Energie alternative

ovviamente bisogna cercare di produrre energia in modo pulito.. se lo si fa dal petrolio le cose non cambiano molto... anche se controllare un sito di produzione(inquinamento ecc) è piu facile che farlo su milioni di vetture.. per alleggerire le auto potrebbero farle tutte in fibra di vetro, lasciando solo iltelaio in acciaio, e montando cristalli di plastica... il peso diminuirebbe veramente tanto... se poi ci abbianiamo in sistema kers(recuper dell energia cinetica) come verra fatto sulla nuova ferrari..

milvusmilvus:
ovviamente bisogna cercare di produrre energia in modo pulito… se lo si fa dal petrolio le cose non cambiano molto… anche se controllare un sito di produzione(inquinamento ecc)

E’ fuori discussione che nell’immediato futuro è indispensabile sfruttare al massimo ogni fonte energetica rinnovabile e pulita, quindi ben vengano le case con i tetti coperti di pannelli solari, ben vengano gli impianti eolici e quelli idroelettrici, però da soli non bastano a coprire il fabbisogno mondiale, ma possono dare un sensibile contributo ad allungare la durata dei combustibili fossili in attesa di una soluzione per produrre energia in modo pulito e sicuro.
Va da se che è molto meglio centralizzare la produzione di energia tramite combustibili fossili perché è molto più semplice ridurre l’impatto ambientale rispetto all’uso decentralizzato, per contro è indispensabile disporre di sistemi per la distribuzione capillare dell’energia migliori di quelli attuali, le perdite lungo le linee elettriche sono rilevanti.

per alleggerire le auto potrebbero farle tutte in fibra di vetro, lasciando solo iltelaio in acciaio, e montando cristalli di plastica… il peso diminuirebbe veramente tanto… se poi ci abbianiamo in sistema kers(recuper dell energia cinetica) come verra fatto sulla nuova ferrari…

Tutte le case automobilistiche sanno bene che il futuro prossimo è nelle vetture elettriche, sopratutto grazie al prezzo dei combustibili che sale sempre più, praticamente tutte stanno iniziando a investire molto in questo tipo di vetture, il primo che arriva sul mercato con un auto elettrica realmente utilizzabile, cioè non le attuali city car elettriche, guadagnerà un sacco di soldi e questa è la leva giusta per smuovere le case automobilistiche.

Tutte le case automobilistiche sanno bene che il futuro prossimo è nelle vetture elettriche, sopratutto grazie al prezzo dei combustibili che sale sempre più, praticamente tutte stanno iniziando a investire molto in questo tipo di vetture, il primo che arriva sul mercato con un auto elettrica realmente utilizzabile, cioè non le attuali city car elettriche, guadagnerà un sacco di soldi e questa è la leva giusta per smuovere le case automobilistiche.

guardando in casa nostra, manca una seria politica energetica basata su fonti alternative. Mi fa piacere per le case automobilistiche ma se per ricaricaricare le batterie dell'auto mi attacco alla presa di casa o ad una stazione di ricarica per strada dove arriva elettricita' prodotta sempre da combustibili fossili...non e' una grande cosa. Pensiamo solo a quanta energia "pulita" potremmo produrre: 1) nelle regioni meridionali l'insolazione e' pressoche' costante in tutti i mesi dell'anno e consistente. 2) abbiamo 7500 km di coste, anche se con maree modeste, ma sempre 7500 (penso solo al fenomeno dell'acqua alta a venezia.con qualche modica al MOSE si potrebbe produrre una vagonata di elettricita') e mare aperto a volonta dove il vento non manca quasi mai. 3) abbiamo montagne con zone ventose.

Siamo in un paese dove se ti vuoi produrre un po' di elettricita con qualche pannello (e per chi ci sa mettere le mani i costi sono proprio ridicoli rispetto alle varie offerte chiavi in mano che trovi in giro) e usarla non puoi farlo; devi cederla all'enel che poi te la sconta! roba da terzo mondo.

La cosa si dovrebbe buttare in politica ma non e' questa la sede adatta. Ciao a tutti

p.s. anche l'idrogeno non mi sembra percorribile; con elettrolisi e' da pazzi per i costi e quindi da dove dovrebbe arrivare? ma sempre dagli idrocarburi (Steam reforming, cioe', metano + vapore, uno spreco di energia mostruoso!)

leo72:

Pelletta: Metto un carico, sapevate che anche se siamo ufficialmente contro il nucleare abbiamo parecchi missili nucleari sparsi sul nostro suolo? Cercate un pò di informazioni a riguardo se volete rovinarvi al giornata.

