E' nato! Tutorial per burn bootloader ATmega328 in Italiano

Ciao a tutti, come promesso:
http://arduino.cc/playground/Italiano/Tutorials
qui trovate il Tutorial in Italiano per efettuare l’operazione di burn bootloader sui chip ATmega328 disponendo di una qualsiasi Arduino (UNO, 2009, Luigino328 prototipo, sono quelle che ho usato io) ed una breadboard, oppure di DUE Arduino in qualsiasi combinazione (uguali o diverse tra loro).
Il Tutorial è in pdf scaricabile e stampabile, è sul mio sito ma ho messo il link diretto nel Playground (non sono in grado di usare la sua tecnica :~). La mia speranza è che da oggi in poi tutti i neofiti come me e tutti coloro che (sempre come me) hanno difficoltà a farsi aiutare da tutorial in inglese, possano effettuare questa operazione con la certezza della buona riuscita; io ho sperimentato ogni metodo decine di volte, con chip vergini oppure con bootloader precaricato, Vi assicuro che funziona sempre!
Aspetto commenti, critiche (spero costruttive) e suggerimenti, sono a disposizione per chiarimenti; nei prossimi giorni implementerò altre info, se avrò certezza che siano sempre valide.
Buon “burn” a tutti. :wink:

Complimenti!!

Solo una cosa, perche' metti la resistenza quando usi UNO come isp???

Grazie, come spiegato in una delle note la resistenza ed il condensatore sul reset vanno messi solo in caso di problemi con l'autoreset, che possono verificarsi indifferentemente con la UNO o con altre Arduino.
Lo scopo è quello di tenere su high il livello di quel pin; la resistenza, collegata al positivo, fa già questa funzione da sola, ma a volte non è sufficiente; il consensatore, finché non si carica, è come un corto a massa quindi inizialmente potrebbe non funzionare; con questo sistema invece appena dai alimentazione il condensatore si carica e poi resta carico finché non spegni, mantendendo la situazione stabile.

Io avevo letto che la resistenza va messa sul 2009 e il condensatore, da solo, sull'uno. Infatti così io ho utilizzato l'UNO come isp. In ogni caso funziona ugualmente, questo importa!!

Naturalmente! Non dimentichiamoci che sei stato tu a darmi l'input che con UNO si poteva fare il burn :wink:
Ma poiché volevo fare un lavoro "garantito" non potevo lasciare spazio a possibili eccezioni; ti assicuro che il mio UNO funziona senza resistenza né condensatore, mentra il mio 2009 con la sola resistenza non sempre va, col condensatore invece funziona sempre.
Dal punto di vista elettronico svolgono entrambi la stessa funzione: la resistenza tiene high il pin reset sa subito, ma un prolungato segnale low sul pin del chip potrebbe vanificarne l'effetto, il condensatore svolge la sua funzione con ritardo, ma poi rappresenta un "serbatoio" high; in parole povere, singolarmente funzionano ma potrebbero dare problemi, in funzione delle tolleranze tipiche dei componenti elettronici, usati assieme hai la certezza totale di non sbagliare un colpo.

Sapresti indicare nel tutorial anche i collegamenti da fare sulla bredboard al fine di dotare del proprio arduino standalone di un connettore isp a 6 poli?

Penso alle varie realizzazioni standalone che si potrebbero fare, ovviamente la maggior parte delle volte è uno spreco integrare un convertitore seriale/usb, per tale ragione, almeno personalmente, lascio in evidenza tx e rx in modo da collegargli un adattatore esterno.

Se invece potessimo dotare, come chiedevo poco fa, lo standalone di connettore icsp a 6 pin, la cosa verrebbe più facile ed immediata, ed avremmo anche la possibilità di riscrivere il bootloader facilmente, e, forse cosa piu' importante, caricare sketch senza bootloader!!

Sì, grazie alla tua dritta, ora che ho realizzato il cavo (ti ho risposto nell'altro topic, a proposito), diventa una cosa abbastanza semplice; la metto in "agenda" proprio assieme alle spiegazioni sul cavo ISP, appena tiro fuori una mezza giornata (realizzazione, foto, ecc, intanto avevo smontato tutto :fearful:) faccio l'aggiornamento; se tutto va bene, al tuo rientro lo troverai pronto. Grazie per il suggerimento.