controllare una pompa

Ciao a tutti, vorrei controllare una pompa a 12v tramite arduino. La pompa ha queste caratteristiche:

Nominal voltage 12 V DC Operating voltage range 8 to 13.2 VDC Minimum startup Voltage 9 VDC Nominal power (@ 12 V) 8.3 to 12 W Nominal current (@ 12 V) 0.69 to 1 A Connection size 3/8" barbs (10mm) Electrical connector Molex 4 pin

Leggendo tra i vari post ho trovato questo link: http://ctheds.wordpress.com/2007/10/30/tip-120/

E' sufficente l'uso del transistor tip120 come suggerito nel link oppure devo usare qualcosa d'altro? Davide

Ma, dalle mie rimembranze di elettronica dovrebbe bastare... Importante anche il diodo e la resistenza da 1Kohm che evita fluttuazioni spiacevoli. In fin dei conti il transistor non è altro che un interruttore. Tienici aggiornati!!

Grazie per la risposta. Il diodo 1N4004 può andare bene?

Il transistor è ok, però non dimenticare il dissipatore. ;)

Ecco vedi... questo ad elettronica non lo insegnano!! Il dissipatore chi era costui? Ma scusa l'ignoranza Eugenio... che tipo di dissipatore posso mettere su un transistor? Ma perchè nelle università non fanno fare anche un po' di pratica....

Ciao... i transistor a volte scaldano (dipende da cosa devono "transistorare") con dissipatore si intende un qualcosa che faciliti il raffreddamento, solitamente basta un "pezzo" di alluminio a contatto con l'oggetto da dissipare :)

Se non sbaglio il tip120 è in formato to220 quindi può essere dissipato senza problemi. In elettronica sono un autodidatta :-[ e sono qui, sul forum, x imparare.

"In elettronica sono un autodidatta Embarrassed e sono qui, sul forum, x imparare." A chi lo dici! Normalmente dopo aver letto i post vado di google per decifrare... :-[

Mi spiegheresti meglio come fare a dissipare il calore? Il diodo che ho trovato, 1N4004, va bene?

Ciao... i transistor a volte scaldano (dipende da cosa devono "transistorare") con dissipatore si intende un qualcosa che faciliti il raffreddamento, solitamente basta un "pezzo" di alluminio a contatto con l'oggetto da dissipare

Ciao bebbo, so cosa è un dissipatore ;D Solo che l'ho sempre associato a una ventola o alle alette sul processore del PC. Dato che immaginavo non avrebbe senso usare uno di questi due metodi mi chiedevo cosa fosse... Quindi un semplice foglio di alluminio sul transistor basta come dissipatore. Buono a sapersi. Grazie ;)

Ti conviene utilizzare un mosfet di potenza come l'irf520..

è piu facile da pilotare con arduino e funziona meglio di un transistor alla vecchia maniera come il tip etc etc

i transistor bipolari vanno in corrente perciò nella base devi pompare una corrente che dipende da quanta corrente vuoi che passi nel transistor... il rapporto viene dato dal fattore Hfe (l'amplificazione per usare un termine sbagliato ma comprensibile) del transitor. I transistor di potenza hanno un Hfe basso perciò potresti trovarti nella condizione di dover pompare più corrente di quella che ti può dare un piedino di arduino e li diventa complicato.

Il mosfet funziona in tensione cioè si apre e si chiude in base alla tensione applicata al gate... per applicazioni a 12v con il mosfet che ho menzionato di solito 5v vanno bene.

I mosfet li preferisco... una volta costavano molto di piu dei transistor normali ed erano fragilini ma ormai la tecnica avanza e per chi non è proprio un ingegnere elettronico sono meglio.

il diodo serve sempre... l'1n4004 può andare bene anche se in certe applicazioni (con il comando in PWM) un diodo più veloce è meglio.

trovi gli schemi di come connettere il mosfet in giro per internet o sul mio libro.

m

Non molto tempo fa ne chiesi uno generico ad un negoziante di elettronica. Mi prese x pivello. ;D Da quel momento mi sono documentato: ne esistono centinaia di tipi e forme. Dipende dalla potenza da dissipare. Cmq costano pochissimo.

....buono a sapersi ;)

ciao,

di elettronica pratica sono anche io un po' profano, quello che ti so dire avendo letto il datasheet è che i diodi da 1n4001 a 1n4007 fanno circolare al massimo 1A, il 4004 opera fino a tensioni inverse di 400V. Quando stacchi la pompa il motorino che c'è dentro genera dei picchi di corrente nel senso opposto a quello in cui stava circolando,quindi mettere il diodo in parallelo al transistor orientato in quel senso serve proprio per evitare che quei picchi di corrente possano entrare dall'emettitore del transistor e danneggiarlo. Ho letto anche che questi diodi supportano picchi di corrente fino a 10A, quindi direi che se ce l'hai già va più che bene!

ehi ciao!
io anche ho un progetto del genere in corso. ho una pompa che mi gonfia un vestito…
speriamo almeno…
:-?
ciaooo

ciao,
ho costruito il circuito per controllare la pompa composto da un Mosfet IRF520N, un diodo 1N4007 ed una resistenza da 10k come da tutorial vari.
L’ho provato con una ventola da 12v 0,15A e tutto funziona…ma appena provo ad attaccare la pompa questa non da segni di vita.
Alimentatore esterno da 12v 700mA.
Quale può essere il problema?
Non riesco a dare i watt necessari alla pompa?
La corrente necessaria?
Grazie in anticipo,
Davide

è probabile che eroghi poca corrente

Infatti era una delle mie ipotesi…
Su quali componenti potrei agire per ottenerne di più?

La pompa, con l'alimentatore descritto sopra, funziona con un collegamento diretto? Se si, dovresti postare come hai fatto il circuito.

Il dubbio che possa essere la pompa rotta c'è ma non so come collegarla direttamente all'alimentatore e non ho fatto questa prova...è comunque nuova, appena aperta. Il circuito è questo:

Grazie mille, Davide

Mi sa che ti serve un alimentatore + grosso, almeno il doppio di quello che hai, non meno di 1,5A. In che senso non sai come collegarla direttamente all'alimentatore, verifica con un tester il positivo e il negativo dell'alimentatore(dovrebbe essere scritto nello stesso spinotto) e poi colleghi la pompa + e + e - con -. Adesso controllo il circuito e poi ti faccio sapere.