Domanda su relay

Scusate ragazzi a questo relay nn gli voglio mettere la 220 ma la 5 v funziona lo stesso ?

$_35.JPG

Anche io uso quel tipo di scheda, sui contatti puoi mettere tranquillamente la tensione che vuoi, per il comando no deve essere rigorosamente a 5v da arduino
Ciao

Quindi ci posso mettere come carico da gestire 5 12 qualsiasi tensione

FrankyLeft:
Quindi ci posso mettere come carico da gestire 5 12 qualsiasi tensione

Sui contatti si..

FrankyLeft:
Quindi ci posso mettere come carico da gestire 5 12 qualsiasi tensione

... qualsiasi tensione NO !

Guarda sopra ai relè, ci sono i valori massimi sia in AC che in DC ... per sicurezza devi tenerti un 25% sotto.

Guglielmo

Da quanto riporta il datasheet (in particolare la tabella 7 CONTACT RATING), usandoli in bassa tensione continua con correnti non superiori ai 3A non dovrebbero esserci problemi. Salvo il fatto di non alimentare le bobine con i 5V presi dal regolatore interno di Arduino, perché 70mA per relé sarebbero troppi.

gpb01:
... qualsiasi tensione NO !

Guarda sopra ai relè, ci sono i valori massimi sia in AC che in DC ... per sicurezza devi tenerti un 25% sotto.

Guglielmo

I dati sui relè, sono riferiti all'assorbimento del carico ad un certa tensione, quindi con i dovuti calcoli si possono applicare tensioni differenti.

Giovanni

--- post modificato dal moderatore - gpb01

gio69t: quei modulini cinesi fanno letteralmente schifo, le piste NON rispettano nessuna specifica di sicurezza e le distanze tra le piste sono totalmente furi norma ed insufficienti, quindi ... si possono usare al massimo in bassa tensione e NON sono assolutamente certificati per tennsioni più alte.

Guglielmo

P.S.: ti prego inolte, su questo forum, frequentato per la maggior parte da dilettanti/amatori che certamente non conoscono le normative di evitare affermazioni come quelle che hai fatto sulle tensioni che in teoria si potrebbero applicare. Ho provveduto a modificare il tuo post in modo da evitare qualsiasi rischio.

gpb01:
P.S.: ti prego inolte, su questo forum, frequentato per la maggior parte da dilettanti/amatori che certamente non conoscono le normative di evitare affermazioni come quelle che hai fatto sulle tensioni che in teoria si potrebbero applicare. Ho provveduto a modificare il tuo post in modo da evitare qualsiasi rischio.

Scusami hai ragione, io parto per partito preso, poichè per lavoro e diletto uso solo relè di note marche O.....m F.....r ecc.ecc.,

gio69t:
Scusami hai ragione, io parto per partito preso, poichè per lavoro e diletto uso solo relè di note marche O.....m F.....r ecc.ecc.,

... puoi tranquillamente mettere i nomi delle marche dei prodotti, poiché non credo sia tu a venderle e quindi a fare pubblicità :grin: :grin: :grin:

Premesso questo, come invece hai potito notare, su questo forum il 90% usa quei moduli cinesi da 3 € che ... come affidabilità e rispetto delle normative sono sotto zero :smiley:

Guglielmo

Qua non si contesta la qualitá del relé che é cetificato ma del circuito sul quale sono saldati. Per garantire un certo carico di corrente le piste devono avere una certa larghezza e per la tensione devono avere una certa distanza; entrambe i valori sono specificato in norme (che sono purtroppo a pagamento e costano tanto). Questi modulini non rispettano ne la larghezza ne la distanza per essere usato fino a 250V e 10 A come fanno suggerire dalle scritte sui relé.

Ciao Uwe