Controllo pressione e temperatura di un'autoclave per polimerizzazione

Salve

Per un progetto di tesi universitaria dovrei realizzare un'autoclave per la cura del composito.

Ho bisogno che durante il processo di cura sia la pressione che la temperatura seguano una storia temporale ben definita e dunque ho pensato di utilizzare il mio arduino.

Direi che il problema si divide in tre:

  • Acquisizione dello stato-->SENSORI

  • Confronto dei valori-->SOFTWARE

  • Attuazione delle modifiche--> ATTUATORI

Per quanto riguarda i sensori ho gia visto che esistono varie sonde di temperatura / termocoppie quindi non ci sono problemi... Invece per la misura della pressione non ho trovato nulla! Sapete consigliarmi qualcosa??

La parte software non dovrebbe dare grossi problemi. In una prima analisi avevo pensato di fare tutto con degli "IF", confrontando il valore di riferimento con quello registrato; Per quanto riguarda i valori di P e T al variare del tempio posso tranquillamente scriverli direttamente nel codice, tanto dipendono dal materiale e non dalla tipoligia di pezzo, quindi una volta scelta la resina sono fissi.

Per quanto riguarda gli "attuatori" è dove ho i maggiori dubbi. L'aumento della temperatura avviene tramite dei riscaldatori elettrici, quindi tramite un fotoaccoppiatore ed un paio di "IF" si regola agevolemente. Discorso cambia per il processo di raffreddamento: devo vedere se tutto l'assieme ha la tendenza a perdere calore in modo soffisfacente o se devo inserire uno scambiatore di calore, ma è un problema che ora non voglio pormi.

La pressione, così come per il sensore, è più complematica: avevo pensato di usare due elettrovalvole, una di alta pressione e una di sfiato, ma la soluzione non mi convince.

Avete idee a riguardo?

Qualcuno di voi ha mai affrontato problematiche simili? Consigli in generale?

I valori di pressione e temperatura sono intorno ai 3bar e 160°C.

Invece per la misura della pressione non ho trovato nulla! Sapete consigliarmi qualcosa??

barometri. Però non conosco le pressioni di cui hai bisogno. Barometri "classici" con arduino, da pochi euri però si aggirano tra gli 0 e 1 BAR.

le elettrovalvole secondo me sono una buona soluzione, magari con una valvola di sfoso sui 3,5 BAR

In generealè ti devi studiare il PID, che ti aiuterà lato software a mantenere le condizioni ideali

Alcuni MAP delle auto leggono anche 5 bar e funzionano a 5volt