Non capisco tutta questa repulsione del nucleare. Ci sono navi mosse da propulsione nucleare: sapete quante migliaia di tonnellate di nafta sono state risparmiate? Se siete contro il nucleare, dovete poi essere contro anche il nucleare a scopo medico, per esempio. Perché accettate gli isotopi negli ospedali?

ci sono dei dati terrificanti sugli equipaggi dei sommergibili atomici il 99% degli ufficiali sono tutti deceduti prima della pensione

altra cosa spaventosa e che cernobil e stato quasi un fatto "pubblicitario" incidenti nucleari nel mondo occidentale c'è ne sono fin troppo (anche peggio di cernobyl) solo che la censura e molto attiva

gingardu: incidenti nucleari nel mondo occidentale c'è ne sono fin troppo (anche peggio di cernobyl) solo che la censura e molto attiva

Non diciamo cavolate in puro stile complottista, non è possibile nascondere un incidente atomico a meno che non sia solo interno alla centrale e senza conseguenze reali per il mondo esterno.

incidenti nucleari nel mondo occidentale c'è ne sono fin troppo (anche peggio di cernobyl)

Fonti, prego.

tuxduino:

incidenti nucleari nel mondo occidentale c'è ne sono fin troppo (anche peggio di cernobyl)

Fonti, prego.

http://www.ecoblog.it/post/15825/incidenti-nucleari-rischio-contaminazione-europa-occidentale

Madwriter: http://www.ecoblog.it/post/15825/incidenti-nucleari-rischio-contaminazione-europa-occidentale

Un conto è uno studio di probabilità, poi tocca capire quanto è attendibile, e un conto è affermare che questi incidenti ci sono già stati.

Madwriter:

tuxduino:

incidenti nucleari nel mondo occidentale c'è ne sono fin troppo (anche peggio di cernobyl)

Fonti, prego.

http://www.ecoblog.it/post/15825/incidenti-nucleari-rischio-contaminazione-europa-occidentale

Forse giova citare per intero il passo di gingardu (il grassetto è mio):

incidenti nucleari nel mondo occidentale c'è ne sono fin troppo (anche peggio di cernobyl) solo che la censura e molto attiva

Il link che hai fornito:

1) non sostiene la tesi di gingardu perché è uno studio sul rischio nucleare, non un report sul numero di incidenti avvenuti (ok, aspe' ma come potrebbero pubblicare un report sugli incidenti avvenuti se ci fosse la censura complottarda ipotizzata ? Hmm... sento un loop nella mia testa :P )

2) smentisce platealmente la tesi complottista di gingardu in quanto se la censura fosse davvero così attiva, non si permetterebbe certo la pubblicazione di studi di rischio piuttosto allarmanti come quello da te citato.

se la NON pubblicità di un evento può essere considerata censura, allora hanno ragione.
http://www-news.iaea.org/
per esempio: http://www-news.iaea.org/ErfView.aspx?mId=a2bcf67b-f6cb-48fb-9266-0c8f9a1fecbc Bulgaria, settembre 2012, rubati 2 contenitori radioattivi e ritrovati vuoti (in seguito la polizia ha ritrovato il contenuto e arrestato i ladri)

lesto: se la NON pubblicità di un evento può essere considerata censura, allora hanno ragione. http://www-news.iaea.org/ per esempio: http://www-news.iaea.org/ErfView.aspx?mId=a2bcf67b-f6cb-48fb-9266-0c8f9a1fecbc Bulgaria, settembre 2012, rubati 2 contenitori radioattivi e ritrovati vuoti (in seguito la polizia ha ritrovato il contenuto e arrestato i ladri)

Sì, penso che la non pubblicità di un evento possa essere equiparata alla censura. Anzi, penso che in casi specifici la censura adotti come metodo non il diveto plateale di pubblicazione di una notizia, ma il fatto di mantenerla "in n-esima pagina", con n >> 1. Per capire se e quando siamo in questo caso va però analizzato il singolo episodio specifico, IMHO.

Quello che tu citi però non è un incidente nucleare (nel senso in cui lo intendeva gingardu), ma un furto di materiale radioattivo. Comunque gravissimo, non ne discuto.

