Domanda di elettronica su rs485

Ciao a tutti, voelvo fare una domanda a qualche elettronico più esperto (o a chiunque sappia rispondere...)
Sul modulo RS485, se collego per errore Ro e DI succede qualcosa?
Nel senso, nel mio prototipo ho utilizzato arduino uno con la softwareserial ed ho invertito i pin Ro e Di; adesso mi trovo che il modulo è rotto, trasmette ma non riceve più (testato con oscilloscopio).
Potrebbe essersi rotto per questo motivo???
Oppure era stanco di funzionare???
Grazie a tutti

Se hai invertito RO e DI non dovresti aver rotto il modulo, se trasmette ma non riceve potrebbe dipendere dallo stato dei pin DE e RE se lo stato è HIGH solitamente trasmettono, viceversa se LOW ricevono.
Prova a impostare i pin collegati a DE e RE e vedere se funziona anche in ricezione

Mah, in realtà ho due moduli, li ho invertiti ed il problema segue il modulo...
Con l'oscilloscopio vedo muoversi bene De Re....anche a me sembra strano che si sia rotto, però non ho idea di come sia internamente l' rs485...ho cercato nel data sheet ma non dice cosa fa capo Di e Ro.....
:roll_eyes:
Ho ordinato un nuovo chip, provo di cambiarlo e vediamo ....
Grazie

Allora ci sta, l'ho detto perché a me è capitato di invertirli e non è mai successo nulla, hai messo resistenze e eventualmente gli zener di protezione?

Solo delle pull-up :roll_eyes:
Lo penso anch'io....dovrebbe esserci un operazionale ma non pensavo do fosse così sensibile...

Per info, l'RS485 si è rotto, ed ho dovuto cambiarlo....

Be', tecnicamente e' possibile ... se si collegano insieme i TX, ed uno va alto mentre l'altro va basso, e' un po l'equivalente di un corto ... e se il filo era molto corto e non c'era alcuna protezione, uno dei due potrebbe benissimo essersi rotto ...

Etemenanki, siccome succede spesso che i questo genere di chip si distruggano (succeso anche a me con molti adattatori) ho provato a documentarmi ma non ho mai trovato specificato un TVS preciso da usare con l'RS485, tu che nelle tue multivite/multiforme ne sai più di un qualunque comune mortale, hai un TVS da consigliare da collegare a A, B e GND?
Leggo pareri discordanti, chi usa TVS asimmetrici, chi due zener in antiparallelo, ecc.

Mah, io di TVS assolutamente affidabili non ne ho mai trovati ... sono piu veloci dei classici due zener in serie con i catodi insieme, ma anche loro hanno dei limiti ... piu che solo quelli, direi che potrebbero essere utili insieme ad un paio di resistenze in serie da 10 o 20 ohm ... in modo da limitare la corrente in caso di picchi ... perche' per quanto siano efficenti, anche i TVS la massima corrente dichiarata la reggono per pochi microsecondi, poi fanno "ciaociao" anche loro :wink:

Grazie mille Etem, su RS485 si trova tutto e il contrario di tutto... TVS, groundloop si, ground loop no, per me un vero ginapraio cmq grazie di nuovo!

Scusate l'ignoranza: cos'è TVS????
Il modulo RS485 si è rotto il canale di ricezione, probabilmente invertendoli ho mandato in corto la porta...
E si, il filo era davvero corto, non ha fatto da "fusibile"...
Grazie.

TVS = transient voltage suppressor diodes, scaricano i picchi di tensione verso GND
Guardando questo documento pagina 6 ne usa tre (uno tra A e GND, uno tra A e B e uno tra B e GND.
Il dubbio che mi attanaglia è che mette a GND i dispositivi tra loro, che non sarebbe di per se un problema è che gli adattatori li alimento a 5V comune con Arduino e se mettessi i GND degli adattatori RS485 metterei di fatto in comune i vari GND di tutti gli Arduino sparsi sul bus e temo il groundloop, perciò per ora non li ho messi in comune (anche se avrei il cavo disponibile per questo scopo) ma più tento di documentarmi più mi si confondono le idee, oltre a questo c’è il suggerimento di Etem che fin’ora non era mai apparso da nessuna parte tra i vari documenti che ho letto, sempre più carne al fuoco :slight_smile:

Si, ma considera che in genere i TVS li usi da almeno il doppio della tensione della tua linea (ma sempre all'interno dei parametri dei chip) ... ad esempio, come nel documento linkato, se usi una linea differenziale +/-12V (puo arrivare anche a 14, ma di solito usano 12V), i TVS li metti da 24/25V o simili ... gli integrati usati per quei trasmettitori reggono i 25V impulsivi, ed il TVS chiude a massa solo oltre quella tensione, nel normale funzionamento e' come se non ci fosse ...

