Da unipolare a bipolare motore stepper

Ciao a tutti, ho bisogno di un chiarimento.
Mi sono capitati tra le mani 2 motori unipolari abbastanza grossi recuperati da alcuni macchinari.

Vorrei utilizzarli per assemblare un nuova cnc, più grande di quella che ho attualmente.

Cercando un po' su internet e anche qui sul forum. Ho visto che motori unipolari a 6 fili possono essere ricondotti a motori bipolari escludendo il comune delle due fasi.

Con un po' di pazienza e il tester sono riuscito a rintracciare le due fasi e i rispettivi comuni.

Non contento ho collegato le fasi alla centralina della mia cnc per vedere se avevo qualche movimento e ho visto che i motori si muovono... Naturalmente ho fatto solo una prova anche perché sulla centralina cnc ci sono dei motori bipolari da 1.5 A gestiti da driver 8825 e per tanto ho provato i motori senza regolare nulla, ma ho ottenuto dei movimenti.. Almeno ho verificato che sono funzionanti.

Detto ciò mi interesserebbe sapere due cose:
1 se converto questi motori unipolari in bipolari come devo comportarmi con le grandezze R, V e A? Ho trovato un datashet dei motori abbastanza similare al mio stessa marca e codice molto simile (non esiste un documento apposito in quanto credo che siano dei motori castum richiesti per determinate applicazioni), nel datashet in mio possesso sono elencate le caratteristiche del motore unipolare. Ma che succede a quei valori se il motore viene fatto lavorare come un bipolare??

2 se decidessi di utilizzare i motori in modalità unipolare e volessi utilizzare dei driver già in commercio che però mi riconducono a connessioni a 5 fili, posso collegare i due comuni delle fasi insieme? O rischio di danneggiarli? Che tipo di driver potrei utilizzare?

Grazie spero qualcuno mi aiuti a fare un po' di chiarezza

Motori unipolari si usano quando non sono necessari grandi prestazioni e perché possono essere pilotati molto semplicemente con 4 transistori / MOSFET.
Percui questi motori anche se sono di dimensioni notevoli non sono tanto forti specialmente se girano veloci e non possono essere usati con un pilotaggi in corrente come lo fa il 8825.
Per essere sicuro misura la resistenza del avvolgimento. Se é sotto i 3 Ohm allora il motore é adatto al 8825.
Temo comunque di no.

Per sapere i dati del motore non basta trovare un documento con la sigla simile ma proprio quello del Tuo motore.
Quali motori hai?

Ciao Uwe

Ciao Uwe,
Il fatto è che questi due motori provengono da due attuatori lineari di un macchinario industriale.

Il codice riportato sopra al motore è TAMAGAWA TS3653N222E6 35-12.

Per tanto sono dei motori custom per specifiche applicazioni richieste dal cliente degli attuatori.

Cercando sul sito del produttore mi sono imbattuto in un catalogo di motori stepper dove ho trovato il file che ti allego qui. In cui la sigla motori somiglia molto a TS3653N2E6 o meglio TS3653N2E5.

Ho misurato la resistenza tra le fasi del motore e mi vine e 2 ohm tra una fase e 1.8 ohm nell altra.

Però altre informazioni non ne ho…

Il sunto del discorso è se utilizzo dei motori unipolari a modo bipolare cosa succede ai parametri dei motori? Restano invariati oppure c’è un modo per calcolare i nuovi parametri di resistenza, voltaggio e amperaggio?

product_product_1360911247.pdf (161 KB)