A scanso di equivoci, non è che io sia favorevole alle centrali nucleari. Anzi al referendum ho votato contro il nucleare (per una molteplicità di ragioni che mi sembra fin troppo OT discutere qui). Soltanto, mi fa specie che una (buona, IMHO) causa venga sostenuta con argomentazioni facilmente "smontabili" in quanto poco rigorose e molto "di pancia".

l' altro giorno nella ribrica pixel, su rai 3, hanno mostrato un generatore eolico portatile, chiamato revolver, che sarebbe in grado di alimentare anche un portatile nonostante le sue "piccole" dimensioni ora visto che non è in commercio, e visto che quando lo sarà(se lo sarà) il prezzo dovrebbe aggirarsi attorno a qualche centinaia di euro(con i quali mi comprerei un gruppo elettrogeno e mi toglierei il pensiero) avevo pensato di costruirmene uno simile. il funzionamento è basilare.. il vento fa ruotare la turbina verticale, e produce elettricità. la particolarità di questo revolver sta nel fatto che è richiudibile ad ombrello...

eccovi il link al sito http://www.frogdesign.com/work/revolver-personal-wind-turbine.html

io pensavo di farlo con di tubi di plastica, ed un tubo in gomma da irrigazione, tagliandolo longitudinalmente per fare le pale, l' unica dificoltà è che non so cosa usare per generare corrente... andrebbe bene un motore elettrico??

Puoi usare un alternatore per auto xD

ratto93: Puoi usare un alternatore per auto xD

sai che non ci avevo proprio pensato.... magari ne recupero uno allo scasso... altri consigli??? tipo a che voltaggio far uscire la corrente visto che magari il vento non è constante, vorrei anche poter ricaricare il cellulare??? sarebbe meglio usare delle batterie tampone, visto? mi servono almeno 19v per il mio portatile...

Mi sa che ti ci vuole un vento che ti porta via a te e l'ombrellino per avere 12v con rapporti meccanici 1:1 :D è l'ideale per fare un campeggio :)

milvusmilvus: eccovi il link al sito http://www.frogdesign.com/work/revolver-personal-wind-turbine.html

Come al solito le bufale imperano :) E' impossibile che quell'affarino genera 35 Watt di energia elettrica, vuol dire impegnare almeno 60 Watt meccanici tenendo conto delle perdite e dei rendimenti, con quelle palette ridicole, con efficienza prossima allo zero, ci vuole un tornado per farle girare a sufficienza :grin:

astrobeed:

milvusmilvus: eccovi il link al sito http://www.frogdesign.com/work/revolver-personal-wind-turbine.html

Come al solito le bufale imperano :) E' impossibile che quell'affarino genera 35 Watt di energia elettrica, vuol dire impegnare almeno 60 Watt meccanici tenendo conto delle perdite e dei rendimenti, con quelle palette ridicole, con efficienza prossima allo zero, ci vuole un tornado per farle girare a sufficienza :grin:

A trieste andrebbe bene tutto l'anno xD

ma credo che questa volta non sia completamente una bufala... in fondo 35w non sono tantissimi,magari hanno barato sull'efficienza, ma con un vento forte credo che produca abbastanza energia almeno per ricaricare cellulari, lampade e batterie a 12v... facendo 2 conti il mio portatile non sarebbe alimentabile, perche l' alimentatore fornisce 19v e 4,75A quindi 90w

comunque non credo che il rapporto sia 1:1... ma almeno 5:1, il mio mulinello da pesca ha un rapporto i 5.2:1 e il peso della manovella è sufficente a farlo girare.. certo non ha l' inerzia di un motore... ma la manovella peserà 5g...

ho letto che su un autostrada in nord italia, è stato installato un dispositivo simile, ma piu grande, per studiarne l' appicazione in quell ambito, dovrebbe essere mosso dall' aria spostata dai mezzi pesanti, e sembrerebbe che i risultati siano incoragginati (ne hanno messo solo 1 per il momento)

dove dovrei andare io in campeggio, il vento non manca, e poter ricaricare qualcosa non sarebbe male...

milvusmilvus: ma credo che questa volta non sia completamente una bufala... in fondo 35w non sono tantissimi,magari hanno barato sull'efficienza, ma con un vento forte credo che produca abbastanza energia almeno per ricaricare cellulari, lampade e batterie a 12v...

35 Watt sono 3 Ampere a 12V, oppure 7A a 5V, non sono pochi come pensi, sopratutto partendo dal fatto che servono almeno 60 Watt meccanici per ottenerli. Prova a farti due conti di quanto deve essere veloce il vento per ottenere 60 Watt meccanici con quelle insulse palette del giocattolo ripiegabile che poi ne riparliamo :D

a dirti la verità non saprei calcolarlo... e ora come ora, non ho tempo per fare ricerche a riguardo... per questo dicevo che forse hanno barato sulla quantità di energia prodotta, se si riuscissero ad ottere gia 15w(in corrente continua) per me andrebbe piu che bene..