Consigli Relè a semiconduttori tipo Panasonic serie AQH ?

Premetto che sono una schiappa in elettronica, ma provo a spiegare la mia esigenza così da avere dei suggerimenti più mirati al mio caso. Sto facendo un controller per acquario dove tra le altre cose vorrei controllare una serie di utenze (riscaldatore, luci, pompe, ecc.). A tale scopo avrei pensato a dei relè "standard" ma dato che l'appetito vien mangiando, stavo pensando innanzitutto se esistono sotto forma di integrato (semplicemente per un discorso di spazio minore) e poi se esistono non meccanici (per eliminare il più possibile problemi di usura e perchè no di rumore dello scatto meccanico). Inoltre dato l'uso acquariofilo stavo pensando che un relè dovrebbe poter staccare entrambi i contatti della corrente 220 per questioni di maggior sicurezza.

Ho trovato per caso i Panasonic, ma oltre a non sapere se possono andar bene (sia per i pin di arduino che lo dovranno pilotare, sia per i carichi in questione, es. un riscaldatore da 200W) ogni altro consiglio è ben accetto!

Grazie, saluti.

Dimentica il discorso di risparmiare spazio se lavori con 230V. Servono delle distanze minime tra i conduttori che portano 230V (tra di loro e tra 230 e 5V o massa). Per questo spesso vedi sulle schede perfino delle scanalature per avere dei distanze in superficie piú lunghi. I Sold State Relais che nomini sono per le seguenti correnti: 0,3A, 0,6A, 0,9A oppure 1,2A Non userei uno da 1,2A per alimentare un riscaldatore da 200W (che sarebbero 0,86A) Ciao Uwe

uwefed: Dimentica il discorso di risparmiare spazio se lavori con 230V. Servono delle distanze minime tra i conduttori che portano 230V (tra di loro e tra 230 e 5V o massa). Per questo spesso vedi sulle schede perfino delle scanalature per avere dei distanze in superficie piú lunghi. I Sold State Relais che nomini sono per le seguenti correnti: 0,3A, 0,6A, 0,9A oppure 1,2A Non userei uno da 1,2A per alimentare un riscaldatore da 200W (che sarebbero 0,86A) Ciao Uwe

Ok, grazie del prezioso consiglio. Sulla 220 non si scherza, e ripeto, io essendo profano, ho bisogno di tali consigli...

Non ci sono quindi altre soluzioni oltre ai "soliti" relè? Dovendone usare molti, mi chiedevo se esiste una scheda, un relè a più contatti o roba del genere. Il discorso poi si raddoppia avendo intenzione di staccare ed attaccare entrambi i contatti di ciascuna presa elettrica.

mechrekt: Il discorso poi si raddoppia avendo intenzione di staccare ed attaccare entrambi i contatti di ciascuna presa elettrica.

Se usi relé puoi usare uno col doppio contatto e cosí puoi separare tutti due contatti. Se usi Sold State Rele non ha senso farli doppi. È meglio che prevedi un interuttore generale bipolare oppure se vuoi anche un interuttore per certe utenze.

Come relé puoi usare dei relé comuni con un zoccolo per barra Din. Cosí fai il cablaggio dei 230V con cavi. Come relais al stato solico puoi usare quelli fatti cosí: http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=2310933. Se costruisci su una basetta millefori togli gli anelli di rame tra le piste dei 230V e isola alla fine la parte 230 con una lacca isolante per schede. Ciao Uwe

uwefed: Se usi Sold State Rele non ha senso farli doppi. È meglio che prevedi un interuttore generale bipolare oppure se vuoi anche un interuttore per certe utenze.

Perchè? :D

uwefed: Come relais al stato solico puoi usare quelli fatti cosí: http://it.rs-online.com/web/search/searchBrowseAction.html?method=getProduct&R=2310933.

Ma costano un sacco! Mi sa che dovrò optare per quelli tradizionali..

Ciao

mechrekt:

uwefed: Se usi Sold State Rele non ha senso farli doppi. È meglio che prevedi un interuttore generale bipolare oppure se vuoi anche un interuttore per certe utenze.

Perchè? :D

Perché 2 in serie non funzionano in modo affidabile. Ciao Uwe

Mi riferivo a "se usi Sold State Rele non ha senso farli doppi."

Mi riferivo a "se usi Sold State Rele non ha senso farli doppi."

Anchi io. Non cambia niente se sono direttamente in serie oppure se sono in serie col carico in mezzio. Ciao Uwe

uwefed:

Mi riferivo a "se usi Sold State Rele non ha senso farli doppi."

