Ethernet shield e chip che scotta

Sto usando arduino 2009 con il suo ethernet shield ufficiale, per inviare (ogni minuto) dei dati su pachube.

L'alimentazione è fornita da un alimentatore esterno (wall cube) stabilizzato a 9V.

Il chip "Wiznet W5100" scalda parecchio...è normale, capita anche a voi? Forse 1 minuto è un tempo troppo piccolo, che impegna troppo il chip?

Grazie

il packaging del w5100 tende a far riscaldare il chip.

è un problema che è noto al produttore del chip che ha promesso che l'avrebbe sistemato.

Riesci a tenerci il dito sopra per più di 10 / 20 secondi?

m

Innanzitutto, grazie per la risposta.

Appena provato: purtroppo più di 10sec non ci riesco.

questo significa che il chip supera i 70°! e nei giorni più caldi potrebbe "abbronzarsi" sopratutto se è al chiuso, quindi ti consiglio di raffreddarlo con una ventolina da scheda video, o se possibile fissargli sù un dissipatore. I 70° sono abbastanza da rendere non affidabile il comportamento dell'IC (a meno che non si tratti di componentistica per uso militare ;) ).

@brainbooster: ma come! Tu non usi sempre tutto a norme MIL ??? :o Chiaramente scherzo ... e ora mi aspetto quelli che vorranno sapere dove si trovano questi componenti ;)

:) era ironico [smiley=happy.gif] a noi comuni mortali non è permesso acquistarli... ma se ci fai caso su alcuni datasheet ci sono anche le caratteristiche dalla versione Mil. degli Ic e sono sempre molto più resistenti di quelli "normali" alle alte temperature. a dirittura ci sono aziende che lavorano solo su componenti MIL. http://www.thomasnet.com/products/integrated-circuits-military-specification-41231309-1.html

No, beh si trovano... forse anche all'RS, ma già è cara di suo, se poi gli vai anche a chiedere le specifiche MIL... :'( In realtà, oltre a specifici componenti, per quel che ne so si dovrebbe trattare di particolari selezioni delle selezioni, delle selezioni di componenti normali in produziione (la crème de la crème, insomma.. :P ).

Comunque il problema è noto:

http://bbs.circuitcellar.com/phpBB2/viewtopic.php?t=3462

già dal 2007.

Sul mio chip leggo un "0940" ....presumo che sia stato prodotto nel 2009, quindi due anni dopo ancora non hanno risolto il problema

@adalgisio: hai ragione ad irritarti, ma se non vuoi vedere la tua scheda "fondere" e continuare ad utilizzarla ti conviene mettergli sopra una bella ventola esterna (possibilmente alimentata esternamente per non appesantire anche lo stabilizzatore di Arduino). Puoi facilmente recuperarla a 12V da un vecchio computer o da un portatile anche più piccola e magari a 5V.

magari con un'ntc una ventola e qualche riga di codice puoi mettere sù un "divertente" termostato che regola la velocità della ventola in base alla temperatura rilevata :) così da non sentire il "ronzio" continuo anche quando non serve... e magari consumare anche un pò meno :)

Ciao a tutti Al posto della ventola proverei prima un dissipatore. Ci sono certi a posta fatti per gli integrati e vanno incollati con una colla particolare (se non é possibile fare dei fori per fissarlo sulla scheda vicino all integrato). Ciao Uwe

Uwe ha ragione, una ventola senza dissipatore serve a poco… un dissipatore con una ventola invece è meglio :stuck_out_tongue:

aggiornamenti:

per la casa costruttrice del chip, la Wiznet, l'eccessiva temperatura non comporta problemi:

http://www.wiznet.co.kr/Sub_Modules/en/technical/FAQ_View.asp?boardcd=102&PK_NUM=15112&page=1

e ancora qui:

http://wizwiki.net/forum/viewtopic.php?f=51&t=215

per la casa costruttrice del chip, la Wiznet, l’eccessiva temperatura non comporta problemi:

e per tè (che lo usi) comporta problemi? :slight_smile:
avere una “stufetta” onboard sicuramente non fà felice un’eventuale batteria…

Perchè non usare una cellina di Peltier? ;)

perchè andrebbe studiata bene e poi consuma corrente! Una ventola o un dissipatore sono decisamente più easy!
Secondo me le celle di Peltier sono comode solo se vuoi raffreddare tanto qualcosa, senza condiderare che poi bisogna comunque dissipare il calore del lato caldo…