goto per arduino

ciao ! ma scusate non esiste una guida completa per i vari codici e metodi di programmazione per arduino??? io so programmare in basic, ma dal momento che sto portando una tesi d'esame con arduino e la scuola non ha fatto neanche un corso a riguardo mi trovo incasinato ad usarlo... principalmente volevo chiedere se esiste un comando tipo goto però dato che ci sono se sapete indirizzarmi ad una guida!!! :)

ciao

la guida c'è , è la reference http://arduino.cc/en/Reference/HomePage

qui trovi la spiegazione di tutti i comandi del linguaggio.

Dato che Arduino è basato sul C/C++ il goto esiste ma si cerca di non usarlo mai perchè rende il codice illeggibile... come la maggior parte del codice BASIC.

hahahhaa ok, grazie mille massimo...

p.s. hai fatto una pazzia vera e un lavorone con i fiocchi... :)

ciao matt-korban

Come Massimo gia ha detto nel C non ti serve il GOTO o GOSUB. La logica é diversa rispetto al BASIC e si lavora con delle funzioni e credimi se hai capito come funziona il C non Ti manca il GOTO. Le funzioni sono i "comandi" del C. Ci sono funzioni predefinite come il SETUP() o il LOOP() o digitalWrite() ecc. Puoi anche definirne delle nuove. Le funzioni puoi chiamarle quando ti servono come in Basic col GOSUB. Le funzioni hanno dei parametri che gli dai (da nessuna a quante variabili Ti servono) ma solo una valore di ritorno. Dovresti un po imparare e famigliarizzare col linguaggio C.

Ciao Uwe

grazie uwefed! be effettivamente mi accorgo che dopo un po che ci sto sopra inizio a capire la logica del c, ed effettivamente è nettamente superiore al basic... vi ringrazio... ciao a presto!

L' unica cosa un po difficile da digerire sono le stringhe (che in C non sono variabili ma un array di variabili del tipo char) e i puntatori che sono praticamnete l'indirizzo di una variabile. Percui non maneggi piú le variabili, ma solo l'indirizzo. Se hai pienamente capito queste 2 concetti non ci sono piú frontiere per te.

oops, fatto il 400-esimo post. Ciao Uwe

@uwefed:

i puntatori che sono praticamnete l'indirizzo di una variabile

Questa affermazione non è corretta, in quanto un puntatore può indicare sì una locazione in memoria volatile, ma anche una porta fisica di I/O, un registro del processore o di una periferica interna, così come una locazione di una rom/eprom, e quindi di una costante :o

Direi che utilizzare i puntatori sia uno step successivo alla conoscenza approfondita delle caratteristiche hardware dell'ambiente nel quale si programma, e quindi da sconsigliare assolutamente ad un principiante (non a caso chi ha preparato il materiale informativo di Arduino ha quasi "nascosto" questa caratteristica ;) )