Consiglio per contametri / scatti per telaio

Buongiorno a tutti

premetto che sono un nuovissimo utente del forum e che solo da qualche giorno sono in possesso di un Arduino uno con cui sto facendo diverse prove semplicissime seguendo le varie guide su internet.... Ho letto con particolare attenzione le discussioni dove si chiarisce che, rispetto un PLC, un arduino se installato su macchinari industriali puo' essere pericoloso in caso di malfuzionamenti ecc. Quindi , siccome lavoro in una piccola azienda di famiglia, avrei intenzione di utilizzare arduino per ottimizzare piccole funzioni che non intacchino il normale funzionamento e la sicurezza dei ns macchinari . Inoltre queste ottimizzazioni se mi appoggiassi ad aziende esterne mi costerebbero molto e quindi vedo in arduino la possibilità di avere il vantaggi delle migliorie senza una grossa spese.

la mia azienda e' una tessitura . Abbiamo circa 50 telai che producono nastri ( quindi molto piu' piccoli rispetto ai telai per stoffe) . Il mio primo progetto sarebbe quello di installare su ciascun telaio , un arduino in modo da abbandonare il meccanico contametri ma in modo da avere uno digitale interfacciabile con il gestionale aziendale ( scritto da me in Php).

Il contametri in realtà sarebbe un contascatti e per ogni scatto si andrebbe a contaggiare tot cm di tessuto. Ogni telaio ha esternamente una puleggia che gira . Per ogni giro della puleggia corrisponde tot cm di tessuto. la mia idea sarebbe quella di installare sulla puleggia un tondino di metallo che andrebbe ad attivare un sensore calamita ad ogni giro della puleggia. Viste le vibrazioni dei telai dovrei installare arduino accanto a una cassetta elettrica per evitare possibili malfunzionamenti.

Inizio con le domande: - esiste un sensore ( tipo calamita ) che dia un impulso ad arduino ogni volta che viene attivato? - come posso far fare un conteggio ad arduino e raggiunto un valore dare un input di qualsiasi tipo a un server in modo da informatizzare i dati ottenuti? - dovendo installare arduino su ogni telaio per evitare di cablare tutta la tessitura , quale versione di arduino potrebbe fare al caso mio anche in termini di prezzo?

Vi ringrazio in anticipo Alessandro

Non sono un esperto, ma provo a darti alcuni suggerimenti. 1.Per il contatto, i sensori reed (usati ad esempio nei contatti delle finestre allarmate) oppure un sensore hall magnetico. 2.Per il collegamento secondo me sarebbe meglio Arduino con scheda Ethernet. L'alternativa è collegare Arduino via seriale RS232 (ma distanza è un limite) oppure RS485 (anche 800-1000 metri). Però in questo caso dovresti avere sul server un programma che continuamente sente i dati che Arduino spedisce. Questa app si interfaccia con il tuo db. 3. Arduino Mega ha più ingressi. Però 50 telai=50 sensori=50 pin sono tanti.

ok provo ad acquistare un di questi sensori .

Per evitare di cablare tutta la tessitura avrei preferito usare un arduino per ogni telaio.... Ho visto che ci sono medelli come il micro che costano meno di 20 euro.

E collegare in wireless l'arduino non sarebbe un ' idea fattibile?Eviterei anche qui di cablare tutto...

Per il Wirless puoi usare questi modulini. --> http://www.ebay.it/itm/2pcs-NRF24L01-2-4GHz-Antenna-Wireless-Transceiver-Module-For-Microcontr-/251044600998 o qui http://www.robot-italy.com/it/nrf24l01-module-modulo-radio-tx-rx.html Però non so se possano funzionare 50 tutti assieme :roll_eyes: e in un ambiente "elettricamente" rumoroso come il vostro.

