Delucidazioni domotica

Finalmente ho ricevuto il kit arduino ed alcuni componenti e ho iniziato a fare delle prove per il mio progetto, ma ho qualche problema. Inizio descrivendovi il progetto, poi passo alle domande :D. Vorrei portare all'esame di maturità, e mi pare di non essere l'unico sul forum, un modello di domotica, controllato tramite smartphone android con le seguenti caratteristiche: - Cancello automatico (tramite smartphone); - Luce esterna crepuscolare; - Luci interne (tramite smartphone); - Sistema d'allarme (disattivabile tramite smartphone); - Igrometro per irrigazione automatica; - Serranda (tramite smartphone); - Termostato con ventola (tramite smartphone); - Magari un display dove visualizzare umidità e temperatura (oltre a visualizzarli sullo smartphone).

Per il momento ho provato la luce crepuscolare e il sistema d'allarme, ma prima di andare avanti avrei qualche domanda: 1) Innanzitutto... per le domande relative ai singoli componenti, è meglio se apro una nuova discussione o posso scrivere qui? 2) Presumo che un arduino non basti per collegare il tutto. Sarebbe meglio un arduino mega? 3) Vi è un modo per non collegare il tutto alla corrente? 4) Se possibile vorrei far in modo di collegare arduino via ethernet ad un router e lo smartphone al router tramite wifi (il tutto senza connessione internet). E' possibile una cosa del genere?

Per adesso vi stresso solo con queste domande :D, grazie per l'aiuto!

1) Cerca prima se nel forum sono presenti topic sullo stesso componente poi nel caso aprine uno nuovo. Va bene anche una per componente se l'argomenti sono molto diversi oppure uno per tutto il progetto. 2) Fai la conta dei pin. 3) Batterie oppure dinamo collegata alla ruota di un criceto. :grin: 4) Ci sono shield Ethernet, shield Wifi oppure l'Arduino YUN. Comunque si è possibile collegarlo anche tramite una shield ethernet e un router WiFi.

1) Ok, almeno adesso so come comportarmi :D; 2) Questo allora lo vedrò più avanti; 3) Il criceto dovrei farmelo prestare da mia sorella. Spero non sia necessaria una razza specifica :grin:; 4) Sono già andato fuori dal mio budget, quindi mi sa prenderò la shield ethernet... inoltre da quello che hai scritto dovrebbe fare proprio quello che mi serve.

Grazie mille per l'aiuto, se dovessi avere altre domande tornerò a rompere sul forum :D. Ah... ovviamente ti farò sapere se il criceto va bene

OK. :grin:

Per non aprire un nuovo topic, visto che si tratta di un semplice consiglio, vi posto la mia domanda qui. In sostanza vorrei che aprendo la porta d'ingresso del mio plastico, suoni l'alarme. Cosa mi conviene utilizzare? Al momento possiedo un sensore ad effetto hall, un sensore ultrasuoni e sensore e emettitore infrarosso. Avevo pensato ad un sensore magnetico, ma credo siano troppo grandi per il plastico. Avete qualche altra idea?

Il sensore ad effetto hall oppure un sensore (contatto) reed (tipo quelli che ci sono sulle finestre per gli antifurto) sensibili ad un magnete. ebay_link_reed

Cavolo, non avevo visto che avevi aggiunto il link... era da un'ora che cercavo sto reed da un venditore italiano ahahaha. Quindi in teoria mi basterebbe mettere il reed nel muro e il magnete nella porta?

Si, l'idea sarebbe quella. http://movableparts.org/wp-content/uploads/2013/02/Reed_Switch_Circuit_schem.png

Ma se hai già un sensore hall, anche lui se non sbaglio sente un campo magnetico. http://www.bristolwatch.com/hall_effect/arduino_hall_effect.htm

Perfetto, allora procedo subito con l'acquisto. Visto che ci sono faccio un'ultima domanda. Dovrei comandare una ventola in base alla temperatura. Che tipo di ventole sono consigliate per arduino?

Occhi, la ventola è come un motorino (un carico di potenza mi sembra si dica) Il problema è che Arduino può alimentare qualcosa a 5V ma fornendo POCHI ampere (corrente). Di solito una ventola o un motorino "ciucciano" molta corrente. Ci sono ventole a 5V ma bisogna vedere quanti ampere vogliono (un singolo pin Arduino può fornire fino a 40mA ma meglio arrivare al massimo a 20mA ovvero la corrente necessaria ad 1 led).

