Due Arduino alimentati da jack + USB = Corto Circuito !

Ragazzi ben trovati,
avrei bisogno di un vostro consiglio.

Ecco la scena del crimine:
Due Arduino UNO messi in comunicazione tramite protocollo I2C su A4 e A5 con apposite resistenze da 4,7KOhm.
OGNI Arduino è alimentato tramite jack con 12V (devo utilizzare questa tensione.. non uccidetemi).
L'alimentazione è gentilmente fornita da un bell'alimentatore 12V 3,2A stabilizzato.

Crimine:
Appena provo ad inserire cavo USB del computer per riprogrammare... scatta il differenziale di casa.

Cosa accade ?

Che evidentemente quegli alimentatori NON sono ben isolati dalla rete ...
... mi spiego, prendi un tester e misura la tensione che c'è tra il negativo dell'alimentatore e la tua terra (che, mentre probabilmete non è collegata negli alimentatori, lo è nel computer) e ... fammi sapere ...

Guglielmo

P.S.: Poi, se hai tempo, guardati QUESTO filmato su youtube

In realtà sembra che l'alimentatore sia uno solo; se poi è il classico tipo con spina a due poli non dovrebbe avere alcun legame con la terra, quindi semmai la misura da fare, TUTTO SPENTO e scollegato dalla rete è tra i due poli + e - dell'uscita (singolarmente) ed i due poli delle spine; se è uno switching il problema potrebbe verificarsi solo in caso di perdita del trasformatore di isolamento, se è un lineare invece il problema NON esiste. Quindi potrebbe esserci un problema sull'alimentazione del PC o sul cavo USB.

Grazie a Guglielmo e Michele per le risposte.

Rispondo su tutte le misure richieste.

@Guglielmo: La tensione che mi chiedi fra terra e negativo è 5V.... Il pc non ha collegamento a terra.

@Michele: L'alimentatore è uno switching. La resistenza sia fra i poli dell'alimentatore, che fra i poli delle spine è 630 Ohm.

Come possiamo interpretare questi dati ?

Dove la prendi la terra per fare la misura?
Se non c'è niente collegato a terra come fa il differenziale a scattare?

La terra la prendo dalla presa multipla a cui sono collegati sia l'alimentatore 220V=>12V che il pc. Ho preso una spina a tre poli ed ho "estratto" il centrale collegato all'impianto di messa a terra di casa.

Perchè scatta il differenziale è la domanda !

Perché, essendo male isolato l'alimentatore rispetto ad una delle fasi, scorre corente tra l'alimentatore e la terra ... e ... di SICURO il PC in qualche modo è connesso a TERRA, probabilmente tramite il suo alimentatore che, magari, ha la massa collegata al polo di terra.

Ma ti sei preso il tempo di guardare quel filmato ? ...

Guglielmo

Certo che ho guardato il filmato da te consigliato.

L'alimentatore è simile a questo:
Alimentatore

Ripeto che il computer (un MacMini) non ha il polo di terra.... la spina (l'ali è integrato) ha solo i due poli della AC.

C'è modo di verificare il problema senza far scattare ad ogni prova il differenziale e rischiare (per'altro) di danneggiare il pc ?

Zamundo:
Ripeto che il computer (un MacMini) non ha il polo di terra… la spina (l’ali è integrato) ha solo i due poli della AC.

Il problema è proprio questo, il tuo portatile non è collegato alla terra perché ha l’alimentatore in classe II, però l’alimentatore a 12V è collegato a terra, quando metti assieme la 5V del del mac mini con le schede hai sicuramente uno sbilanciamento tra il GND del pc e il GND dell’alimentatore 12V che fa scorrere la corrente sulla terra con conseguente differenziale che salta.
Se scolleghi la terra dall’alimentatore 12V vedrai che non salta più il differenziale, però non lo devi fare :slight_smile:

astrobeed:
Se scolleghi la terra dall'alimentatore 12V vedrai che non salta più il differenziale, però non lo devi fare :slight_smile:

Che tradotto significa ...
... butta quei due cessi di alimentatori da quattro soldi, vai su RS-Componets, **SPENDI :money_mouth_face: **e compri due alimentatori degni di tale nome. :smiley: :smiley: :smiley:

Guglielmo

Alcune domande
Apparecchi di classe di protezione elettrica 2 hanno il simbolo:
La loro protezione di evitare il contatto con parti in tensione nel caso di rottura dell’isolamneto di funzione é dato da un isolamento di funzione rinforzato o un doppio isolamento per esempio dato da un involucro di materiale isolante.

Apparecchi di classe 1 non hanno nessun simbolo. La loro protezione consiste nel collegameto a terra delle parti metalliche che potrebbero in caso di guasto della isolazione funzionale andare in contatto con i 230V.

L’ alimentatore 12V é di classe 1 o 2? Ha la terra o hai tolto il contatto di terra sulla spina?

L’ alimentatore del Computer é di classe 1 o 2? Ha la terra o hai tolto il contatto di terra sulla spina?