Riguardo al micro, potresti usare anche un ATtiny85 che costa molto meno. una cosa del genere --> http://www.ebay.it/itm/Adafruit-Trinket-Mini-Microcontroller-5V-Logic-Attiny85-Board-Use-w-Arduino-IDE-/181250024010?pt=LH_DefaultDomain_0&hash=item2a3357e24a (anche se qui le spese di spedizione sono decisamente alte) oppure http://www.robot-italy.com/it/adafruit-trinket-mini-microcontroller-5v-logic.html o questo --> http://www.robot-italy.com/it/iteaduino-tiny.html

ale83biella: ok provo ad acquistare un di questi sensori .

Per evitare di cablare tutta la tessitura avrei preferito usare un arduino per ogni telaio.... Ho visto che ci sono medelli come il micro che costano meno di 20 euro.

Di sicuro è preferibile un micro x telaio. Anche perchè fare 50 controlli per un solo micro non è semplice come tempistica. Avere invece un micro con un semplice software che interroga un pin e mantiene un solo contatore, replicando la cosa x 50 mi sembra meglio. Ovvio che ogni micro dovrà poi interfacciarsi con un qualcosa che legge i 50 contatori. E qui nasce secondo me il problema. La ethernet costa molto come scheda oppure puoi pensare alla scheda ethernet ENC28J60 che si trova come board (dalla cina costa poco) in accoppiata con arduino nano o micro. La ethernet board ENC non sò se funziona con un AtTiny85. Con il wireless come dice @PaoloP non sò se funzionano in 50 e inoltre chi riceve i dati? Cioè 50 moduli NRF ma a chi mandano il dato? Ad un Arduino oppure un PC può interfacciare direttamente questi moduli ? (E' anche una domanda la mia, @PaoloP che mi dici? L'unica è un Arduino Uno che da un NRF si collega ai 50 "bimbi" ? )

P.S. per Arduino Mini Pro devi avere un dispositivo FTDI per programmarli (ne basta uno) tipo questo: ftdi link P.S. 2 se compri 50 Arduino Mini dalla Cina (dove te li tirano dietro) occhio che un pacco così grosso di sicuro lo bloccano in dogana e ti fanno pagare iva+dazi. Meglio inghilterra (esempio qui: Mini Link )

Domanda, ma per ogni telaio vuoi anche visualizzare in loco il conteggio? Qui potresti usare dei CD4026 che contano fino a 10 (messi in cascata es. 4 arrivi a 9999) e pilotano dei 7 segment Ti serve solo il segnale dal sensore che poi spari anche verso il micro. Utile un pin da micro ai CD4026 per resettare il conteggio.

nid69ita: Domanda, ma per ogni telaio vuoi anche visualizzare in loco il conteggio?

Mi pare abbia scritto che abbia il contatore meccanico. Quindi un numeretto dovrebbe già visualizzarlo. Io non toglierei quello meccanico ma ci affiancherei quello elettronico, in caso di malfunzionamenti si fa un giro dei telai e legge il numeretto da ciascuno.

Per il wireless, si Nid, un Arduino UNO dovrebbe leggere a turno i 50 telai e ne memorizza il dato. Purtroppo non ho i moduli e non li ho mai provati, quindi non so se 50 sono indirizzabili.

nid69ita: Domanda, ma per ogni telaio vuoi anche visualizzare in loco il conteggio? Qui potresti usare dei CD4026 che contano fino a 10 (messi in cascata es. 4 arrivi a 9999) e pilotano dei 7 segment Ti serve solo il segnale dal sensore che poi spari anche verso il micro. Utile un pin da micro ai CD4026 per resettare il conteggio.

non tutti i telai hanno il contametri meccanico,alcuni proprio non ce l'hanno. sinceramente non pensavo di mettere alcun display , quello che mi interessa e riuscire a raggiungere i dati con il pc e quindi fare report giornalieri e. avere un inventario ec ecc

PaoloP: Per il wireless, si Nid, un Arduino UNO dovrebbe leggere a turno i 50 telai e ne memorizza il dato. Purtroppo non ho i moduli e non li ho mai provati, quindi non so se 50 sono indirizzabili.

riguardo al wireless quindi dovrei avere un arduino dedicato a rilevare il conteggio da ciascuno microarduino dove e' installato il modulo wireless?

grazie davvero per la collaborazione , intanto che imparo inizio a procurarmi il materiale per fare delle prove.