Se la linea di trasmissione che usi e' a 5V, usali da 10V ... se non e' lunghissima, mettici anche le resistenze da 10 ohm in serie (pero' se e' molto lunga, potrebbero dare fastidio, per quello i vari documenti in genere non ne parlano, ma se si parla di una ventina di metri o roba simile, in genere fastidio non ne danno)

... a proposito ... esattamente, di quali integrati stiamo parlando, semplici convertitori o interfacce di comunicazione complete dei generatori per il +/-12V ?

Io sto usando dei convertitori pronti all'uso (non solo il chip quindi) alimentati a 5V e pilotati da una seriale hardware di una MEGA e due pin per il DE/RE.
In prima battuta ho messo due dispositivi su un cavo lungo una decina di metri che comunicavano con un altro adattatore RS485 uguale a quelli di Arduino collegato però alla seriale di un Raspberry (GPIO con traslatore di livelli da 5 a 3.3) e nonostate avessi lasciato su tutti e tre le resistenze di terminazione da 120 ohm nessun problema per più di due mesi.
Quando ho aggiunto tre dispositivi su solito bus ma collegati tra 15/20 metri alimentando uno alla volta i dispositivi mi sono saltati due adattatori (il più lontano e uno in mezzo) sto aspettando quelli sostitutivi.
Altra cosa che non mi spiego è che +5V e GND che alimenta l'adattatore (che dovrebbe essere isolato da A e B) alimentano anche Arduino, in assenza di alimentazione ma A e B collegati succede che i led di alimentazione dell'adattatore e di Arduino lampeggiano flebilmente. i GND dei vari dispositivi non sono in comune
La prossima prova la farò con tutti i dispositivi agganciati al bus alimentati nel medesimo istante e con le resistenze di terminazione collegate correttamente, sperando non saltino ancora.

Half-duplex (un doppino) o full-duplex (due doppini) ? … le masse in teoria non dovrebbero creare problemi non essendo necessarie, e’ un sistema a segnali bilanciati … piu che altro, controlla se sugli adattatori ci sono sia le resistenze di terminazione (120 / 130 ohm fra i due fili del doppino) e di bias (di solito dovrebbero essere sui 720 ohm o un valore simile, una fra il filo marcato “+” o “B” del doppino ed il VCC ed una fra il filo marcato “-” o “A” del doppino ed il GND … poi non saprei, il cavo passa vicino a cavi di rete o a roba che genera picchi elettromagnetici ?

Alcune interfacce hanno anche un morsetto “G”, per il loop di massa (o riferimento), ma andrebbe usato solo se si e’ sicuri che tutti i dispositivi hanno la massa in comune o comunque allo stesso potenziale, altrimenti si rischia di fare danni … come ad esempio connettendoli a due masse di due macchinari alimentati da contatori diversi, con le masse a potenziali diversi (KABOOM)

Configurazione half-duplex. Le resistenze di terminazione ci sono (120 ohm) e pure quelle di bias anche se sono da 20K e non 720 ohm. Parecchi schemi che ho visto riportano resistenze da 4K7 e indicano che nei dispositivi intermedi non debbano essere collegate le resistenze di bias ma queste debbano essere presenti solo sul primo device del bus.
Altri riportano i bias sempre collegati. Siccome il mio bus è "strano" nel senso che un piano collega tutti i dispositivi in una derivazione e da li parte il cavo che va alla derivazione del piano inferiore e da li di nuovo partono N cavi per altri device determinare il "primo" non è proprio intuitivo, ho battezzato il primo e l'ultimo in base alla lunghezza dei cavi passati, i più lontani hanno le resistenze tra A e B.
Il cavo viaggia quasi sempre in canalizzazione a bassissima tensione, solo alcuni tratti viaggia assieme a cavi di rete, ma il tutto isolato e senza particolari carichi che possano generare picchi.
Gli adattatori non hanno i G percui non mi sono azzardato a collegare le masse anche se tutti i dispositivi sono alimentati dal solito alimentatore quindi non c'è (teoricamente) il rischio KABOOM :slight_smile: