Domotica e modulini

Salve a tutti,

mi chiedevo come fossero fatti i "modulini" installati dietro i pulsanti dell'illuminazione: secondo voi sono microprocessori?

http://www.vividomotica.it/ita/blog/post.php?codice=25

probabilmente c'è tipo un pic che gestisce i vari interruttori/relè/led della scatola, e si connette a una linea tipo rs-485 o,più probabilmente,a linee di comunicazione in formato proprietario..

quello che mi suona strano è che dietro ogni pulsante di illuminazione c'è un pic alimentato...mi sembra uno spreco di energia...

se sono tutti collegati allo stesso bus,è una scelata quasi obbligata..poi di microcontrollori ce ne sono di tutti i tipi e costi,anche queli delle cartoline cantanti..

Si sono dispositivi a microcontrollore in grado di comunicare su un bus, che tipicamente è condiviso con l'alimentazione. E' una strategia utilizzata da moltissimi produttori di moduli per la domotica, sia piccoli che grandi. In linea generale, un impianto domotico non può che consumare più di uno tradizionale, ma ha il vantaggio della gestione remota o su logica e quindi può permette ad un utente distratto di risparmiare energia.

Se ti interessa la tipologia, magari potrebbero interessarti questi due link. Sono di una scheda analoga attualmente in sviluppo, la cui progettazione è stata sottoposta ad una discussione aperta sul forum.

http://www.ethermania.com/blog/?page_id=413 http://arduino.cc/forum/index.php/topic,97347.0.html

Saluti, Dario.

grazie Dario per i links, un progetto davvero molto interessante; l'idea di un sistema "distribuito" l'appoggio completamente perche, secondo me, facilita l'ingegnerizzazione e migliora le funzionalita. Mi terro aggiornato!