Da prototipo a messa in opera

La cosa più comoda è l'ftdi cable, non hai schedini di mezzo, niente cavetto da montare, niente falsi contatti. Prendine uno con ftdi232 ed hai il top dell'affidabilità come driver e compatibilita. Prenderlo fisso a 3.3V perché comunque va bene anche su progetti a 5V

Sul discorso Arduino board c'è qualcosa che non va. Su questo forum, forum ufficiale Arduino, abbiamo sempre consigliato i prodotti ufficiali, proprio per supportare economicamente il progetto. Poi uno fa quel che vuole, ma pubblicamente abbiamo sempre e solo postato link a distributori che poi fanno rientrare qualcosa nelle tasche di Banzi e company. Ricordo addirittura un post dove denunciare i falsi.

Come mai si sta andando verso un altra direzione ?

Testato: Come mai si sta andando verso un altra direzione ?

... nessuna altra direzione ! :)

Come ho ben specificato poco sopra, per fare le cose "serie" si DEVONO usare prodotti "ufficali", fatti con componenti di sicura provenienze, ecc. ecc., pena rischiare grosso.

Se poi uno invece deve giocare o fare dei gingillini economici da usare per cose "non cririche" ... ... allora, a mio parere, invece di mettersi a fare da solo la schedina "standalone", ben vengano queste schedine da quattro soldi, di cui tutti conosciamo la "possibile" scarsa affidabilità e ... dove, se uno le distrugge "giocando" ... fa un danno del tutto trascurabile. ;)

C'è poi tutta una serie di prodotti molto seri, nati dall'idea del Arduino base e sviluppatisi con [u]l'integrazione di altro HW e nuovo SW[/u] , come, ad esempio, le schede della Fishino o alcune di quelle di SeeedStudio (... tipo la loro MEGA formato UNO) ... che, quando è il caso e quando aiutano, io comunque consiglio sempre, dato che sono ottimi prodotti anche per applicazioni più "serie".

Guglielmo