curiosità colare arduino nella resina

volevo sapere se bisogna tenere degli accorgimenti particolari per inglobare un arduino nella resina poliestere.

Non mi viene in mente nessuno accorgimento particolare.
Sto guardando la mia 2009 se gli colassi sopra la resina non potrei usare il connettore ISP.
Il chip 328p è in case PDIP su zoccolo e si trova all’altezza degli header che per sicurezza proteggerei con il nastro per evitare che della resina finisca dentro.

Tu quale arduino vuoi resinare?

Ciao.

si qualche accorgimento bisogna usarlo, una volta inglobato lo si deve considerare "perduto" quindi niente ripensamenti

l'arduino è MKR ZERO

Inviaci un foto quando lo hai fatto, per curiosità!

elrospo: si qualche accorgimento bisogna usarlo, una volta inglobato lo si deve considerare "perduto" ...

... ovviamente, per cui, nessuna precauzione. La resina plastica, fortunatamente, non è conduttiva ... riempirà i vari fori e solidificherà. Unica cosa da verificare è che il processo sia lento, non eccessivamente "esotermico" (una volta sbagliai dose di catalizzatore e ... il tutto raggiunse temperature tali da deformare la scatolina in plastica in cui stavo colando) e che la resina NON sia soggetta a dilatazione apprezzabile in fase di solidificazione. ;)

Guglielmo

Non ho capito se vuoi fare un opera di design tipo questa

https://tinyurl.com/svt23dc

oppure solo un progetto protetto , ciao.

Stilita: Non ho capito se vuoi fare un opera di design tipo questa

https://tinyurl.com/svt23dc

oppure solo un progetto protetto , ciao.

ci mancherebbe :o il tizio del video fondamentalmente ha preso dell' immondizia e l'ha inglobata io voglio che arduino funzioni anche immerso nell'acqua

elrospo: io voglio che arduino funzioni anche immerso nell'acqua

Ah quindi non solo Arduino ma anche tutto il resto dei circuiti e collegamenti, immagino/spero...

Direi che l'unica cosa da considerare è se ci possano essere eventuali problemi di dissipazione del calore una volta immerso tutto in resina.

Non è meglio un contenitore stagno, con un connettore stagno (o un cavo ben siliconato)?

elrospo: io voglio che arduino funzioni anche immerso nell'acqua

A che profondità e per quanto tempo? La resinatura non è per sempre ed eventuali cavi saranno la via attraverso cui l'acqua penetrerà all'interno perché con la pressione la resina si comprime poco ma i cavi di più e nell'intercapedine l'acqua penetra.

Per cui concordo con Datman.

zoomx: ...con la pressione la resina si comprime poco ma i cavi di più e nell'intercapedine l'acqua penetra. ...

Si puo usare uno "sporco trucco" ... ;)

Dove i cavi entrano nella resina, si fa una spellatura di qualche millimetro, che ovviamente deve rimanere all'interno della resina, su tutti i cavi ... in pratica, immagina il cavetto che entra nella resina e va alla scheda, 4 o 5 mm al di sotto della resina c'e' un tratto di cavo di altri 4 o 5 mm senza isolante, poi il cavo prosegue isolato fino alla scheda ... durante la resinatura, tutti i cavi vengono tenuti fermi da supporti all'esterno della resina, in modo che non vadano in corto nei punti non isolati ... la resina a livello del cavo non isolato aderisce al metallo, che non si comprime, quindi l'acqua al massimo penetra fino li, ma non fino alla scheda.

Come alternativa, si possono spellare i fili nei punti di saldatura piu di quello he serve, lasciando una parte del filo non isolato fra il punto di saldatura e l'inizio dell'isolante ... stesso risultato ...

C'e' pero' da dire che questi sistemi vengono usati principalmente dove i segnali sono talmente bassi da non creare elettrolisi ... altrimenti a lungo termine nel punto in cui arriva l'acqua, il filo si rovina lo stesso, anche se l'umidita' non arriva alla scheda ... come alternativa, si possono usare quelle gelatine bicomponente per impregnazione di cassette elettriche ... come ad esempio il magic gel o il gelgum della raytech, e simili ... restano gelatinosi ed appiccicosi, impedendo all'acqua di entrare, ma richiedono che ci sia un contenitore intorno, come una scatola di derivazione o simile, perche' non induriscono ...

Mah, non ho mai avuto necessità di rendere totalmente a prova d'acqua ed immersione un Arduino, ma ho l'idea che anche con la resina e gli altri accorgimenti non potrà mai essere protetto tutto il progetto per averlo a prova di immersione (IP69)...

Il mio vecchio computer subacqueo Aladin usava il trucco di immergere tutto in olio siliconico isolante. Forse lo fanno ancora oggi. Ma alcuni chip sottoposti a pressione cessano di funzionare.