Ciao Uwe

Ha un Mac mini, l’alimentatore è di classe II, il suo alimentatore a 12V è un classe I e va collegato alla terra.

gpb01:
P.S.: Poi, se hai tempo, guardati QUESTO filmato su youtube

Lo avevo visto proprio ieri... mi è capitato in mano anche di peggio, per questo consiglio sempre di comprare alimentatori almeno decenti.

Grazie Uwe dell'interesse.
Ha risposto Astro in modo impeccabile.

In attesa di acquistare un OTTIMO alimentatore (ma questi li uso da anni :o ) volevo sapere se c'era modo di testare il sistema senza ogni volta mandare in tilt il differenziale.

Complico molto la situazione se dico che l'alimentatore non è collegato a terra ?

Ma la differenza di 5V che misuro (parlo della misura che chiedeva Guglielmo fra terra e -V) può giustificare il verificarsi dell'evento ?

PS Sperando che possa aiutare ve ne dico un'altra: ho messo un interruttore (che interrompe solo la fase della 220V che entra nell'alimentatore) e il differenziale scatta lo stesso ... per evitarlo devo proprio staccare la spina completamente e poi inserire la USB del pc per riprogrammare!!!

Non mi era mai successo.... avrò messo in opera una 50ina di progetti! :slight_smile:

Prova di collegare la terra col morsetto di terra sul alimentatore 12V.
Salta subito il differenziale o non salta piú?

@Michele: L'alimentatore è uno switching. La resistenza sia fra i poli dell'alimentatore, che fra i poli delle spine è 630 Ohm.

È un valore di resistenza preoccupante. Ma potrebbe essere che stai misurando i residui di tensione sui condensatori e nn la resistenza. Cambia qualcosa se inverti i puntali? Cambia qualcosa se prima cortocircuiti per un po di secondi i poli prima della misura?

Ciao Uwe

La cosa impossibile da credere (con tutto il rispetto per Zamundo :slight_smile: ) è che si possano misurare 5V tra negativo del circuito e la terra, SENZA che nessuna delle apparecchiature in gioco sia collegata a terra :o Ora se consideriamo che con la terra risulta "collegato " di norma il neutro, potrebbe esserci una dispersione di quest'ultimo, oppure della fase, allora forse.....

Il neutro é collegato a terra col impinato di terra della cabina trasformatore che porta i 10kV a 400/230V. La terra di casa é collegata a terra con un altro impianto di terra (quello di casa Tua) e percui possono esserci facilmente qualche V tra terra e neutro.

Ciao Uwe

uwefed:
... qualche V tra terra e neutro.

:smiley: :smiley: :smiley:

Mi hai fatto tornare in mente il primo posto dove ho lavorato ... fra terra e neutro della trifase avevamo 120V circa di media (variavano a caso durante il giorno fra 90 e 150 :P) ... ed il bello e' che l'impianto era "certificato ed a norme", per l'epoca :smiley: (30 anni fa)

Poi una volta ogni tanto, quando pioveva parecchio, saltava il differenziale della cabina dell'enel ... si chiamava l'omino dell'enel, quello arriviva, misurava, controllava, e risolveva il problema ritoccando la regolazione della corrente del differenziale :stuck_out_tongue: ... (poi per riarmare l'interruttore, dopo aver ricaricato il mollone, usava un tubo di plastica da 3 metri premendo il pulsante dall'esterno della cabina, attraverso un buco nella porta ... bella fiducia, che dava vederlo lavorare cosi :stuck_out_tongue: :smiley: :smiley: :D)

Uwe, gli impianti decenti raramente superano i 2-3 V e comunque sono alternati, la cosa che mi fa pensare è che siano proprio 5V e continui... ma l'esperto sei tu.

Istruttivo il video! Non immaginavo questi problemi.
Per curiosità sono andato a controllare 2-3 ali 12V che avevo comprato dalla Cina:
su un 12V10A tra GND e +V ci sono 46V AC o ±2,6DC
su un’altra marca, la JCPower, 12V10A invece ci sono solo 1,9V AC,
però, sorpresa, la stessa marca su un 12V1A ho trovato ben 86V AC !! Quindi non è sufficiente la marca, dipende proprio dallo schema che hanno usato.

Però, a differenza del video dove lui scollega un dissipatore da un pin della board, che attraversava tutta la parte da AC a DC e quindi poteva fare una connessione, nella mia non c’è nessun dissipatore e anche a board “nuda”, non collegata al box metallico, c’è lo stesso problema.

In ogni caso, però, gli 86V AC li fa a vuoto, collegandoci un carico tipo una resistenza di 100kOhm tra il -V e la Terra di casa, scende a 7,8V AC. Quindi non dovrebbe esserci né pericolo, né scatto del salvavita.
E’ comunque accettabile?
A parte la risposta scontata: buttalo via… anche per capire meglio i motivi e imparare qualcosa di più, secondo voi dove sarebbe l’errore nella loro schedina?

BTW:
tra il GND e il neutro di casa ho 2V AC.