Consiglio realizzazione impianto domotico con arduino e smartphone

Ciao a tutti ragazzi, ho ripreso dopo un bel po di tempo il mio arduino, sono stato un pò impegnato per il lavoro.

Ho creato una scheda stadio pilota con rele per comandare corrente a 220V. Ho fatto una prova con lo schetch blink e la plafoniera si accende e spegne senza problemi. Quindi adesso volevo complicarmi un pò la vita, creando un piccolo sistema domotico di casa, niente di complicato, accensione e spegnimento di luci poi via via tutto il resto.

Ho acquistato a suo tempo una scheda di rete per Arduino.

A questo punto le strade che ci sono (per quello che ne so io) sono due,

  1. Arduino fa da web server, gli arriveranno delle richieste e lui risponderà con delle azioni

  2. Arduino è web client, arduino, si collega ogni x secondi ad un "server" es un sito su altervista, richiama una pagina e fare delle azioni.

Ora secondo me delle due soluzioni, la prima mi sembra la migliore altrimenti arduino andrà a ciclare all infinito generando chiamate ogni x tempo, di contro la prima opzione ha il fatto che per essere utlizzato all esterno farò un port forwarding ma questo si vedrà dopo.

Ora il tutto deve essere comandato tramite tablet/smartphone.

Avete qualche esempio di implementazione, qualche consiglio da potermi dare??

Grazie anticipatamente a tutti

Direttamente no. Puoi incominciare usando Arduino come webserver. Per vedere in generale come gestire la cosa.
Poi la cosa migliore è cercare online tutorial del genere. E' pieno.

Allora forse sono stato un pò confusionario, l'idea di base è questa.

Tramite arduino:
accendere e spegnere luci di casa
leggere temperatura
collegare sensore gas

per il momento mi accontento di cosi poco XD

Quindi come dici tu creare con arduino una sorta di web server, avevo visto che potevo caricare ethernet shield le pagine php direttamente sulla sd da 2GB senza probelmi.

Una domanda, arduino, riuscirà poi a leggere contemporaneamente dati dai sensori (temperatura / odori / altro ) e fare da web server? QUindi accettare richieste e dare risposte?

Vai tranquillo.

Allora aggiungo un'altra condizione, io vorrei gestire il tutto tramite smartphone, quindi avevo pensato di creare una applicazione Android/iOS tramite la quale dovevo fare chiamate ad arduino.

Tipo Prima schermata ho 3 pulsanti se clicco su di un pulsnate andrò ad accendere la luce uno e cosi via, di suo arduino dovre inviarmi informazioni sullo stato delle luci se sono accese o spente, ecc ecc.

Credo che per il momento sia tutto avete altri suggerimenti o link da inviarmi?

Prima di fare l'applicazione, direi che dovresti fare tutto via web. Creando delle apposite interfacce per desktop/tablet/smarthphone.

Quando saprai come gestire tutto in questo modo, e dopo aver capito qual'è il limite della gestione dei vari componenti, direi che potresti fare l'app.

Poi ovviamente fai come vuoi :smiley:

http://tronixstuff.com/2012/04/30/arduino-android-and-seeedstudio-bluetooth-bee/

Ok quindi seguo il consiglio trasformando arduino in un piccolo server web che espone una pagina web e da li metto pulsantini per accendere e spegnere le luci e vediamo un pò cosa succede.

Poi esistono dei sensori tipo temperatura, movimento, fughe gas wifi o che comunque non richiedono una comunicazione con arduino tramite cavi? Perchè vorrei evitare di far passare fili in casa.???

avevo visto che potevo caricare ethernet shield le pagine php direttamente sulla sd da 2GB senza probelmi.

php non credo ... htm si ma limitate dato il clock limitato

ciao

SAlve ragazzi, ieri avendo un pò di tempo a disposizione ho trovato qualche esempio online e dal iPad sono riuscito ad accendere e spegnere la luce della plafoniera quindi sono riuscito nel mio intento. Adesso però voglio un attimo complicarmi la vita estenendendo il tutto a casa mia.

Per il momneto voglio:

  1. Accendere la luce della mia camera tramite smargphone
  2. Alzare la tapparella
  3. Rilevare la temperatura

COnsiglio su dove poter acuistare i componenti?

