dubbi su Ardupilot

Avrei intensione di comprare una ardupilot però non capisco un paio di cose: allora va alimentata a 5v, se prendo le varie imu però devo alimentarle a 3.3v sennò spacco accelerometri e giroscopio. io ho visto i vari progetti eagle ma non capisco come facciano a interfacciarsi con le varie imu. Cioè se io alimento un giroscopio o un accelerometro con VCC a 3.3V posso mettere un partitore che mi trasforma i 5 volt i 3.3v e fin qui mi sta bene però se devo acquisire dati analogici da quest'ultimo? basta mettere vref a 3.3v? e poi come mai mettono un mux digitale per acquisire segnali analogici?

poi la Radio la collego agli analog o ai digital? :o

Ciao Calamaro Non ho presente il Ardupilot. Posso rispondeti solo in generale. Per interfacciare un dispositivo a 3,3V quando l' arduino va a 5V serve per ogni uscita un partitore resistivo che porta i 5 volt ai 3,3. per le entrate non é necessario niente perché i 3,3 V vengono letti come hight. Per le entrate analogiche vale semplicemente che tensione devi misurare. con Vref puoi selezionare quale tensione viene letta come numero 1023. I mux digitali della serie cd4000 possono essere usati ache come analogici nel caso vengano alimentate con una tensione complementare (es +/-12V) Leggi un datasheet di uno di questi integrati.

Per evitare problemi col 2 tensioni di alimentazioni puoi usare la versione 3,3V di Arduino. Ciao Uwe

si che serviva un integrato per alimentare a 3v3 me l'ero immaginato ma non capisco dove sia. Magari mi sono spiegato male, allora questa è l'ardupilot, http://www.sparkfun.com/commerce/product_info.php?products_id=9372 e questa una imu. Non vedo un abbassatore di tensione. quelle resistenze che si vedono non servono per un partitore ma una è per un filtro PB e l'altra serve per il PLL del giro.

per quanto riguarda i mux sta cosa che alimentandoli a una tensione duale diventino analogici mi è nuova e non mi torna tanto però mi leggerò il qualche datasheet per capire. Io vorrei usare il mux analogico che usa anche sparkfun il 74vhc4052 che non dovrebbe essere della famiglia logica cd4000 e alimentarlo a 5 volt poi la vref dell'atmega 328 me la alimento a a 3v3 e bona. tanto ho letto i datasheet del giro e dell' accelerometro e non danno mai segnali superiori a 3v3 o inferiori a 0. però la bega è che se saldo un cavetto 3v3 su vref poi anche gli altri segnali vengono acquisiti con 3v3 di fondoscala quindi dovrei mettere dei partitori in cascata agli altri sensori. che beghe assurde...

poi continuo a non capire dove collegare la radio... certo che se si alimentasse la ardupilot a 3v3 tutto sto casino non ci sarebbe...

penso che la maniera più semplice per l’interfacciamento di 2 canali da 3.3 a 5v sia il max3232 fatto da maxim ic.
Ma non conoscendo l’ardupilot e l’imu in questione, prendi questo suggerimento con riserva…

il max3232 o 232 fa la stessa roba dell'FT232 offero prende i dati dalla usb e li rende TTL.

Scusami ma credo che il paragone non sia corretto, il max3232 non varia il protocollo di comunicazione ma semplicemente adatta i livelli di tensione sulle linee rs232 da 3.3 a 5v. L'FT232 credo che invece faccia tutt'altro e cioè adatta una porta usb alla comunicazione seriale via uart, quindi fà una trasformazione fisica (connettore usb ad altro) una di protocollo da usb a "rs232" ed in alcuni casi anche da adattatore di livello di tensione (da usb 5v a 3 o 3.3 dipende dal modello di ft232). P.S. Il max232 ed il max3232 non sono la stessa cosa... il max232 lavora con tensioni più alte, mentre il max3232 è più adatto a lavorare intorno ai 3v. ;)

Ciao a Tutti Cusatemi; non ho capito come siete arrivati dal problema di interfacciare delle uscite digitali di un circuito alimentato a 5V a un circuito alimentato a 3,3V al uso del MAX3232. Il MAX3232 é un integrato che adegua i livelli logici ttl (grossolanamente 0 e 5V) ai livelli per la RS232 (perció qualcosa tra +3V e +25V low e tra -3 e -25V per high. Puó essere alimentato da na tesione tra 3,3V a 5V. http://datasheets.maxim-ic.com/en/ds/MAX3222-MAX3241.pdf

Ripeto: per pilotare un'entrata di un circuito alimentato 3,3V serve un partitore resistivo con 2 resistenze , una da 1,8kOhm e l'altra 3,3kOhm. viceversa non serve niente perché l'ATmega interpreta una tensione di 3,3V come high. Saluti Uwe

Se il discorso è solo di alimentazione, allora il partitore và più che bene, se devi alimentare un sacco di roba ti consiglio di farti un piccolo alimentatore stabilizzato a 3v(risente meno dei picchi di assorbimento rispetto al partitore), se invece devi adattare anche i livelli di comunicazione da 3 a 5 sia in entrata che in uscita allora hai bisogno di un level shifter.

l'FT232 ha un coso interno che genera 3.3v l'ho scoperto prima :O

anche l'arduino cel'ha

la scheda arduino ce l'ha per forza, il microcontrollore atmel atmega non ne sono certo, il 328 dip probabilmente ce l'ha mentre non sono sicuro se ce l'abbia l'smd!

il 3.3V delle schede Arduino è un regalo del chip FTDI

esatto! e guardacaso proprio quello di cui parlavamo in precedenza.. :) utilizzabile per alimentare robe a 3.3v ma per sicurezza io non collegherei nulla che assorba più di 5mA

e dovrei prendere anche una schedina ft232, per curiosità per programmare arduino bastano i pin txd rxd dtr e rst e basta giusto?

dai un'occhiata qui infondo http://www.adrirobot.it/arduino/arduino_duemilanove/scheda_arduino_duemilanove.htm

o anche qui http://arduino.cc/en/Main/ArduinoBoardSerial

grazie dei link era come pensavo... servono i txd rxd e rst per resettare il chip dopo averlo programmato :D

ora mi stavo chiedendo un'altra cosa... gli aerei radiocomandati che vanno a motori dc con che tecnica vengono pilotati? in corrente quindi in coppia o in tensione quindi in velocità? poi li pilotano con ponti h o con altri artifizi che mi sfuggono?

ciao a tutti il FT232 ha un stabilizzatore interno per i 3,3V e fornisce fino a 50mA Per gli accelerometri basta, ma non per consumi piú grandi come i XBee. Ciao Uwe