrei mai immaginato che potesse esistere una macchina infernale come questa! XD. Ma le sarde sono il cibo o sono quelle che devono mangiare?

paolometeo2: Non avrei mai immaginato che potesse esistere una macchina infernale come questa! XD.

Concordo... :sweat_smile:

Ma le sarde sono il cibo o sono quelle che devono mangiare?

Le sarde sono il cibo. Il titolo sarebbe più corretto fosse "pasturatore con sarde" :D