Beh, se hai comandato la plafoniera accendere e spegnere la luce della camera è la stessa cosa, basta che colleghi al relè i cavi appropriati (quella della luce camera ovviamente).
Per le tapparelle la cosa diventa un poco più complessa, devi prendere due relè e collegarli in modalità "interblocco" cioè quando è azionato un relè non deve essere possibile comandare l'altro. Io nella mia realizzazione domotica mi sono scontrato con questa faccenda. L'interblocco lo si può realizzare anche via software ma io ho preferito raddoppiare la sicurezza. Il tutto nasce dal fatto che in caso di doppio comando non crei danni al motore della tapparella.
Avevo uno schema che non riesco a trovare... ma se cerchi vedi come collegare 2 relè per fare un apri/chiudi.
Hai già le tapparelle motorizzate? Io ho preso l'occorrente al Brico.
La componentistica (relè, diodi, ecc.) la puoi prendere come al solito via internet
Per la temperatura mi sono affidato ai sensori digitali serie DS.
Ah, io sto cablando tutto, è pallosissimo ma non mi fido del wireless.
Al fine di evitare di creare false speranze di aiuto nella programmazione, ricordo che Arduino lo utilizzo solo come "tramite" per gestire i relè (o gli ingressi). La gestione domotica viene effettuata con un mini pc dove gira un programma commerciale (e quindi a pagamento e non sviluppato da me). A questo pc è collegato arduino con il quale gestisco i relè tramite uln2803, strip led tramite pwm con mosfet IRL540. Gli ingressi digitali mi sono collegati ai vari sensori magnetici porte e finestre. Ingressi analogici ci ho collegato le sonde per rilevazione acqua sul pavimento (sotto lavatrice e lavastoviglie); sonde per umidità terreno e presenza acqua nei sottovasi; sonda controllo consumi (pinza amperometrica) dell'impianto di casa.
Dico sempre che farò un video di tutto ma non ho mai tempo mannaggia... ci proverò con le vacanze di Natale :slight_smile:
Buon divertimento! :slight_smile:
Ah dimenticavo... non ho ancora terminato il tutto mi mancano un po di cosette. L'intenzione è quella di domotizzare tutte le prese elettriche... l'ultima idea ad esempio è quella della gestione dello scaldaletto: attivo la scena "Tra poco a letto", si accende lo scaldaletto, nel momento in cui vado a letto ed attivo la "scena notte" (che controlla se ho lasciato aperte delle finestre, abbassa le tapparelle, spegne tutte le luci e mi augura la buona notte) mi scollega l'alimentazione dello scaldaletto (per motivi di sicurezza non voglio tenerlo collegato durante la notte, a me, ma soprattutto alla mogliettina, piace andare a letto e sentire le lenzuola già tiepide)!!!

Ciao Sicuramente hai fatto un bel lavoro e spero di arrivare a tal punto pure io.

Allora per le tapparelle io ho scritto perchè pensavo che si potesse creare qualche conflitto quindi non sapevo questo discorso del rele interblocco. Sicuramente farò quello hardware cosi non mi preoccupo del software. Proverò a cercare online. Avete per caso quaclhe venditore di fiducia da cui poter acuistare i vari materiali? Per esempio i rele a stadio pilota, li ho trovati su ebay ma provengono da Honk Kong al prezzo di 9€ per 8 rele già saldati ecc ecc mi sembra un prezzo buono.

Voi cosa ne dite?

Per rilevazione acqua sul pavimento invece cosa hai usato?
Possibile avere dei link?

Io ho preso i relè su ebay, un venditore che qua sul forum altri conoscono: Gaetano
Ho preso da lui i relè (doppio scambio per l'interblocco) e standard per gli altri. Sono relè con bobina 12V e scambi 240V 10A.
Costano più del doppio rispetto a quelli che hai segnalato tu. Attenzione alle caratteristiche (portata corrente in particolare).

Acqua pavimento? Se dico come ho fatto potrei essere scomunicato dal forum :smiley:
Semplicemente ho creato un partitore di tensione dove la seconda resistenza è stata sostituita da due cavetti lasciati liberi. Per comprendere meglio, immagina il partitore di tensione formato dalle due resistenze, immagina di tagliare una delle due resistenze lasciando solo i terminali metallici appoggiati al pavimento. In caso di allagamento i due terminali vengono cortocircuitati dall'acqua che si comporta come una resistenza (non essendo pura e raccogliendo anche eventuale sporco dal pavimento non ho problemi di resistività dell'acqua) facendo variare il valore di tensione in uscita del partitore. L'uscita è collegata ad un ingresso analogico di arduino, quando supera una certa soglia il sistema "rileva" l'allagamento. Tale tecnica è utilizzata anche per i sottovasi, se c'è acqua allora l'irrigazione delle piante non deve partire. In questo caso cerco di tenere puliti i contatti dei due cavi che ho stagnato togliendo sporco ed eventuale ossido.
Ciò che mi fa "godere" della domotica è che è possibile realizzare le cose più assurde! Io punto molto sul risparmio energetico e ad esempio c'è una presa dove ho collegato la base per la ricarica del cellulare; quando lo metto in carica attivo la scena "ricarica telefono" e la presa viene alimentata per 3 ore (tempo necessario ad una ricarica completa) poi si spegne. Una evoluzione potrebbe anche essere quello di automatizzare il tutto: quando appoggio in telefono alla base di carica il telefono sente il tag NFC ed invia un comando al sistema domotico dicendo di alimentare quella presa per 3 ore... vedi, fai di tutto. Il limite è veramente l'immaginazione!
Quasi quasi "chippo" la moglie ("chippo" nel senso che le appiccico un chip rfid o nfc) e vedo cosa combina in casa... Se legge sono morto :slight_smile:

Ti ringrazio, credo di averlo trovato come venditore ebay, saresti gentile da indicarmi i rele queli per la serranda? perchè non li riesco a trovare

Sono semplici relè a doppio contatto (doppio scambio) nel mio caso con bobina da 12V. Se non erro non ne aveva da 10A ma da 5A.
Quindi: relè doppio contatto con bobina da 12V e contatti da 240V 5A.
Ovviamente per ogni tapparella te ne serviranno due (su e giù).
Stasera vedo se recupero le foto che ho scattato mentre li montavo su millefori e le metto online. Cavoli, devo trovare anche lo schema, mi pare di aver fotografato anche quello...

e magari non sarebbe male avere queste info