Domanda su led e pwm

Ciao,avevo un dubbio sulla tecnica pwm abbinata ai led.
Ho collegato 35 led rossi ( catodo comune ) alta luminosità in parallelo con altrettante resistenze ad un alimentatore 5V/3A,l'assorbimento calcolato con il tester e di circa 0,9A.
Il risultato a livello di luminosità è ottimo,ma volevo sapere se pilotando il catodo con un pwm potevo ottenere la stessa luminosità ,ma un assorbimento molto minore ?? Tipo il 50% in meno ??
Accetto consigli o link utili
grazie in anticipo

Saluti

La luce emessa da un led è direttamente proporzionale alla corrente che lo attraversa, se usi il pwm l’effetto è quello di farlo lampeggiare variando il tempo in cui rimane acceso, il risultato è che per l’occhio umano il led varia la luminosità, in realtà emette dei lampeggi con la stessa identica luminosità di quando è pilotato senza pwm.
In pratica se usi il pwm puoi si diminuire il consumo medio di energia, quello istantaneo con il led acceso rimane costante, però anche la luminosità percepita diminuisce.

Quindi,da quello che ho capito,per avere la luminosità che sto ottendendo adesso non riesco a ricrearla in un altro modo consumando meno corrente,giusto ??

grazie

Spegnere periodicamente i LED tramite un comando PWM non fa che ridurre la luminosità media.

L'unica via per ridurre il consumo mantenendo la luminosità è agire a monte sull'alimentazione, in modo da non disperdere troppa energia sulle resistenze (probabilmente adesso viene disperso il 70% dell'energia totale fornita dall'alimentatore).

Un modo può essere l'uso di uno step down switching 3.3V ad alto rendimento (ricalcolando le resistenze dei LED), il consumo potrebbe diminuire forse del 27..30%. Qualcosa in più si potrebbe ottenere scendendo ancora con la tensione.

C'è anche da dire che l'occhio percepisce l'intensità luminosa in modo logaritmico, perciò una piccola riduzione della potenza media luminosa, ottenuta tramite il PWM, potrebbe passare inosservata ma contribuire comunque abbastanza alla riduzione del consumo, magari abbinata all'alimentazione più efficiente.

L'altro modo, se sia in pratica più semplice non so, è realizzare metà paralleli mettendo i LED in serie a due a due (sempre ricalcolando le resistenze).

mauroplus:
Quindi,da quello che ho capito,per avere la luminosità che sto ottendendo adesso non riesco a ricrearla in un altro modo consumando meno corrente,giusto ??
grazie

Giusto. Luminositá e correnete sono proporzionali. Non puoi diminiure uno senza diminuire l'altro.

L'unica cosa, poco sensato sui LED normali da 20mA, ma fatto con quelli di alta potenza per illuminazione (diciamo 1W in su) puoi ridurre la perdita di potenza sulla resistenza usando dei driver switching di corrente costante.

Ciao Uwe

uwefed:
..L'unica cosa, poco sensato sui LED normali da 20mA, ma fatto con quelli di alta potenza per illuminazione (diciamo 1W in su) puoi ridurre la perdita di potenza sulla resistenza usando dei driver switching di corrente costante.

Ciao Uwe

Ciao Uwe,
Ma se si utilizzasse comunque un driver switching di corrente costante sui LED da 3mm si allungherebbe comunque la vita del LED giusto? O questo vale solo per i led ad alta potenza?

Gianky00:
Ciao Uwe,
Ma se si utilizzasse comunque un driver switching di corrente costante sui LED da 3mm si allungherebbe comunque la vita del LED giusto? O questo vale solo per i led ad alta potenza?

Non so se esistono sorgenti corrente switching per 20mA. Il vantaggio di risparmio di energia é troppo piccolo rispetto a una resistenza che spreca 60-80mW. Anche un Switching consuma energia per il suo funzionamento oltre alle perdite proporzionali alla potenza d’ uscita.

Alla Tua domanda: La vita dei LED dipende dalla loro temperatura della giunzione a semiconduttore. Se due sistemi garantiscono un uguale basso riscaldamento sono uguali dal punto di vista della vita media del LED.

Ciao Uwe

Perfetto, già hai ragione..aumentando la temperatura aumenta pure la corrente :smiley: tutto chiaro..grazie mille Uwe