Un solo Arduino UNO con un modulo Wireless e connesso al PC. Dovresti programmare l'Arduino UNO in modo che contatti in sequenza tutti i moduli e acquisisca il conteggio. Il conteggio letto lo salvi in un vettore interno ad Arduino e lo leggi dal PC ogni volta che ti serve.

ciao a tutti mi sono preso questi giorni per leggermi un po di guide di elettronica e di arduino per fare le prime prove .

Ho acquistato questi sensori magnetici a1302 sensore a effetto hall. che vanno collegati ai pin analogici di arduino. In effetti sul serial monitor il valore rilevato e' di 532 in condizioni normali , mentre avvicinando una calamita si arriva sui 250. Per me e' gia' un inizio. la mia domanda, visto che non ho provato i sensori reed che mi avete consigliato e' se questi funzionano sui digital pin in modo da avere un valore 1 o 0 . la mia idea sarebbe quella di contare il cambio di valore da 0 a 1 , poiche siccome la calamita sara fissata su un albero che esce lateralmente dal telaio (e di cui postero' foto), il telaio potrebbe fermarsi con la calamita ferma davanti al sensore..

inoltre i sensori che ho provato sono piccolissimi e devo studiare come montarli sul telaio con una protezione.

Vi faro' sapere gli sviluppi . domani acquistero' 1 trasmettitore e ricevitore radio e un arduino micro per fare le altre prove.

Si, i reed alla fine sono dei contatti, immagina due strisce di rame una sopra l'altra molto vicine che non si toccano, è il magnete che le fa "toccare". Perciò o manca segnale o c'e' segnale (0-1). http://forum.arduino.cc/index.php?topic=164687.0

I reed possono essere del tipo normalmente chiuso o normalmente aperto, ovviamente il magnete fa cambiare lo stato delle palettine di metallo interne al reed (se erano a contatto, le allontana, se il contatto era aperto lo chiude).

Aggiungo solo che, anche se i contatti reed "nudi" sono piuttosto fragili, ci sono anche in versione "protetta", quelli utilizzati per gli antifurti come sensori di apertura porte e finestre, ad esempio, che sono racchiusi in uno "scatolino" di plastica che li rende piu resistenti ...

E se proprio devono resistere ad una guerra (non termonucleare :P), ci sono pure quelli incapsulati in blocchetti di alluminio "antivandalismo", che per romperli li devi prendere a martellate di brutto (costano troppo, secondo me, ma se proprio servissero, ci sono pure quelli) ... e comunque nulla impedisce di prendere quelli in vetro e "siliconarli" dentro un tubetto di plastica o alluminio, se proprio serve ;)

Vi ringrazio per le risposte…
in particolare per il sensore devo cercare un sensore almeno con una protezione in plastica come quella degli antifurto…

pero’ ho a disposizione, recuperato da un contascatti di un altro macchinario, questo sensore di cui allego foto .
Questo sarebbe indistruttibile ma deve essere a 10V.
sull’etichetta c’e’ scritto cosi :
<1>brown +10-30Vdc
<4>black Out 200mA
<3>blue - OV
NPN - ND

ora capisco che si riferisce al colore dei fili .
Secondo voi potrei utilizzare questi sensori con arduino?
dovrei avere un 'alimentazione a parte a 10V?
e per portare il segnale a arduino dovrei fare un partitore come ho letto sul forum?

oppure per semplificare mi conviene andare a cercare qualcosa adatto ad arduino?

