Dimmers e calcolo delle Induttanze

Salve,
in giro per il web e nei vari forum ci sono molti schemi di dimmers.

In quasi tutti viene utilizzata una induttanza come filtro antidistrurbo dai valori - però - più disparati, 63, 10, 150 uH (microHenry) !!!!

Quale è il valore corretto da utilizzare ?

Non essendo semplicicssimi da trovare, utilizzare valori + o - vicini a quello richiesto cambiano MOLTO il risultato finale ?

A cosa è rapportato il valore, ed eventualmente come si calcola ?

GRAZIE

Per i circuiti antiradiodisturbi si usano non solo induttanze ma anche condensatori.
la resistenza di un induttanza a data frequenza é
XL= 2Pif*L dove Pi é 3,14…, f la frequenza e L l’induttanza.

Ciao Uwe

Vendono anche i filtri di rete già pronti. Il valore comunque non è critico ed è scelto guardando all'oscilloscopio quale valore riduce quel tanto che basta le armoniche generate durante la commutazione del triac, l'importante per evitare guasti è la sezione del filo.

Ciao.

@uwefed: Si del condensatore ne ero al corrente, è dell'induttanza che non conoscevo la formula per il calcolo.....

però

XL= 2Pif*L dove Pi é 3,14.., f la frequenza e L l'induttanza.

La frequenza è intesa quella di rete 50HZ (giusto) ?

L, l'induttanza, non è il valore che stiamo cercando, come faccio a metterlo nella formula ?

@MauroTec: Si, se ti riferisci alle bobine toroidali in ferrite, so che esistono, ma ne vendono appunto di vari tipi 60, 100, 150 uH e NON CAPISCO quale adoperare e PERCHE' !
La spiegazione di uwefed dovrebbe aiutarmi a capire meglio (ancora non lo ha fatto del tutto ma so che ci riuscirà 8), uwe è forte)