Dubbi riguardo alimentazione esterna

Buonasera a tutti!
Sono al mio primo progetto con Arduino e vorrei progettare una macchinina radiocomandata. Tuttavia, sono sorti alcuni dubbi riguardo l'alimentazione.

Ho trovato questo schema, reperibile alla pagina L298N pilotare un motore DC con Arduino - Andrea Lombardo, in cui viene suggerita la configurazione che vorrei seguire per la costruzione del mio progetto. Non ho ben capito una cosa: dallo schema presentato, sembra che l'Arduino non sia alimentato tramite USB o Jack o tramite VIN e neanche tramite il pin 5V. Tuttavia, il polo negativo della batteria da 12V è collegata alla GND di Arduino. Quindi, la mia domanda è la seguente: è possibile alimentare Arduino con delle batterie al litio utilizzando il pin GDR senza alimentarlo tramite jack da cinque millimetri o connettore USB? Se fosse possibile, potrei quindi utilizzare una batteria 12V per alimentare, come nella figura, sia il Driver motore L298N che Arduino, giusto?

Ringrazio in anticipo chiunque risponda!

NO, è stata solo omessa la parte alimentazione Arduino perché viene data per scontata ... come pensi si potrebbe alimentare Arduino fornendogli solo il GND di riferimento ? ? ? :o :o :o

Guglielmo

Ah … quello schema è anche fatto da un incompetente che usa il pin EN (Enable) per il PWM … come scriveva a suo tempo un grande utente di questo forum (Astrobeed), oggi non più attivo …

… indipendentemente dalle cavolate che si trovano in rete, scritte e/o copia/incollate da gente che l’elettronica non sa cosa sia, tutti i ponti H della serie L29x non vanno usati con il PWM sul enable, non a caso si chiama enable, il PWM va usato esclusivamente in modalità LAP applicandolo, con due segnali in controfase, su i pin IN1 e IN2, IN3 e IN4, degli L29x.

Applicare il PWM sul enable, anche se apparentemente funziona, porta ad una bassa efficienza del ponte con conseguente surriscaldamento dello stesso e notevole perdita di potenza elettrica sul motore.

Il motivo è che gli L29x sono progettati come driver di potenza per gli stepper, questo comporta un certo modo di realizzazione del ponte che è incompatibile col funzionamento S/M, la differenza tra LAP e S/M è a livello hardware e riguarda come vengono azionati i transistor/mos di potenza.

Guglielmo

Cercando su internet e seguendo diversi manuali, non è mai stato preso in considerazione il poter alimentare tramite la porta GND; essendo il mio primo progetto, mi è sorto giustamente il dubbio e volevo solamente avere una conferma o una confutazione, poi arrivata, da chi è più esperto di me.

Ti ringrazio anche per l'altra risposta, con cui hai chiarito un aspetto fondamentale per L298N!

Tuttavia ora mi sorge un dubbio: usando un UBS host shield, non avrei abbastanza pin PWM a disposizione per collegarli ai vari A1/2 e B1/2. Magari potrei usare una configurazione in parallelo, per avere la stessa tensione, ed utilizzare solamente due pin PWM al posto che 4; secondo te funzionerebbe?

Allora, intanto sai come è una "modalità LAP"? ... in tale configurazione il segnale PWM su IN1 deve andare sfasato di 180° su IN2 ed idem su IN3/IN4 ... quindi, servono solo DUE pin PWM e poi, esternamente, due inverter per ottenere il segnale invetito di 180° (es. usi un cd40106 che contiene 6 inverter di cui ne usi due).

Perdona comunque un'osservazione ... mi sembra che, per il tuo attuale livello di preparazione in elettronica, ti stai imbarcando in un progetto forse un po' troppo complesso ... ::slight_smile:

Guglielmo