Non l'ho in mano, girando su robot-italy ho visto questo, forse può esserti utile: Magnetic Contact Switch BR-1014

Magari qualche elettronico che bazzica il forum può darti un parere.

Di solito, nei proximity, quelli indicati NPN hanno un'uscita a collettore aperto, quindi non dovrebbe servire un partitore di tensione, attacchi il filo di uscita al pin con una resistenza di pullup verso il +5V, e lui chiude a massa quando rileva metallo ... ma e' sempre meglio controllare con un tester, prima ...per l'alimentazione, se alimenti Arduiino con un'alimentatore da 12V puoi usarlo diretto, prima di Arduino, per il proximity, se invece e' di meno, ti serve un'altro alimentatore ...

ciao
lo puoi alimentare con una tensione che va da 10 a 30 vdc, quindi 12 vdc vanno bene, sia per il sensore che per arduino come dice, tieni presente che alimentare a 12 vdc arduino vuole dire fare lavorare eccessivamente il regolatore di tensione della scheda per abbassare la tensione a 5 vdc

stefano

pero' ho a disposizione, recuperato da un contascatti di un altro macchinario, questo sensore di cui allego foto .
Questo sarebbe indistruttibile ma deve essere a 10V.
sull'etichetta c'e' scritto cosi : 
<1>brown +10-30Vdc
<4>black Out 200mA
<3>blue - OV
       NPN - ND
--------

nid69ita: Non l'ho in mano, girando su robot-italy ho visto questo, forse può esserti utile: Magnetic Contact Switch BR-1014

Magari qualche elettronico che bazzica il forum può darti un parere.

proprio ieri ho acquistato una di queste per provarla in alternativa a quella che ho inserito in foto.

stefa24: ciao lo puoi alimentare con una tensione che va da 10 a 30 vdc, quindi 12 vdc vanno bene, sia per il sensore che per arduino come dice, tieni presente che alimentare a 12 vdc arduino vuole dire fare lavorare eccessivamente il regolatore di tensione della scheda per abbassare la tensione a 5 vdc

ok allora vedrò di alimentarli separatamente

domani mi arrivano con il corriere espresso sia i moduli tx/rx , il secondo arduino e anche il sensore Almeno avrò' il weekend per andare avanti nel progettino :D

Visto il praticamente nullo traffico dati io vedrei meglio 51 schedine custom collegate in rete a cavo cablato, che comprenda tutta l'elettronica, e un driver rs485 o meglio can-bus con un solo master e 50 slave e inviare/ricevere i pochissimi dati con trasmissione asincrona, al pc lo colleghi con rs232 / usb , se te le fai fare da un artigiano locale vedrai che un impiantino del genere non ti costa molto diverso da 2500 euro + iva fatturabile, Il programma è elementare e te lo puoi fare anche tu , anche con il compilatore arduino se desideri, basta solo che montino un Mc ATMEL

stefa24:
ciao
lo puoi alimentare con una tensione che va da 10 a 30 vdc, quindi 12 vdc vanno bene, sia per il sensore che per arduino come dice, tieni presente che alimentare a 12 vdc arduino vuole dire fare lavorare eccessivamente il regolatore di tensione della scheda per abbassare la tensione a 5 vdc

stefano

pero' ho a disposizione, recuperato da un contascatti di un altro macchinario, questo sensore di cui allego foto .

Questo sarebbe indistruttibile ma deve essere a 10V.
sull’etichetta c’e’ scritto cosi :
<1>brown +10-30Vdc
<4>black Out 200mA
<3>blue - OV
       NPN - ND

ho collegato il sensore di prossimita di cui ho postato la foto con un alimentatore da 12V .
Il sensore funziona ( nel senso che ha un piccolo led e se avvicino il sensore a un pezzo di metallo di accende e si spegne con precisione )
Vi chiedo conferma se il cavetto da collegare ad arduino in Pin Digitale e il BLU .
Inoltre che resistenza devo mettere per far arrivare il segnale ad arduino?