Anchi io. Non cambia niente se sono direttamente in serie oppure se sono in serie col carico in mezzio. Ciao Uwe

Scusami ma allora non ho capito :) Io pensavo di poter pilotare ad es. con un pin di arduino un rele ss e dall'altra parte il relè mi stacca entrambi i poli della 220v. Al massimo usare 2 relè ss, per ciascun polo della 220 se non esistessero doppi.

mechrekt: Scusami ma allora non ho capito :) Io pensavo di poter pilotare ad es. con un pin di arduino un rele ss e dall'altra parte il relè mi stacca entrambi i poli della 220v. Al massimo usare 2 relè ss, per ciascun polo della 220 se non esistessero doppi.

Per evitare dubbi cosí non funziona; non puoi mettere un relé a stato solido sulla fase e un altro sul neutro per interrompere il circuito su tutti due i conduttori. Ciao Uwe

uwefed:

mechrekt: Scusami ma allora non ho capito :) Io pensavo di poter pilotare ad es. con un pin di arduino un rele ss e dall'altra parte il relè mi stacca entrambi i poli della 220v. Al massimo usare 2 relè ss, per ciascun polo della 220 se non esistessero doppi.

Per evitare dubbi cosí non funziona; non puoi mettere un relé a stato solido sulla fase e un altro sul neutro per interrompere il circuito su tutti due i conduttori. Ciao Uwe

Perfetto :) grazie

Quindi le possibilita sono, o mettere un rele ss su uno solo dei poli (minor sicurezza) o mettere un rele "tradizionale" per ogni polo (maggior sicurezza). Ho capito bene? Al massimo mettere un relè "tradizionale" che stacca entrambi i contatti (ma pilotato da un solo ingresso) è possibile?

mechrekt:
Quindi le possibilita sono, o mettere un rele ss su uno solo dei poli (minor sicurezza) o mettere un rele “tradizionale” per ogni polo (maggior sicurezza).
Ho capito bene?
Al massimo mettere un relè “tradizionale” che stacca entrambi i contatti (ma pilotato da un solo ingresso) è possibile?

Sí. Ci sono relé con doppi interuttori percui usa uno di quelli e non 2 con contatti singoli.
Ciao Uwe

uwefed:

mechrekt: Quindi le possibilita sono, o mettere un rele ss su uno solo dei poli (minor sicurezza) o mettere un rele "tradizionale" per ogni polo (maggior sicurezza). Ho capito bene? Al massimo mettere un relè "tradizionale" che stacca entrambi i contatti (ma pilotato da un solo ingresso) è possibile?

Sí. Ci sono relé con doppi interuttori percui usa uno di quelli e non 2 con contatti singoli. Ciao Uwe

Tutto chiaro, grazie. Sapresti indicarmi il modello e comunque i valori da scegliere? Lato 220v ok, ma lato arduino?

Per pilotare un relé Ti serve comunque sempre un stadio di potenza per esempio un ULN2803. A questo punto non é importante quale tensione usi per pilotare i relé. Penso che la tensione piú comune per le bobbine dei relé siano i 12V ma anche 5V e 24V non sono difficili da trovare. Piloti solo i relé o hai anche altra elettronica? Ciao Uwe

Non è possibile pilotare un relè direttamente con un piedino di arduino? Si parla di 5v non mi ricordo quanti mA.

uwefed: Piloti solo i relé o hai anche altra elettronica?

Se ho capito la domanda, ai relè ci saranno attaccati in alcuni casi direttamente le utenze (riscaldatori, pompe, ecc.), in altri casi, come per le luci led ci sarà un alimentatore 12v che alimenta le luci, ma sempre tramite arduino che comaderà il fade in (e fade out) ma non ho ancora chiaro come farò a livello di componentistica quindi di collegamenti (ci sono dei potenziometri digitali i2c, oppure soluzioni più "analogiche" come transistor/mosfet).

ciao

allora visto che hai delle luci a 12V compra dei relé a 12V.
No, non puoi pilotare i relé direttamnete dai pin di arduino; consumano troppa corrente.
Per la regolazione della luminositá delle luci usa le uscite PWM; e se consumano meno di 500mA puoi usare anche il ULN2803; senó devi usare die transistori o MOSFET.
Ciao Uwe

uwefed: allora visto che hai delle luci a 12V compra dei relé a 12V. No, non puoi pilotare i relé direttamnete dai pin di arduino; consumano troppa corrente. Per la regolazione della luminositá delle luci usa le uscite PWM; e se consumano meno di 500mA puoi usare anche il ULN2803; senó devi usare die transistori o MOSFET. Ciao Uwe

Pensavo di pilotare i 12v solo per quello che riguarda la regolazione della luminosità. Invece (una volta che le luci sono a zero) pensavo di staccare la 220 dell'alimentatore e non dei 12v lasciando l'alimentatore acceso. Faccio male?

Come vuoi alimentare l'Ardino?

uwefed: Come vuoi alimentare l'Ardino?

Pensavo con un ulteriore alimentatore 12v separato, in modo da garantirne il funzionamento qualora si guastasse quello delle utenze. Che dici, vale la pena? O piuttosto meglio una batteria?