Be, come chiedeva giustamente zoomx, serve sapere profondita' e tempo di immersione ... se per impermeabile si intende sotto la pioggia o al massimo ad un metro di profondita' in acqua, non servono accorgimenti particolari, tranne quello ovviamente di scegliere resina per uso nautico (molte epossidiche per esempio assorbono umidita' con il tempo, ne ho avuto una brutta esperienza con delle sonde termiche che dopo alcuni mesi iniziavano a dare valori sballati, perche' non avendo altro a disposizione avevo usato una di quelle confezioni di resina "5 minuti" trovata dal ferramenta ... rifatte con resina nautica, piu nessun problema) ...

Se invece devi usarlo a profondita' maggiori e per lunghi periodi, servono accorgimenti differenti ... se non puoi usare un contenitore stagno, cercare almeno di connettere il tutto usando un connettore stagno (in grado ovviamente di resistere alla pressione d'uso) con una delle due parti resinata nello stesso blocco di resina del circuito, e l'altra parte del connettore riempita di resina dove ci sono le saldature fra cavo e contatti ... un po piu macchinoso, ma se ben fatto garantisce una discreta durata ...

docdoc: Ah quindi non solo Arduino ma anche tutto il resto dei circuiti e collegamenti, immagino/spero...

Direi che l'unica cosa da considerare è se ci possano essere eventuali problemi di dissipazione del calore una volta immerso tutto in resina.

quindi..... arduino potrebbe avere lui stesso problemi di dissipazione se resinato ? ( magari d'estate) o posso stare tranquillo, o gli metto sopra il chip un mini-dissipatore e poi resino ?

elrospo: quindi..... arduino potrebbe avere lui stesso problemi di dissipazione se resinato ? ( magari d'estate) o posso stare tranquillo, o gli metto sopra il chip un mini-dissipatore e poi resino ?

La cosa diventa empirica, se Arduino non resinato è molto caldo una volta non resinato lo diventa di più, se invece non resinato resta freddo io non metterei nulla tutto dipende dalle correnti che prelevi alle sue uscite.

elrospo: quindi..... arduino potrebbe avere lui stesso problemi di dissipazione se resinato ? ( magari d'estate) o posso stare tranquillo, o gli metto sopra il chip un mini-dissipatore e poi resino ?

Ci sono troppe variabili... Per dire, dipende da quanto i circuiti scaldano, dal tipo di resina, da quanto questi sono sensibili alla temperatura (ossia se cambiano in qualche modo il comportamento tra quando sono a 20 gradi, o a 50 in Estate o a 5 gradi in acqua), da come alimenti il circuito (se ad esmepio lo alimento a 12V il regolatore interno di Arduino scalderà sicuramente...) eccetera.

Se una volta resinato (ma TUTTO il circuito se vuoi evitare problemi) si troverà veramente sott'acqua ci penserà l'acqua a dissipare il calore, il problema viene se il tutto è in aria calda (metti che si trova in una scatola chiusa in ambiente caldo o sotto al sole) non ha modo di dissipare nulla.

E mettere un mini dissipatore anche questo sotto resina non migliora di molto: aumenti si la superficie, ma non essendoci passaggio di aria il calore prodotto dal chip viene comunque assorbito dalla resina e dissipato dalla sua superficie che è costante, per cui non aumenti il clore dissipato (sarebbe come dire che per far passare più automobili in un tratto di autostrada costruisco 4 corsie invece di 2, ma se poi ho sempre solo un casello in uscita, il flusso totale resta lo stesso. ;) ). Se poi l'ambiente circostante è pure più caldo della resina/circuito non dissiperai nulla.

Stilita: La cosa diventa empirica, se Arduino non resinato è molto caldo una volta non resinato lo diventa di più, se invece non resinato resta freddo io non metterei nulla tutto dipende dalle correnti che prelevi alle sue uscite.

quindi "concludendo" ..... arduino alimentato a 5 volt e poca corrente prelevata in uscita questo dovrebbe bastare :confused:

O quello, o una copertura di resina tipo verniciatura, invece che un blocco solido ;)

Mi spiego, se coli il tutto in un blocco solido tipo mattone, ovviamente la resina ostacola la dissipazione di calore ... ma se invece lo ricopri con un paio di mani di resina verniciandolo (sempre ovviamente che in quel modo sia sufficente per l'utilizzo), la dissipazione sara' maggiore ... ed anche un'eventuale dissipatore avra' un'effetto migliore ...

Oppure, se proprio serve il "mattone", si fa in modo che il dissipatore abbia la minore quantita' di resina sopra possibile (ad esempio, una piastra di alluminio piatta, invece che alettata, collegata termicamente al componente, e che rimanga un millimetro sotto la resina, anche se non quanto in aria, comunque dissipa, specie se dall'altro lato della resina c'e' acqua)

Etemenanki:
Mi spiego, se coli il tutto in un blocco solido tipo mattone, ovviamente la resina ostacola la dissipazione di calore …

questa è una brutta notizia :’(
pensavo che un poco aiutava a dissipare, non come un dissipatore, ma un poco