Domanda generale sul funzionamento Arduino

Salve navigatori,
Vorrei tolto questo piccolo dubbio che ho per quanto riguardo l’alimentazione interna di arduino.
Il voltaggio richiesto è 5 volt per la board, ovviamente senza utilizzare altri dispositivi connessi su di essa, il dubbio che mi assale è come mai si consiglia di utilizzare una batteria da 9 volt connesso al dc di arduino? Forse xke con 9 volt lui stabilizza l’onda a 5 e si blocca, cosa ke con 5 volt non puo’ fare xke scende al di sotto del voltaggio necessario? e in piu’ vorrei sapere quanti milliampere posso connettere al connettore dc della scheda,
io ho un alimentatore da 9 volt e 300 milliampere. Forse è troppo l’amperaggio?

grazie

clui: Salve navigatori, Vorrei tolto questo piccolo dubbio che ho per quanto riguardo l'alimentazione interna di arduino. Il voltaggio richiesto è 5 volt per la board, ovviamente senza utilizzare altri dispositivi connessi su di essa, il dubbio che mi assale è come mai si consiglia di utilizzare una batteria da 9 volt connesso al dc di arduino? Forse xke con [u]9 volt lui stabilizza l'onda a 5 e si blocca[/u], cosa ke con 5 volt non puo' fare xke scende al di sotto del voltaggio necessario? e in piu' vorrei sapere quanti milliampere posso connettere al connettore dc della scheda, io ho un alimentatore da 9 volt e 300 milliampere. Forse è troppo l'amperaggio?

grazie

Sulla board è presente un regolatore di tensione: un circuito integrato che prende tensioni alte e le abbassa (almeno in questo caso). Il lato negativo è che questi regolatori sono poco efficienti e richiedono che la tensione d'ingresso sia almeno uno o due volt più alta di quella in uscita (dovresti riuscire a far funzionare Arduino collegando un alimentatore da 7v, forse anche da 6, ma non da 5 ;)). L' amperaggio di un alimentatore non si riferisce a quanta corrente "spinge" nel circuito, ma al valore massimo che il circuito può richiedere. 300mA vanno più che bene. Se l'alimentatore è "buono", accertati che la polarità sia corretta ed usalo ;)

Se vuoi approfondire cerca su Google "regolatori di tensione lineare", per i regolatori e "legge di Ohm" per capire la questione degli ampere ;)

Innanzi tutto ti ringrazio della tempestivita' della risposta, avevo intuito che il regolatore di tensione nn riesce a standarizzare 5 volt fornendo un voltaggio uguale. ma 300 mA nn sn troppi? quanto accetta in ingresso la scheda?

il problema dlla corrente non sarà mai l'alimentatore che te ne dà troppa, perchè la corrente è determinata dal circuito. se per esempio usi un alimentatore che ti da 5A (max) ma il tuo circuito chiede 500mA, il tuo alimentatore ti fornirà solo i 500mA necessari. il prblema è diverso se il tuo circuito chiede più di quanto ti dà l'alimentatore perchè può funzionare male e l'alimentatopre si può danneggiare, ma non credo proprio che arduino assoprba + di 300m, anche se non posso esserne totalmente certo perchè non ho mai visto dei fogli tecnici o dei dati sull'assorbimento di corrente

Forse questo topic può esserti utile http://arduino.cc/forum/index.php/topic,76030.15.html

ho capito, quindi è il circuito ( in questo caso arduino ) ad assorbire i milliampere richiesti. Quindi facendo un paradosso è come se avessi 2 tubi collegati, rispettivamente un grosso ( 300 milliampere per esempio ) ed uno piu' piccolo ( i milliampere che servono ad arduino ), in quel lasso di tempo passeranno solo i milliampere richiesti alla scheda. Esatto?

Non ho bene capito l'esempio coi tubi ma il concetto elettrico é giusto. Ciao Uwe

Essendo che il tubo è piu' piccolo piu' richiedere al massimo un certo quantitativo di flusso in un certo lasso di tempo e non di piu'. nel senso che la scheda arduino richiede ad esempio 50 milliampere e ne puo' ricevere al massimo 50 anche se l'alimentatore alla quale è connessa gli manda 300 milliampere, non so se è chiaro, ma l'esempio è banale. :)

le analogie elettrico-idraulico funzionano sempre :) è un po' diffcile rendere il concetto di corrente conl'idraulica ma in fondo il concetto è quello

clui: Essendo che il tubo è piu' piccolo piu' richiedere al massimo un certo quantitativo di flusso in un certo lasso di tempo e non di piu'. nel senso che la scheda arduino richiede ad esempio 50 milliampere e ne puo' ricevere al massimo 50 anche se l'alimentatore alla quale è connessa gli manda 300 milliampere, non so se è chiaro, ma l'esempio è banale. :)

eh ma allora io replico con http://it.wikipedia.org/wiki/Effetto_Venturi

in pratica la pressione dei fluidi dove la mettiamo? XD

si hai ragione, ma era solo un concetto, chiaramento con l'effetto Venturi non avrebbe piu' senso. Diciamo che la congettura è valida senza quell'effetto :)