Sarebbe meglio alimentare la ventola non da Arduino con batterie o alimentazione esterna (magari a 12V tipica tensione delle ventole da PC) e usare Arduino solo per accendere/spegnere un relè (il quale si deve poter pilotare con i 5V di Arduino). Un modulo rele già montato: ebay_link_rele Strano il titolo, 12V ma quella sigla con 05V vuol dire che lo piloti a 5Volt. Dall'altra parte interrompi uno dei due fili che alimentano a 12V una ventola (quel relè può interrompere fino a 30V in continua a 10Ampere)

Al posto del relè si può usare un circuito con transistor Mosfet, ma la cosa si complica. Io rimarrei sul relè già montato su board che ha già diodi di protezione, magari optoisolatori, etc. Così non si fanno danni.

Se dico cavolate, qualcuno mi cazzierà !

Ti dirò la verità... non ho idea di come usare i relè :P oggi chiederò aiuto al mio professore di elettronica. Comunque grazie mille, mi hai aiutato tantissimo :)

nid69ita: Se dico cavolate, qualcuno mi cazzierà !

Ecccccomi .... :grin: :grin: :grin:

  1. "Arduino può alimentare qualcosa a 5V ma fornendo POCHI ampere (corrente)." ... pochi milliAmper altro che Amper XD

  2. "Al posto del relè si può usare un circuito con transistor Mosfet, ma la cosa si complica" ... ma dai ... è quasi banale ... ABC di Pighi ... QUI , scheda No. 5 in basso a sinistra ... due resistenzine ed un MosFet ... capirai che complicazione e, in più ... ne controlli pure la velocità in PWM ;)

Nid, va bene come cazziatone ??? :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes:

Guglielmo

Beh dai… Nid se l’è cavata con poco, non è stato un gran cazziatone :grin:. Comunque grazie mille, così dovrebbe essere tutto più semplice :smiley:

gpb01:
Nid, va bene come cazziatone ??? :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes: :stuck_out_tongue_closed_eyes:

Speravo peggio :grin: :grin:

P.S. Guglielmo, qualche volta per il Mosfet leggo sul forum problemi nell’usarli. E’ perchè si cerca di fare qualcosa di più complesso? Quello schema di Pighi non dà nessun problema (modalità “chiedoriconferma”) ?

Nid, io l'ho usato varie volte e non ho avuto problemi ... ... non so se qualcuno ha sbagliato Mosfet ... è fondamentale che sia un IRL540, o suo equivalente ... che ha una tensione di pilotaggio adeguata per Arduino (tanti mettono il IRF540 e ovviamente NON va).

Di più non ti so dire ... :roll_eyes:

Guglielmo

Rieccomi qui sempre con il problema delle ventole. Sono riuscito a procurarmene 2: - Una 12V 0,08A, presa da un pc (con 3 cavi); - L'altra (con due cavi) l'ho smontata da una base per portatile, ma non da nessuna indicazione... so solo che sulla base vi è scritto 5v. Come posso scoprire i Volts e gli Ampere?

kingmauri: - L'altra (con due cavi) l'ho smontata da una base per portatile, ma non da nessuna indicazione... so solo che sulla base vi è scritto 5v. Come posso scoprire i Volts e gli Ampere?

Bé ... se c'è scritto 5V ... direi che i Volt li hai belli che scoperti ... :grin: :grin: :grin:

Per gli Ampere (mA ... spero XD) metti in SERIE alla ventola un Amperometro, collegi l'alimentazione e leggi quanta corrente scorre ... :)

Guglielmo

Il fatto è che i volt erano scritti sulla base, non sulla ventola, per questo motivo non ero sicuro. Vi è scritto anche 115mA... ma non sono troppi?

… bé … è pur sempre un motore elettrico :wink:

Fai la controprova come ti ho detto, prendi l’Amperometro e misura … ti togli ogni dubbio XD

Guglielmo

P.S. : se era la base per portatile, sicuramente era alimentata via USB … e quindi i 5V ci stanno tutti … e, secondo me, anche i 115 mA :wink:

Si si, era collegato via usb. Scusa se te lo chiedo ma, so che è una cosa stupida, come misuro i volts? cioè... dovrei collegareuno dei due fili della ventola al puntale e l'altro all'alimentazione? e soprattutto... quale alimentazione? quella dell'arduino? Scusa ancora per questo domande stupide :P